fbpx

Si è tenuta ieri la presentazione di “Vivi Internet, al meglio“, il progetto realizzato da Google in collaborazione Altroconsumo e Telefono Azzurro. Di che cosa si tratta? Semplice: l’idea è quella di promuovere la cittadinanza digitale tra i giovani attraverso un percorso formativo che si rivolge ai ragazzi, alle famiglia e agli educatori.

Al centro del progetto troviamo cinque importanti tematiche: reputazione online, phishing e truffe, privacy e sicurezza, molestie e bullismo online, segnalazione di contenuti inappropriati. Tutti argomenti di importanza centrale in questo periodo storico. Vi basti pensare che il 98% degli insegnanti italiani ritiene che corsi sulla sicurezza online dovrebbero essere inseriti nei curricula scolastici, mentre l’85% ha dichiarato di non disporre attualmente dei mezzi necessari ad affrontare questi temi. Ovviamente non sono gli unici: secondo l’87% delle persone intervistate da Google anche i genitori non fanno abbastanza in materia di sicurezza online. La convinzione è che sia dunque necessario contribuire a rendere la conoscenza di un uso responsabile del web sempre più accessibile ai ragazzi, genitori e agli stessi insegnanti, essendo ormai parte della vita quotidiana.

Veicolare questo messaggio però non è semplice. Ecco perché Google ha deciso di collaborare con 5 diversi creator, ossia Cane Secco, Daniele Doesn’t Matter, Lea Cuccaroni, Muriel e ShantiLives, per avvicinare gli adolescenti al mondo dell’educazione civica digitale. Al centro di questa partnership una serie di video in cui i cinque YouTuber si sono calati nella vita di altrettanti ragazzi per un giorno, affrontando così i dilemmi e le sfide quotidiani legate alla privacy, alla sicurezza e alla reputazione online.

Naturalmente i video non bastano. Ecco perché la società americana ha dato vita anche ad una piattaforma online, un sito web dove i giovani possono approfondire i cinque temi con una serie di pillole formative divise in 5 aree:

  • Condividi usando il buon senso
  • Impara a distinguere il vero dal falso
  • Custodisci le tue informazioni personali
  • Diffondi la gentilezza
  • Nel dubbio, parlane

E per gli adulti? Per loro ci sono due sezioni. La prima è dedicata ai genitori, vanta il contributo di Altroconsuo e prevede contenuti e quiz originali con cui mettersi alla prova. Per gli insegnanti invece c’è un curriculum creato con Telefono Azzurro che li aiuta ad acquisire alcune competenze fondamentali legati alle già citate aree tematiche. Non mancano anche role play ed esempi pratici che consentiranno ai docenti di introdurre anche in classe gli argomenti affrontati nel corso online.

Ad affiancare tutto questo anche un roadshow dedicato agli insegnanti della scuola secondaria. Un team di esperti, formato da Telefono Azzurro, viaggerà infatti nelle diverse regioni per offrire formazione gratuita, con l’obiettivo di formare oltre 30.000 insegnanti su tutto il territorio nazionale entro il 2020.


Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.