fbpx
AttualitàViaggi

Viaggi e vacanze, le strutture extralberghiere conquistano 1 italiano su 3

I viaggiatori vogliono vivere esperienze uniche e puntano sulle strutture extralberghiere, alloggi alternativi come ville in campagna, aparthotel, ma anche bed&breakfast e glamping. Secondo Volagratis.com infatti a maggio 2021 si registra oltre +150% rispetto al mese precedente. Le ricerche si trasformano in prenotazioni, che nel 2021 rappresentano il 33% del totale.

Gli italiani non vedono l’ora di partire e, soprattutto, di vivere esperienze uniche e insolite durante i loro viaggi per staccare dalla quotidianità e dalla solita routine, complice l’introduzione del Green Pass e l’arrivo del Digital Covid certificate, il certificato Covid digitale europeo.

Viaggi e vacanze, la recente indagine di Voalgratis.com

Ad evidenziarlo sono i dati raccolti da Volagratis.com, dai quali emerge un crescente interesse verso le strutture extralberghiere, che propongono cioè soggiorni in alloggi alternativi come appartamenti, aparthotel, ville in campagna, guest houses, bed&breakfast, molti dei quali realizzati anche in ex conventi, su imbarcazioni, immersi nei vigneti. Si tratta infatti di soluzioni che assicurano non soltanto privacy, ma anche più spazio, sicurezza e libertà per organizzare al meglio il proprio soggiorno.

Le ricerche relative alle strutture extralberghiere sono cresciute in particolare negli ultimi due mesi, in concomitanza con la ripartenza del turismo, arrivando a registrare +192% tra marzo e aprile 2021 e +153% da aprile a maggio 2021, segno che il desiderio di evasione e di vivere esperienze nuove si fa sempre più forte tra gli italiani, soprattutto dopo un anno segnato dall’emergenza sanitaria. Gli alloggi insoliti, inoltre, hanno registrato un aumento anche in termini di prenotazioni, che ora rappresentano il 33% del totale contro il 20% del 2020 e il 24% del 2019.

Non solo gli italiani, anche i viaggiatori da oltre confine, che rappresentano circa il 3% delle prenotazioni, vogliono vivere esperienze originali nel nostro paese. Di questi, circa il 24% ha prenotato un alloggio alternativo per il proprio viaggio, una percentuale leggermente più alta rispetto a quella registrata negli altri paesi (21%).

Leggi anche: In viaggio tra i luoghi di culto dei libri di Dan Brown

A puntare maggiormente su vacanze in libertà ci sono i gruppi formati da due coppie, che scelgono strutture extralberghiere particolari nel 41% dei casi, seguiti a breve distanza dalle famiglie (40%) e da altri gruppi (36%). In testa alla classifica per tipologia, invece, con il 26% delle preferenze, ci sono gli appartamenti, che garantiscono maggiore libertà e privacy agli ospiti, seguiti da Bed & Breakfast (23%), aparthotel e guest houses (14%) e resort (12%).

Parlando di destinazioni, invece, sul podio delle mete preferite dai viaggiatori per le vacanze “insolite” ci sono Puglia (che registra anche un +500% rispetto al maggio 2019), Toscana (+89%) e Basilicata (con Matera a +443%), dove le prenotazioni per le strutture extralberghiere hanno superato il 50% del totale. Seguono Trentino-Alto Adige e l’area di Venezia con il 33%.

Ma quali sono gli alloggi più particolari d’Italia? Volagratis.com racconta le strutture extralberghiere più originali sparse per tutto lo Stivale, dai Sassi di Matera ai caicchi di Venezia passando per gli ex conventi dell’Umbria e le case sull’albero del Trentino-Alto Adige  

Nei Sassi di Matera, per scoprire il lato più autentico della città

Impossibile pensare a Matera senza pensare ai suoi Sassi: le abitazioni, le chiese e le botteghe scavate nella roccia calcarea nel corso dei secoli e che rendono questo angolo di Basilicata un luogo unico nel suo genere. Oggi, alcuni di loro sono stati trasformati in pensioni e Bed & Breakfast che accolgono turisti da ogni parte del mondo permettendo così di scoprire il lato più autentico del capoluogo lucano e di vivere un’esperienza unica a contatto con la storia e il passato del posto.

In un ex convento in Umbria, per fare un salto indietro nel tempo

Il Centro Italia è costellato di antichi monasteri e vecchi conventi immersi nelle campagne, tra colline e torrenti. Molti di loro, dopo essere stati abbandonati per secoli, stanno rinascendo e si stanno trasformando in suggestivi alberghi e Bed & Breakfast, in residence e resort di lusso che negli angoli più remoti dell’Umbria offrono esperienze uniche nel loro genere, diventando  mete ideali per trascorrere qualche giorno lontani dalla folla e circondati dalla natura, vivendo la quiete di un luogo ricco di spiritualità.

In un trullo ad Alberobello, per vivere la tradizione

I trulli di Alberobello sono entrati a far parte dei Patrimoni UNESCO nel 1996 e non potrebbe essere altrimenti. Queste abitazioni in pietra calcarea tipiche della Valle d’Itria sono uniche nel loro genere e raccontano una storia secolare che affonda le sue radici nella cultura agricola del luogo. Oggi molti di loro, sia ad Alberobello che nelle campagne circostanti, sono stati trasformati in curatissimi appartamenti per permettere ai viaggiatori di vivere in prima persona la lunga e affascinante tradizione locale.

In una masseria del Salento, per immergersi nel territorio

Immerse nella natura salentina e circondate da campi e campagne, le masserie sono da sempre edifici rurali destinati principalmente alla vita agricola. Oggi, però, molte di queste antiche strutture si sono aperte al turismo e si sono trasformate in agriturismi e ville che regalano esperienze uniche e a contatto con il territorio, dalla raccolta delle olive ai corsi di cucina per scoprire il Salento anche a tavola.

A bordo di una barca a Venezia, per scoprire la Laguna da un nuovo punto di vista

Nata sull’acqua, Venezia è una città affascinante, misteriosa ed elegante da scoprire in ogni suo dettaglio. Per apprezzarla al meglio e non rinunciare alle meraviglie della sua Laguna, la soluzione ideale è soggiornare in coppia o in gruppo a bordo di un’imbarcazione, un caicco dotato di ogni comfort che permette non solo di ammirare la città da un nuovo punto di vista, ma anche di vivere un’esperienza autentica a contatto con l’acqua e, soprattutto, lontano dalla folla.

In un agriturismo tra le vigne del Piemonte, per scoprire il patrimonio enogastronomico

Il Piemonte è tra le più produttive aree italiane in termini di vino. Terra del Barolo, del Dolcetto d’Alba, del Barbera e del Moscato d’Asti, la regione offre ai viaggiatori numerose esperienze enogastronomiche e molte di queste si possono vivere negli agriturismi locali, che, oltre alle camere, mettono a disposizione e organizzano moltissime attività, come degustazioni e raccolte dell’uva, per vivere il territorio nel modo più autentico possibile.

Su una casa sull’albero in Trentino-Alto Adige, per tornare bambini

Dormire in una casa sull’albero e vivere mille avventure volando da una parte all’altra con la fantasia è il sogno di ogni bambino. Oggi questo sogno si può avverare in Trentino-Alto Adige, dove hotel, campeggi e resort mettono a disposizione dei propri ospiti avventurose e affascinanti treehouse dotate di ogni comfort e immerse nella natura delle Dolomiti patrimonio UNESCO. Un nuovo modo per vivere la vacanza e tornare bambini, lontani dalla folla.

In un fattoria con tutti i comfort in Toscana

La Toscana è una regione che offre l’imbarazzo della scelta in termini di alloggi. Per chi vuole un’esperienza a contatto con la natura e in piena libertà, soprattutto in Maremma esistono fattorie che trasformate in strutture extralberghiere sono pronte a coniugare l’esigenza del riposo, tra terrazza e giardino, con la vita di mare o la visita alle vicine città d’arte.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button