fbpx
NewsVideogiochi

Videogiochi indie da non perdere: i migliori giochi indipendenti di Agosto

Che siate sotto l’ombrellone, tra montagne rocciose, sulle rive di un lago o semplicemente a casa vostra, non manca nemmeno stavolta l’occasione per dedicarci alla scoperta di nuovi videogiochi indie, in arrivo o appena sfornati. Le novità continuano a fare capolino sulle diverse piattaforme anche nel pieno della stagione estiva, così dopo la nostra prova dei titoli indie di luglio, proseguiamo ora alla scoperta dei migliori videogiochi indie di agosto. Vediamo insieme le principali novità che i vari team di sviluppo hanno in serbo per noi, grazie alla nostra selezione mensile!

5 Videogiochi Indie di Agosto

Scopriamo insieme quali sono i migliori giochi indipendenti scelti per questo mese.

  1. South East Games – Paint the town red
  2. Astral Pixel – Chernobylite
  3. Horrible Guild – Railroad Ink Challenge
  4. PixelConflict – Stack Up! (or dive trying)
  5. Konitama – Cloudscape

1. South East Games – Paint the town red

Apriamo la nostra selezione di videogiochi indie di agosto con il nuovo lavoro del team South East Games: Paint the town red. Si tratta di un Brawler in prima persona strutturato a livelli sandbox e una complessa modalità roguelike nel gameplay.

In questo gioco, come suggerisce il genere, dobbiamo sferrare brutali colpi e attacchi attraversando diverse epoche, con sei scenari tra cui scegliere, tutti molto diversi tra loro. Per citarne alcuni, abbiamo a disposizione ad esempio un club notturno pieno di tizi “alternativi”, o una pericolosa baia dei pirati. Dunque dovremo attaccare a mani nude o equipaggiandoci con armi d’epoca, sfruttando anche tutto quello che non è inchiodato a terra. In questo titolo dal buon ritmo di gameplay, possiamo sfruttare le abilità di combattimento improvvisate in modalità Beneath, alla volta di un’avventura roguelike sotterranea con più classi di personaggi e abilità uniche. L’obiettivo finale? Scoprire i segreti che si celano in questa storia per trovare e distruggere i quattro Elder Gods.

Paint the Town Red
Paint the Town Red
Developer: South East Games
Price: 11,75 €

Paint the town red consente di interagire con lo Steam Workshop per sfruttare l’editor di livelli in-game e le opzioni di texture e musica personalizzate. L’obiettivo è quello di aggiungere migliaia di nuovi incredibili livelli al gioco. Se è vero che questo aspetto rende ancora più interattivo e interessante il titolo in questione, siamo altrettanto consapevoli che la tecnica di realizzazione non sia di qualità troppo elevata. Se negli intenti del team si desiderava rendere al meglio la sfida dei giocatori durante le risse e le avventure tra ingegnosi livelli rompicapo, talvolta il movimento nel gioco ci è risultato piuttosto legnoso. Inoltre la realizzazione grafica squadrata ricorda una sorta di Minecraft in versione beta. Confidiamo però che gli utenti possano inviare eventuali feedback al team per rendere ancora migliore l’esperienza con questo titolo.

2. The Farm 51 – Chernobylite

Un’esperienza unica e coinvolgente, quella offerta in Chernobylite, il survival horror RPG ambientato nella Chernobyl Exclusion Zone realizzato da The Farm 51. Arrivato il 28 luglio scorso su Steam, scopriamo insieme quali avventure sono state riservate per noi in questo nuovo titolo incredibilmente verosimile e dalla suspence palpabile. 

Ci siamo avventurati in quanto è rimasto in piedi a seguito dell’esplosione del reattore di Chernobyl per scoprire una sostanza misteriosa e altamente pericolosa conosciuta come Chernobylite. Il nostro scopo sarà quello di sopravvivere attraverso spaccature nello spazio-tempo, dove i ricordi traumatici di un ex dipendente della centrale nucleare non saranno facili da affrontare e superare.

Chernobylite
Chernobylite
Developer: The Farm 51
Price: 29,99 €

Dovremo quindi costruire una base con materiali di scarto e ottenere attrezzature e medicine con quanto è rimasto delle forniture. Questo servirà a mettere insieme una squadra affiatata e pronta ad affrontare le minacce ultraterrene. Inoltre saremo chiamati a cercare i sopravvissuti e scoprire la verità dietro il fenomeno radioattivo della Chernobylite, grazie a un gameplay decisamente godibile e ben strutturato da un punto di vista tecnico e grafico. La cura riposta nella realizzazione di questo titolo si evince nel dettaglio sia delle opzioni, sia dei particolari dei vari elementi che caratterizzano le ambientazioni. Un lavoro dal risultato decisamente notevole, quello del team The Farm 51, che ha portato a compimento un horror assolutamente meritevole di attenzione.

3. Reptoid Games – Fire Tonight

Continuiamo la nostra selezione di videogiochi indie del mese di agosto con una graphic novel davvero interessante e ben congeniata. Si tratta di Fire Tonight, creazione di Reptoid Games che ci trascina in una storia dove il ritorno in un passato recente ci fa riscoprire la vita di pochi anni fa, senza la tecnologia pervasiva (e invasiva a tratti) che viviamo quotidianamente.

Questa storia racconta di Maya e Devin, separati in una città in fiamme, un evento accaduto nel 1990, prima che si diffondessero i telefoni cellulari e l’uso di Internet. Sono soli, e si interrogano sulle scelte che li hanno portati a questo punto della loro vita, su come si sono incontrati e su cosa potrebbe riservare il futuro. Ispirato dall’omonima canzone degli Information Society, Fire Tonight è un percorso sì spensierato, come suggerisce anche la grafica fresca e pulita, ma non senza momenti di riflessione che attraversano la storia di una relazione.

Fire Tonight
Fire Tonight
Developer: Reptoid Games
Price: 4,99 €

La vicenda qui narrata parla di come sia possibile credere l’uno nell’altro quando il mondo intero cerca di tenerli separati. Per questo dovremo aiutare Maya a trovare la sua strada attraverso la città, usando mezzi quali l’auto, il treno, perfino i pattini a rotelle e i tetti, evitando le barricate della polizia, gli ingorghi stradali e l’incendio dilagante. Non seguiremo solo Maya, ma anche Devin, confinato nel suo piccolo appartamento, attende con ansia l’arrivo della ragazza. Ricorda il tempo trascorso insieme mentre guarda tutti i ricordi sparsi nel suo appartamento, ma quanto sarà influente il nostro apporto alla storia? Abbastanza da riuscire a tenerci incollati a questo indie non troppo longevo, ma sicuramente interessante e in grado di raccontarci una storia dal sapore adolescenziale.

4. PixelConflict – Stack Up! (or dive trying)

Un gioco decisamente fresco e adatto a trascorrere del tempo libero con gli amici, quello offerto da PixelConflict con il suo Stack Up! (or dive trying). Un casual party game che prevede la modalità single e multiplayer, pone come obiettivo quello di acchiappare quante più scatole possibili. Questo è nell’ottica di ottenere gli attrezzi necessari a costruire piattaforme e sfuggire all’acqua che riempirà la stanza. Scopriamo insieme cosa vi attende nelle varie partite di questo frizzante e coloratissimo indie.

Sarà una scalata verso la salvezza, ma anche verso il punto più alto dell’Heightscore! In Stack Up! dobbiamo decisamente stare attenti all’acqua che sale. Infatti se rimaniamo bloccati, il gioco potrebbe diventare davvero difficile e non bagnarsi risulterà impossibile. A prescindere che tu voglia semplicemente divertirti o cercare di battere il record mondiale, Stack Up! (or dive trying) promette divertimento e competizione, per sé e per tutti gli amici che desideriamo invitare a una partita insieme.

Stack Up! (or dive trying)
Stack Up! (or dive trying)
Developer: PixelConflict
Price: 5,99 €

Il titolo offre un’esperienza platform dal ritmo intenso, caratterizzata da un apprendimento dei comandi sufficiente a garantire un tasso di sfida buono, ma non impossibile e difficoltoso. Lo scopo del gioco è quello di sfruttare i diversi elementi dello scenario e riposizionarli nell’ambientazione senza toccare mai l’acqua. Infine, il gioco prevede il supporto per doppi controlli tramite gamepad o mouse e tastiera, oltre a poter personalizzare l’aspetto del proprio alter ego. Una nuova uscita fresca e decisamente indicata per questo periodo dell’anno, da provare in compagnia.

5. Neotenia LTD – Kaleye

Concludiamo la nostra selezione di videogiochi indie per questo mese di agosto con una trovata davvero più unica che rara. Si tratta di Kaleye, un titolo di Neotenia a breve disponibile su Steam che non può essere catalogato come gli altri videogame classici, ma che ci prende per mano e ci conduce in una dimensione decisamente parallela alla nostra.

Di cosa tratta Kaleye? In buona sostanza, abbiamo per le mani un ricco caleidoscopio digitale che ci consente di riprodurre forme a piacere, come effetti di particelle e funzionalità frattali. Questo strumento è progettato per creare forme ibride partendo dalle foto dell’utente, da video o dal flusso della camera. Ciò consente di concepire nuovi spazi e artefatti. Kaleye può poi creare semplici animazioni interpolando fotogrammi chiave definiti dall’utente o esplorare automaticamente una cartella di foto sempre tramite animazioni.

Kaleye
Kaleye
Developer: Neotenia LTD
Price: 0

A differenza dei caleidoscopi tradizionali, che riflettono l’immagine come poligoni regolari, Kaleye offre un’ampia varietà di forme completamente configurabili anche irregolari. Questa funzione fa anche esplodere le foto in particelle e fonderle in vari modi. Questa caratteristica può essere utilizzata per arricchire di dettagli ed effetti l’immagine in modo imprevedibile, alterandone la percezione dei materiali e permettendo all’utente di spaziare con la creatività.

Kaleye consente dunque di unire creatività dell’utente e tecniche riprese dalla fisica, per regalarci un’esperienza videoludica decisamente “fuori categoria”. Un titolo sviluppato con cura e attenzione, a dimostrazione del fatto che il mezzo videoludico non sia solo puro gameplay, ma anche originalità ed esplorazione di usi diversi della tecnologia in questo campo.

Anche per questo mese di agosto abbiamo terminato la nostra selezione di videogiochi indie. Come al solito, rimaniamo in attesa anche di suggerimenti se desiderate vedere i vostri titoli preferiti nella nostra rubrica!

Francesca Sirtori

Indielover, scrivo da anni della passione di una vita. A dispetto di tutti. Non fatevi ingannare dal faccino. Datemi un argomento e ne scriverò, come da un pezzo di plastilina si ottiene una creazione sempre perfezionabile. Sed non satiata.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button