fbpx
NewsTech

Google ridisegna Gmail, ora può ricevere chiamate e videochiamate

L'interfaccia sarà riprogettava e Gmail sarà un hub centrale per più servizi

Google ha annunciato ancora più funzionalità in Workspace, con l’intento di migliorare la produttività di chi è in smart working oppure comunque in una modalità di lavoro ibrido. Sebbene Google abbia anticipato alcune piccole novità in arrivo, il cambiamento più grande è che Gmail sarà riprogettato e rivelerà la sua vera natura: l’hub centrale per ogni app di comunicazione di Google. Sarà infatti possibile ricevere chiamate e videochiamate direttamente su Gmail.

Sarà possibile rispondere alle chiamate e videochiamate direttamente da Gmail

Per iniziare, Google sta aggiungendo la possibilità di “squillare” un altro utente Google con Google Meet, ma all’interno dell’app mobile Gmail, non all’interno dell’app Meet. Quando la funzione verrà implementata, l’app Gmail potrà ricevere le chiamate come qualsiasi altra app VOIP (oltre a poter partecipare alle riunioni di Google Meet). Google afferma che in futuro anche l’app Meet avrà la stessa capacità di effettuare chiamate, non solo di creare riunioni di gruppo.

Gmail è essenzialmente l’equivalente di Google a Outlook di Microsoft. È un hub centrale per più servizi. Outlook è l’hub di Microsoft per e-mail, calendario e contatti; Gmail è l’hub di Google per e-mail, chat individuali, chat di gruppo, videoconferenze e ora chiamate. La parte dedicata email di Gmail ora è semplicemente una scheda, accanto ad altre tre schede: Chat, Spaces e Meet.

“Spaces” è il rebranding di Google di “Rooms”, un prodotto simile a Slack che offre chat di gruppo. Google ha semplificato la ricerca al suo interno e aggiunto il supporto completo per i messaggi in thread. Come con altre app di chat di gruppo, i thread verranno visualizzati in una colonna aggiuntiva sul lato destro. Ciò significa che un utente di Spaces può avere fino a cinque colonne di informazioni diverse sullo schermo contemporaneamente.

Google afferma che gli utenti saranno in grado di nascondere le schede che non utilizzano e che la riprogettazione verrà distribuita prima agli utenti aziendali, nelle prossime settimane. Successivamente, inizierà ad apparire in Gmail per i consumatori regolari.

Le altre novità di Google

Per quanto riguarda gli aggiornamenti più piccoli, Google Calendar consentirà ora di rispondere a un invito a una riunione con l’indicazione della propria posizione.

Infine, Google sta espandendo la linea “Series One” di hardware compatibile con Google Meet. A differenza dell’hardware “Made by Google” come il Pixel, i dispositivi Series One sono realizzati da altre aziende, con un design coerente con quello di Google e ottimizzati per il software di Google. Il dispositivo più interessante è il Series One Desk 27. È un display touchscreen progettato principalmente per fungere da stazione di videoconferenza di Google Meet, ma ha anche una semplice porta USB-C e può fungere da monitor esterno per un laptop.

C’è anche il Series One Board 65, una TV che è anche in grado di accettare l’input dello stilo. Google afferma che entrambi verranno eseguiti su Chrome OS e sono “dispositivi per riunioni all-in-one”. I dispositivi sono realizzati da Avocor e saranno lanciati nel 2022.

Google Pixel 4a 14,7 cm (5.8") 6 GB 128 GB 4G USB Tipo-C...
  • Type: Smartphone
  • - 2G Network: GSM 850 / 900 / 1800 / 1900
  • - 3G Network: HSDPA 850 / 900 / 1700(AWS) / 1900 / 2100
Source
The Verge

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button