fbpx
NewsVideogiochi

Videogiochi indie da non perdere: i migliori giochi indipendenti di Luglio

Siamo nel periodo migliore per goderci le giornate più lunghe dell’anno, ma non manca mai l’occasione buona per stare sotto l’ombrellone o in un ambiente fresco e dedicarci alla nostra passione. Il mondo dei videogiochi indie infatti non va in vacanza. Le novità continuano a proliferare anche in questo mese, tra nuove uscite e progetti in cantiere. Dunque, se avevamo aperto la stagione estiva con la nostra prova dei titoli indie di giugno, proseguiamo ora alla scoperta dei migliori videogiochi indie di luglio. Vediamo insieme le principali novità in arrivo in questo settore, grazie alla nostra selezione mensile ricca di titoli interessanti!

5 Videogiochi Indie di Luglio

Scopriamo insieme quali sono i migliori giochi indipendenti scelti per questo mese.

  1. Bolverk Games – Glyph
  2. Astral Pixel – Super Magbot
  3. Horrible Guild – Railroad Ink Challenge
  4. Daedalic Entertainment – Anna’s Quest
  5. Konitama – Cloudscape

1. Bolverk Games – Glyph

Cominciamo la nostra selezione di videogiochi indie di luglio con Glyph, finora una delle migliori scoperte del comparto videoludico di quest’anno, che ci ricorda, ma solo in parte, il buon vecchio Kula World. Si tratta di un platform in 3D, realizzato dai danesi Bolverk Games, che ci trasporta in una dimensione coloratissima e avvincente da esplorare, ma non tutto è rose e fiori. Se infatti le dinamiche di gameplay sono facili da comprendere, non sarà altrettanto immediato guidare il nostro scarabeo cibernetico tra i labirinti proposti.

Nella nostra prova su Nintendo Switch (e in arrivo prossimamente anche su Steam), abbiamo a che fare con questo insetto che si trasforma in una palla e che ci conduce per mano nel mondo dell’Antico Egitto. Glyph, il suo nome, è stato infatti resuscitato da Anobi. con lo scopo di mettere fine alla corruzione conseguente l’utilizzo della Heart of Creation, una fonte di energia potente. Dopo un tutorial introduttivo, impariamo a muoverci, saltare e cosa raccogliere per poter superare i vari livelli, in perfetto stile platform 3D quale è questo titolo. Ma come ci si sente nei panni di uno scarabeo?

Glyph
Glyph
Developer: Bolverk Games
Price: 0

Essere un insetto che si trasforma in sfera ha sia pregi, sia difetti. Potremo sicuramente muoverci in scioltezza e libertà, grazie anche a un motore di gioco ben performante e fluido che segue immediatamente i nostri comandi. Inoltre, la risposta fisica è stata realizzata in modo verosimile, ma dovremo stare molto attenti a dove muoverci: evitare la sabbia ad esempio sarà fondamentale. Se andremo al di fuori dei confini di ogni percorso, il game over sarà immediato, dunque dovremo ripetere il livello. Non una condizione facilissima da accettare.

Infine, oltre a dover raccogliere monetegemme e simboli per progredire nei livelli, dovremo anche raccoglierne in quantità sufficiente, richiedendo sì tanta esplorazione, ma a volte non sarà facile raggiungere il numero richiesto di preziosi. Guardando anche al comparto artistico, non siamo rimasti colpiti da un lavoro eccellente, ma rimane comunque un buon risultato raggiunto dal team e godibile da osservare. In conclusione, Glyph merita la vostra attenzione se siete amanti dei platform e nostalgici di Kula World, un ottimo passatempo estivo da non perdere.

2. Astral Pixel – Super Magbot

Team17 e Astral Pixel hanno lanciato da poche settimane il puzzle-platformer Super Magbot per PC e Nintendo Switch, designando il debutto di Astral Pixel con le avventure del robot Magbot mentre cerca di salvare il suo pianeta natale, MagTek, dal pericolo che sta minacciando il sistema planetario di Magnetia. Scopriamo insieme in quali avventure ci siamo imbattuti nella galassia.

Anche se incapace di saltare per via del suo peso, e questo sarà il principale impedimento, il robot Magbot è armato di potenti abilità magnetiche. Queste lo aiutano ad attraversare le numerose trappole, piattaforme e nemici che incontrerà in tutta la galassia. Dunque, in questo platform 2D, dovremo fare uso dell’attrazione magnetica, che ci consente di avvicinarci alle varie piattaforme e superare le insidie che si nascondono a ogni piè sospinto. Non solo questa abilità, ma anche la sua forza contraria, ossia la repulsione magnetica, per lanciarci in volo e andare alla ricerca dei frammenti di pianeta per fermare la minaccia.

Super Magbot
Super Magbot
Developer: Astral Pixel
Price: 17,99 €

Su ogni pianeta che andiamo a esplorare inoltre viene messa alla prova la componente narrativa degli abitanti che interagiscono con noi. Ognuno con la sua esperienza e con i suoi problemi, assistiamo a una storia ricca e soddisfacente tanto quanto le dinamiche di gameplay. Quest’ultimo viene reso interessante proprio dall’uso del magnetismo. Sembra complesso da spiegare, ma la teoria sarà molto più immediata da mettere in pratica, almeno nella versione per Switch che abbiamo testato. Utilizzando diversi tasti, possiamo infatti ottenere una spinta repulsiva o attrattiva, a seconda del colore della piattaforma con cui interagiamo. Dobbiamo applicare dunque le stesse meccaniche dei poli attrattivi.

Infine, Super Magbot è stato realizzato graficamente in maniera semplice, quasi riprendendo lo stile della pixel art, e tecnicamente stabile. Siamo anche accompagnati da una colonna sonora elettro-sinth davvero coinvolgente e accattivante da ascoltare. Tutte caratteristiche in grado di rendere il titolo in questione stuzzicante e da non perdere!

3. Horrible Guild – Railroad Ink Challenge

Può un gioco da tavolo incontrare il digitale e atterrare nella dimensione virtuale? Ebbene sì. Dal successo del lancio Kickstarter, il team italiano Horrible Guild ha realizzato Railroad Ink Challenge, un gioco roll and write ripreso dalla versione da tavolo Railroad Ink. Qui possiamo espandere la nostra rete con ferrovie, autostrade e stazioni per raccogliere punti. Ma la penalizzazione è dietro l’angolo e a un tiro… di dado!

Come si gioca in questa versione su Steam? Abbiamo 7 round a disposizione per fare più punti possibili, semplicemente tirando i dadi e disegnando i percorsi per connettere le uscite ai bordi della plancia. Ogni percorso incompleto però ci porta a perdere punti, dunque è importante pianificare con attenzione. Da soli o in compagnia dei giocatori da tutto il mondo online, siamo chiamati a costruire una rete di trasporti, ottenendo bonus anche per la realizzazione della strada e ferrovia più lunghe.

Railroad Ink Challenge
Railroad Ink Challenge
Developer: Horrible Guild
Price: 6,99 €

Non mancano nemmeno obiettivi a tempo opzionali, da completare prima che scadano, e strutture speciali da collegare al nostro network per duplicare percorsi o sbloccare strade speciali. Dobbiamo però prestare sempre attenzione a non lasciare percorsi incompleti. Per quanto il titolo sia appena arrivato su Steam, in futuro sono previste anche espansioni quali Foresta, Deserto e altre ancora basate sul gioco da tavolo fisico. Verranno così aggiunte regole speciali e creare paesaggi ancor più elaborati.

Se però tutto questo vi potrebbe sembrare poco intrigante, come anticipato possiamo sfidare i giocatori da tutto il mondo. Come? Con configurazioni di gioco personalizzate e cercando di scalare le diverse classifiche, Giornaliera, Mensile e Di Tutti i Tempi. E se non abbiamo tempo da perdere, le sfide multiplayer asincrone ci consentono di giocare e postare la sfida online. In questo modo, lasciamo che gli altri giocatori possano giocare con gli stessi dadi e obiettivi e cercare di battere il nostro punteggio. Una sfida che abbiamo raccolto con piacere e che consigliamo anche a voi per mettervi alla prova in un progetto forse a tratti non del tutto coinvolgente, ma pur sempre originale.

4. Daedalic Entertainment – Anna’s Quest

Procediamo nella nostra selezione di videogiochi indie con un nuovo titolo di Daedalic Entertainment, Anna’s Quest, in arrivo su console dopo lo sbarco su Steam nel 2015, per offrirci un punta-e-clicca realizzato a mano. Ispirato all’affascinante universo narrativo basato sui racconti dei fratelli Grimm, il team ci propone una fiaba autoironica che segue le vicende di Anna. Si tratta di una ragazzina che soccorre il nonno malato, ma viene catturata da una strega cattiva. Una storia simile a Cappuccetto Rosso? Scopriamolo insieme.

Ci immergiamo in un questo mondo, dove, con l’aiuto dei ritrovati poteri telecinetici di Anna e di molti personaggi familiari delle fiabe. Qui la protagonista cerca di fuggire dalla sua prigione e trovare una cura per il nonno. Nella sua ricerca combatte streghe, troll e draghi, usa strumenti di tortura medievali e gadget moderni, oltre a essere aiutata da una volpe losca. Non manca nemmeno l’intervento del diavolo e la capacità di Anna di comunicare spiritualmente con i morti, tutti elementi che aggiungono quella vena ironica e assurda alla narrazione, godibile e piacevole da vivere nel corso del gioco.

Anna's Quest
Anna's Quest
Developer: Daedalic Entertainment
Price: 1,99 €

Il titolo in questione diventa anche palcoscenico dell’autore Dane Krams, che contribuisce alla creazione di un racconto lugubre e all’insegna del black humour. Se nella trama troviamo parecchia ricchezza creativa, a livello tecnico non sempre le prestazioni sono ottime, sia in termini di stabilità che di fluidità. Si tratta comunque di un gioco dove non è richiesta la reazione immediata ai nostri comandi, dunque si tratta di un difetto parzialmente soprassedibile, ma fastidioso. Al di là di alcune imperfezioni, ci sentiamo di consigliare questo titolo agli amanti delle ambientazioni dark e horror. Senza mancare di una buona dose di ironia quanto basta.

5. Konitama – Cloudscape

Concludiamo la nostra selezione di videogiochi indie per questo mese di luglio scoprendo un nuovo progetto Kickstarter lanciato dal solo developer Christopher Gottron. Parliamo di Cloudscape, un open world gioco di sopravvivenza in arrivo su PC e console che ci trasporta su un’isola tutta nostra, non solo per allevare animali, ma anche per combattere mostri e spiriti e molto altro ancora. Vediamo insieme di cosa tratta questo titolo in arrivo.

Ispirato da alcuni giochi amati dallo sviluppatore, tra cui Legend of Zelda: A Link To The Past, Stardew Valley, Animal Crossing e altri ancora, Cloudscape combina tutti i migliori tratti di questi giochi. Ci risvegliamo su una soleggiata isola deserta, confusi e per nulla sicuri di come ci siamo finiti. Dobbiamo dunque metterci a esplorare l’isola, con meraviglie durante il giorno e pericolosi mostri vaganti nella notte. Ma se riusciremo a trovare il modo per lasciare l’isola, l’avventura è solo all’inizio.

Ci attendono percorsi di gioco unici, dove la nostra isola sarà generata casualmente, dunque ogni esperienza sarà unica. Inoltre Cloudscape si concentra maggiormente sulla sopravvivenza e sull’esplorazione, dove il nostro obiettivo sarà quello di espandere il raggio d’azione a più isole in tutto il mondo, e contribuire a riunirle. Durante il viaggio non dovremo solo migliorare la nostra isola, ma anche la vita degli abitanti delle altre zone.

Cloudscape
Cloudscape
Developer: Konitama
Price: 0

Infine, a una prima occhiata dalle immagini disponibili, il gioco sembra essere stato concepito secondo gli stilemi dei classici RPG anni Novanta, costruendo le ambientazioni in modo molto simili ai primissimi titoli Pokémon per Nintendo. Non sappiamo molto altro su questo titolo, previsto per PC e Nintendo Switch in diverse edizioni fisiche disponibili a data da destinarsi, ma ci sembra un gioco meritevole di attenzione. Non ci resta che rimanere in attesa di averlo tra le mani per scoprire di più su questa storia piena di azione e di task sempre diversi.

Anche per questo mese di luglio abbiamo terminato la nostra selezione di videogiochi indie. Come al solito, rimaniamo in attesa anche di suggerimenti se desiderate vedere i vostri titoli preferiti nella nostra rubrica!

Francesca Sirtori

Indielover, scrivo da anni della passione di una vita. A dispetto di tutti. Non fatevi ingannare dal faccino. Datemi un argomento e ne scriverò, come da un pezzo di plastilina si ottiene una creazione sempre perfezionabile. Sed non satiata.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button