fbpx
NewsTech

Visa introduce alcune transazioni in criptovaluta

Con il supporto della stablecoin USDC, Visa punta a rendere sicuro e accessibile l'uso dei cripto-pagamenti

Visa continua a puntare sulla criptovaluta, tanto da iniziare a supportare alcune transazioni con la stablecoin USDC, legata al prezzo del dollaro. L’azienda sta lavorando a questo progetto pilota con Crypto.com, con la possibilità di espandere ad altri partner questa possibilità nel corso dell’anno. L’obiettivo è rendere sicure e accessibili a tutti le transazioni in criptovaluta sulla piattaforma Ethereum.

Visa punta sulla criptovaluta

La nuova iniziativa di Visa introduce per la prima volta in uno dei principali network di pagamenti la criptovaluta. L’utilizzo di USDC, il cui valore è legato direttamente alle oscillazioni del dollaro, riduce la volatilità e rende stabile il pagamento con queste valute. Utilizzare monete il cui valore varia troppo repentinamente potrebbe essere un problema per i pagamenti.

L’azienda aveva già introdotto le carte Crypto.com Visa ma per utilizzarle c’era bisogno di convertire ogni criptovaluta in moneta legale perché andasse a buon termine. Ora invece potete utilizzare direttamente la moneta virtuale per pagare il fattorino che consegna la pizza a casa, se ne avete intenzione.

visa criptovalute usdc

Usare le monete virtuali non è mai stato così semplice

Con il nuovo meccanismo, diventa possibile pagare con la stablecoin USDC atttraverso la blockchain di Ethereum senza bisogno di alcuna conversione. Il tutto utilizzando il network Visa, che potrebbe portare le criptovalute più facilmente nelle tasche (virtuali) di moltissimi utenti. Questa iniziativa (descritta qui nel dettaglio) è solo l’ultima delle misure che Visa sta adottando per implementare l’uso delle criptovalute. Un sistema che resta necessariamente esterno ma che vuole sempre più implementare nel proprio network.

E Visa non è la sola a voler rendere più accessibili e semplici le criptovalute. Dai Crypto Pub alla possibilità di pagare una Tesla con i Bitcoin, sempre più attività commerciali prevedono l’utilizzo delle monete virtuali. Che stanno passando da essere prodotti puramente per la speculazione finanziaria e per l’uso ristretto nel web all’economia quotidiana.

OffertaBestseller No. 1
Source
Engadget

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button