fbpx

L’innovazione non si ferma grazie a WMF 2020
Il festival dell'innovazione si è concluso negli scorsi giorni raggiungendo oltre 1 milione di utenti online


Il WMF Online (Web Marketing Festival), Il più grande Festival sull’Innovazione Digitale e Sociale, si è concluso negli scorsi giorni con un successo clamoroso. Nonostante la prima edizione di quest’anno si sia tenuta online a causa dell’emergenza sanitaria attuale, l’evento è riuscito a raccogliere oltre 1 milione di utenti interessati a scoprire l’innovazione su temi come networking, business, attualità e tecnologia.

In 3 giornate (4, 5 e 6 giugno), si sono alternati sul palco virtuale oltre 250 speaker e ospiti dando vita alla più grande piattaforma di riferimento a livello globale sui temi dell’innovazione, del digitale e della tecnologia. Ospiti collegati e in presenza, come il giornalista Andrea Scanzi o il Robot Sophia, il procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo, Luisa Impastato e tanti tanti altri, hanno fatto da trait d’union tra lo show del palco centrale e l’attività
formativa degli oltre 250 speaker impegnati in 30 sale virtuali.

Cosmano Lombardo, CEO di Search On Media Group e Ideatore del format WMF, ha aperto l’evento affermando: “Questa sala vuota, che per anni è stata il simbolo dell’Innovazione italiana, rappresenta ora un simbolo dell’Innovazione che si diffonderà ovunque. Qui sono rappresentate le aziende, le scuole e tutte le piazze italiane svuotate inizialmente da un virus che ha abbattuto tutto e tutti, ma svuotate ancora di più dalle Istituzioni che non hanno ascoltato quanto la società, la scuola, le imprese e i professionisti chiedevano. Oggi però ripartiamo lo stesso da qui, con l’obiettivo di diffondere l’innovazione non solo in Italia, ma anche all’estero”. 

Durante il coronavirus il WMF va Online

WMF Online fine

Il WMF Online ha saputo declinare e approfondire il tema dell’Innovazione a più ambiti della società. L’inizio dell’evento aveva messo al centro uno degli argomenti sensibili del contesto emergenziale: l’istruzione. Il mondo della scuola è stato infatti colpito in pieno dall’emergenza COVID ed è stato supportato da alcune iniziative avviate dagli stessi docenti. Tra questi troviamo Giulia Zaffagnini, 26 anni, insegnante di laboratorio linguistico a Faenza che ha raggiunto il Mainstage per raccontare la sua idea e parlare, tra le altre cose, del concetto di outdoor education.

Ospiti di punta della giornata inaugurale, il giornalista e scrittore Andrea Scanzi e lo psichiatra, sociologo ed educatore Paolo Crepet che hanno discusso sugli effetti della pandemia sul giornalismo. “Oggi Internet rappresenta uno strumento democratico, paradossalmente forse troppo: fa sì che tutti siamo uguali, ma in questo contesto l’utente deve essere abile nel muoversi tra le notizie e nell’evitare la cattiva informazione”, afferma Scanzi.

L’emergenza Covid-19 ha toccato tutto il mondo del lavoro e delle imprese, costretto a riadattarsi in brevissimo tempo. A discuterne, collegati il Segretario Generale della FIM-CISL (Federazione Italiana Metalmeccanici), Marco Bentivogli, il Presidente di Federmeccanica, Alberto Dal Poz, e il Presidente di Anitec-Assinform, Marco Gay. Paolo Picazio, Head of Italy di Shopify, ha tracciato un interessante quadro sui trend attuali e futuri del mondo e-commerce, al centro di una profonda accelerazione nel contesto pandemico e che ha perciò imposto a molte realtà italiane un adeguamento del proprio modello di business.

Le iniziative al WMF online

Non sono mancate interessanti iniziative nate dalla voglia di fare degli organizzatori e partecipanti del WMF. Lo stesso Lombardo ha affermato infatti: “Abbiamo trasformato luoghi culturali in luoghi della formazione, a partire da Casa Memoria Peppino e Felicia Impastato, che ha ospitato la Sala Voice e Podcast, o l’Arena di Monza, casa del Consorzio Vero Volley. Oppure – continua – l’hackathon online organizzato con il Parlamento Europeo, che ha coinvolto giovani universitari impegnati nel valorizzare, attraverso la comunicazione, le storie di solidarietà di #EuropeicontroCovid-19. Abbiamo riproposto la Startup Competition più grande l’Italia, questa volta online, permettendo ancora una volta a realtà imprenditoriali innovative e agli investitori di incontrarsi. Inoltre, abbiamo organizzato il primo assessment sulle competenze digitali, di cui presenteremo i risultati nelle prossime settimane”.

Tra le iniziative presentate al WMF Online anche l’Area Expo Online, che ha messo in contatto gli utenti collegati con gli oltre 90 sponsor presenti – tra cui Intel, ESA, Shopify, Infinity, Trustpilot, Aruba, Seozoom, Nexi e Manzoni – e il primo Digital Skills Assessment, una valutazione sulle competenze digitali nel nostro Paese che assumono sempre di più un ruolo fondamentale nell’attuale mercato del lavoro.

Questa edizione, inoltre, ha dato il via ad un nuovo progetto di stampo internazionale che vedrà l’estenzione del WMF e delle sue attività di acceleratore anche oltreconfine. È stata ufficializzata e presentata sul Mainstage, infatti, la serie di eventi internazionali che porteranno l’opera di divulgazione del Festival tra Cina, Canada,
Vietnam, Australia, Croazia, Spagna, Bulgaria, Serbia, Francia, Grecia, Tunisia e Malta.

Il futuro tra tecnologia e cultura

La giornata inaugurale è stata lo specchio di quello che poi sarebbe stato il festival nella sua completezza, con uno sguardo rivolto al futuro in cui i vari aspetti della società collaborano tra di loro e si adattano nelle situazioni più difficili. La tecnologia al servizio della società è stato il tema centrale dell’intervento di Antonio Bicchi dell’IIT
(Istituto Italiano di Tecnologia), che, introducendo ancora una volta al WMF il binomio formato da robotica e telemedicina, ha presentato il progetto LHF-Connect. Si tratta di un robot, assemblato con prodotti acquistabili online, che durante la pandemia ha messo in connessione le persone ricoverate in ospedale per Covid-19 e i loro parenti.

Il WMF online, inoltre, in collaborazione con AGIS, ha riaperto i teatri di tutta Italia, che hanno spalancato le proprie porte all’innovazione in un periodo storico particolare. L’intero settore sta infatti affrontando numerose difficoltà. Luoghi dell’arte, palcoscenici, teatri e residenze artistiche hanno riacceso le luci e rialzato simbolicamente i sipari in un toccante video, per un’iniziativa che vuole riportare l’attenzione sul tema della cultura. Sul Mainstage sono poi intervenuti Domenico Barbuto, Direttore di AGIS, Luciano Messi, Presidente ATIT (Associazione Teatri Italiani di Tradizione) e Paolo Imperitura, Responsabile Relazioni Istituzionali dell’Associazione SPIN.

Più legalità e rispetto dell’ambiente

Altri temi di centrali hanno riguardato la lotta alla mafia e la sostenibilità, tema centrale della giornata mondiale dell’ambiente, il 5 giugno. Questa giornata è stata l’occasione per riflettere sulle sfide che ci attendono, come quelle dei cambiamenti climatici, della sostenibilità e dei borghi del futuro, temi sui quali l’innovazione potrà
agevolare l’azione dell’uomo. Nell’approfondimento tematico l’architetto Maurizio Carta ha illustrato il nuovo concetto di urbanismo dove città e borghi potranno “dialogare” proprio grazie all’innovazione e dovranno tendere sempre più a un concetto di sostenibilità ambientale. Nel panel è intervenuto anche Pierre-Philippe Mathieu di ESA (European Space Agency) che ha spiegato come l’agenzia spaziale lavori incessantemente per raccogliere dati per tutelare il nostro Pianeta.

Da Cinisi, Luisa Impastato, nipote di Peppino, ha raccontato la sua testimonianza e la sua lotta contro la mafia, commentando: “È una grande responsabilità che sento e sentiamo: parlo al plurale perché Casa Memoria è
composta da un collettivo di sole donne. Per me è un’eredità tutta al femminile: nonostante siano passati 42 anni la storia di Peppino è ancora sentita e tremendamente attuale”. Anche il cantautore Roy Paci è intervenuto all’interno del panel parlando del suo nuovo brano “Siamo capaci”, uscito in occasione del 28° anniversario della strage di
Capaci dove morirono il giudice Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Antonio Montinaro e Rocco Dicillo.

Il rapporto tra uomo e robot

La giornata conclusiva dell’evento ha riguardato il tema del rapporto tra l’uomo e i robot. In merito a ciò, si è tenuta una brillante intervista con Sophia, il Robot umanoide della Hanson Robotics che ha dialogato – in collegamento da Hong Kong – con Cosmano Lombardo, affrontando temi di attualità. Sophia ha spiegato:  “Ho imparato come possa essere grave il virus. Ma la cosa che mi sorprende è come l’umanità possa rimanere unita e fermarsi per fermare l’epidemia. Le persone sono piene di risorse e creative anche nelle situazioni più spaventose. L’intelligenza artificiale può essere un grande aiuto per l’umanità. In questo momento sta selezionando miliardi di molecole per trovare trattamenti contro il coronavirus e sta monitorando la diffusione del virus nel mondo. Ma nonostante questo, le competenze umane sono decisive per comprendere il risultato, poiché i dati vanno sempre letti nel loro contesto”.

Durante questa giornata si è tenuta anche la finale dell’Hackathon #EuropeiControCovid19, organizzato in collaborazione con il Parlamento Europeo e introdotto dall’intervento del Vicepresidente Fabio Massimo Castaldo. I 5 team finalisti dell’hackathon hanno realizzato campagne di comunicazione su 4 storie di solidarietà durante la pandemia. I team, impegnati nello sviluppo nelle giornate del 4 e 5 giugno, hanno presentato la loro idea davanti alla giuria composta da Alessandro Masala – Breaking Italy, Castaldo ed esperti del settore digitale.

Ad aggiudicarsi la vittoria è stato il team di Aurora, Luna, Irene e Nicola che ha raccontato la storia di Giuseppe Bungaro, 20enne italiano e genio della medicina che ha scoperto come contenere le complicanze respiratorie
del Covid-19 grazie all’ossigenoterapia iperbarica.

La nostra esperienza al WMF Online

Anche noi di TechPrincess abbiamo avuto modo di usufruire degli eventi e degli incontri digitali che si sono tenuti in questi giorni. Grazie ad ospiti eccezionali ed esperti del settore, abbiamo avuto modo di sviluppare le nostre conoscenze in termini di informazione digitale, lotta alle fake news e i cambiamenti e le innovazioni del “fare informazione online”. Anche questo mondo è stato infatti toccato dalla recente emergenza sanitaria e ha dovuto riadattarsi ad una condizione sociale mai vista prima d’ora.

Abbiamo avuto il piacere di assistere ai numerosi eventi e lezioni tenuti da esperti come Ivano Di Biasi, Flavio Mazzanti, Andrea Baggio, Roberto Nardini, Alessandro Viggiani, Irene Bosi e molti altri. Grazie a loro abbiamo potuto scoprire di più sulle social Media Strategies, il linguaggio SEO, i Web Analytics e tanto altro.

Non è finita qui!

L’appuntamento per l’ottava edizione del WMF si terrà infatti il 19, 20 e 21 novembre al Palacongressi di Rimini e IEG.


Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.