fbpx
NewsViaggi

Vacanza e smart working: ecco i 5 Parchi Nazionali più adatti

Alcune località di vacanza nella natura sono particolarmente adatte allo smart working. La conferma arriva da SiViaggia.it, magazine di Italiaonline dedicato al mondo del travel, e Airbnb, piattaforma globale di viaggio con oltre 900 milioni di ospiti worldwide. Le due realtà hanno selezionato 5 parchi naturali italiani. Questi parchi possono essere delle mete ideali per delle vacanze immersi nella natura con la possibilità di lavorare anche in smart working.

Le migliori località di vacanza nella natura per lo smart working

Cinque parchi italiani, tra quelli iscritti nell’Elenco ufficiale delle aree naturali protette, sono ideali per lo smart working in vacanza. Secondo SiViaggia.it e Airbnb, infatti, alcuni parchi italiani sono perfetti per un lungo periodo di vacanza da prolungare grazie alla possibilità di lavorare in smart working immersi nella natura.

Le località selezionate da SiViaggia.it e Airbnb sono: il Parco Nazionale delle Cinque Terre, il Parco Nazionale del Gargano, il Parco Nazionale del Cilento – Vallo di Diano e Alburni, il Parco Nazionale del Gran Sasso – Monti della Laga ed il Parco Nazionale dello Stelvio.

Le località selezionate dall’indagine sono state scelte non solo per le caratteristiche geomorfologiche e per il fascino dei rispettivi territori. Per individuare le migliori località per una vacanza tra natura e smart working, infatti, sono stati presi in esame diversi aspetti.

Tra gli elementi considerati troviamo la presenza di strutture adatte a chi vuole trasformare la vacanza in workation (termine derivato da work e vacation). Le soluzioni devono essere in grado di soddisfare i “nomadi digitali”. Questi viaggiatori hanno bisogno di un accesso ad Internet per poter gestire la propria attività quotidiana.

Per approfondire e magari prenotare un soggiorno è possibile dare un’occhiata all’indagine completa.

Il commento di SiViaggia.it

Barbara Del Pio, Responsabile editoriale Italiaonline, commenta: “Quella di SiViaggia con Airbnb vuole essere una proposta che, più che assecondare una tendenza, ha come obiettivo il venire incontro a un bisogno nuovo, cioè l’individuazione di luoghi alternativi, adatti a lavorare da remoto, per una platea ormai consolidata di smart worker”

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button