CulturaNewsViaggi

Viaggiare in salute: ecco le regole auree da rispettare

D'estate non si vede l'ora di partire alla volta di viaggi, avventure e alla scoperta di nuove realtà, ma è altrettanto importante non dimenticare le giuste precauzioni circa alimentazione e medicinali da tenere sempre a portata di mano. Così MioDottore.it, una delle più grandi piattaforme dedicata alla sanità privata, specializzata nella prenotazione online di visite mediche, ha coinvolto il Dott. Alberto Raie, allergologo di Torino, che ci propone cinque regole auree da tenere a mente in viaggio.

LEGGI ANCHE:

Assicurazioni di viaggi: come funzionano e perché sono fondamentali

Prima di tutto è importante pensare alla lista di vaccini che è bene fare prima della partenza, in particolare per DTP-IPV-HB-Hib (contro difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, Haemophilus influenzae tipo B), MPRV (morbillo, parotite, rosolia, varicella), pneumococco, meningococco e influenza. Una seconda raccomandazione riguarda il rifornimento di repellenti cutanei da applicare durante gli orari di maggiore attività degli insetti: al tramonto e di notte. Non è da tralasciare nemmeno l’uso di zanzariere, aria condizionata, nonché una valigia rifornita di maglie e pantaloni lunghi di colore chiaro.

Le malattie endemiche quali febbre gialla, colera e difterite sono tra i timori più diffusi, ma l’esperto tranquillizza: ”La vaccinazione contro la febbre gialla è indicata per chi si reca in Paesi dove vi è un rischio di trasmissione, è estremamente efficace (quasi 100%) conferendo l’immunità a partire dal decimo giorno successivo alla somministrazione e dura dieci anni. Risulta invece controindicata per i bambini sotto l’anno d’età, donne in gravidanza, anziani e soggetti allergici ad alcune proteine dell’uovo.” Invece il vaccino contro il colera protegge solo per il 50% e per un tempo breve, mentre la difterite di solito viene effettuata come vaccino trivalente: DTP o DTaP.

Infine, per quanto riguarda i problemi alimentari, fate attenzione all'acqua contaminata, che causa malattie gastrointestinali. È dunque da privilegiare acqua minerale in bottiglie sigillate, portata a ebollizione o unita a disinfettanti specifici. Per quanto riguarda i cibi, invece, sono da preferire prodotti cotti ancora caldi e frutta sbucciabile. Se vogliamo dunque evitare questi problemi, l’esperto suggerisce: ”E’ bene portare con sé un antidiarroico, un disinfettante intestinale, fermenti lattici, crema solare ad alto fattore protettivo e doposole, un disinfettante per le vie urinarie, un repellente per le zanzare specifico per le zone tropicali ed eventuali antimalarici.

Tags

Francesca Sirtori

Indielover, scrivo da anni della passione di una vita. A dispetto di tutti. Non fatevi ingannare dal faccino.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker