FeaturedMotoriVideogiochi

Wave Italy e ASUS inaugurano il nuovo Wave Racing Simulation Center

Avete mai sognato di provare a scendere in pista su una monoposto di Formula 1?

Quello del racing digitale è uno dei settori più affascinanti degli ultimi anni, che sta vivendo un’epoca di crescita e sviluppo davvero eccezionale. Dallo scenario più casual e amatoriale, fino alle vere e proprie simulazioni professionali, che riproducono nel dettaglio le sensazioni provate a bordo delle vetture. È proprio di questo che si occupa Wave Italy, azienda italiana dedicata al mondo del simracing, per offrire esperienze di altissimo livello a piloti e Sim Racer. Per questo motivo, in partnership con ASUS, ha recentemente lanciato il suo nuovo Wave Racing Simulation Center.

Scopriamo il Wave Racing Simulation Center

wave racing simulation center professional training italy asus

Come si intuisce dal nome, si tratta di un centro di simulazione per la guida professionale, uno dei più avanzati del Continente. E come potrebbe essere diversamente, data la partnership tra due eccellenze come ASUS e Wave Italy? Quest’ultima nasce proprio con l’obiettivo di offrire esperienze di guida simulata indimenticabili ma allo stesso tempo più fedeli possibili alla realtà. ASUS dal canto suo, grazie ai suoi prodotti di alta qualità dell’amato brand Republic of Gamers, è il perfetto partner per Wave, capace di fornire tutto ciò che serve a rendere le simulazioni eccezionali.

A partire da queste premesse nasce il Wave Racing Simulation Center, una struttura di eccellenza nel proprio ambito. Grazie alle 6 postazioni dinamiche presenti, sarà possibile vivere un’esperienza di guida simulata su pista decisamente fedele, che si tratti di testare una monoposto o una vettura Gran Turismo.

Per ottenere la simulazione perfetta serve la strumentazione giusta. Dai volanti professionali, capaci di offrire riproduzioni di diverse funzioni dal traction control alla ripartizione di frenata, passando per pedaliere che permettono fino a 100 kg di pressione sul freno, per giungere ovviamente agli schermi che regalano un’immersività pressoché totale.

Tutto questo e molto di più è disponibile nel Wave Racing Simulation Center, anche grazie alla sopracitata partnership con ASUS. Qui saranno disponibili ben quattro postazioni GT dedicate ai Sim Racer, per allenarsi o sfidarsi, sia in locale, sia in rete con tutto il mondo. Parallelamente è disponibile anche un Professional Training Center dove i piloti professionisti potranno testare le monoposto e gareggiare uno contro l’altro. Non mancano inoltre corsi specifici di tecniche e strategia di guida competitiva, con la supervisione di un Coach preparato per ricevere suggerimenti e consigli.

La nostra esperienza su pista

wave racing simulation center professional training italy asus

Il 21 marzo abbiamo avuto la possibilità, insieme a diversi esponenti della stampa di settore, di scoprire in prima persona il Wave Racing Simulation Center. Durante la giornata abbiamo imparato molto di più sul mondo del simracing professionale, ma soprattutto abbiamo vissuto l’esperienza di scendere in pista su una monoposto del Professional Training Center.

La giornata si è aperta con un discorso del Presidente di Wave Italy Alex Martinelli, in cui ha sottolineato come i pilastri su cui poggia la compagnia siano tre: passione, determinazione e competenza. A conferma di ciò ha presentato la sua squadra, formata da persone esperte del settore del simracing, ma soprattutto animati da un grande coinvolgimento personale in questo mondo.

Ci ha raccontato inoltre come il Professional Training Center sia uno strumento utilissimo per i piloti. Offre infatti una chance di imparare ogni segreto dei circuiti, potendoli testare in prima persona anche al di là delle restrizioni di regolamento e, ovviamente, budget. Ha inoltre sottolineato quanto sia fondamentale l’apporto dei partner di Wave Italy, da ASUS a Freem Racing e alla stessa Ferrari.

Dopodiché ci siamo lanciati nei test veri e propri. È stata un’esperienza assolutamente emozionante, ai livelli delle aspettative. Entrare nella cabina della monoposto riprodotta fa sentire davvero l’immersione nella simulazione. Legate le cinture, indossati i guanti, si attende il semaforo verde e si parte!

wave racing simulation center professional training italy asus

I primi momenti sono davvero impegnativi, ma piano piano si riuscirà a ottenere un primo controllo della vettura. Ovviamente la strada per riuscire a ottenere performance di alto livello è molto lunga e la presenza di un coach è quasi indispensabile in questo senso.

Più accessibile, ma non meno impegnativa, l’esperienza sul Racing Simulator Center. Qui abbiamo affrontato altri ospiti dell’evento, collegati alle altre tre postazioni disponibili, mentre la nostra gara scorreva sul maxi schermo della sala. Durante la giornata si è tenuto infatti un piccolo torneo e ne approfittiamo per complimentarci con i colleghi che hanno portato a casa il titolo. Chissà che non ci sia occasione di una rivincita nel futuro…

Avete mai provato a vivere un’esperienza di guida simulata? Cosa ne pensate dello sviluppo continuo di questo tipo di tecnologia? Raccontatecelo!

Per maggiori informazioni sul Wave Racing Simulation Center, vi invitiamo a visitarne il sito ufficiale.

Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker