fbpx

Zombie Army 4: Dead War, il titolo sviluppato da Rebellion, farà il suo macabro debutto su PlayStation 4, Xbox One e PC a partire da martedì 4 febbraio 2020: scopriamo tutti i suoi segreti con questa recensione! Siete pronti a combattere nuovamente contro Hitler e le sue orde di zombie?

Zombie Army 4: Dead War recensione – Il ritorno delle orde naziste

Zombie Army 4: Dead War è ambientato nel 1946: l’Europa è ormai distrutta a causa del devastante Plan Z messo in atto da Hitler. Il Fuhrer l’anno prima aveva infatti ordinato l’esecuzione di questo piano che prevedeva la resurrezione di tutti i soldati caduti della Wehrmacht come zombie.

In questo nuovo capitolo vestiremo i panni di un gruppo di eroi alla ricerca di Hitler. Purtroppo però non sanno che le sue orde di zombie sono tornate più agguerrite che mai. Il nostro scopo sarà quello di salvare l’umanità da questa apocalisse zombie.

Numerosi nemici di ogni tipo e stazza saranno pronti a metterci i bastoni tra le ruote quindi caricate i fucili e preparatevi a fargli saltare il cervello. Ovviamente sempre con calma e grazia.

LEGGI ANCHE: Zombie Army 4: Dead War, la nostra anteprima

Campagna singola, orda e multiplayer

Zombie-Army-4-Dead-War-Tech-Princess

Una volta arrivati alla schermata principale, potremo scegliere con quale modalità iniziare. Il titolo ci mette davanti tre opzioni differenti: campagna singola, con una storia da seguire, modalità orda e modalità multiplayer. Sinceramente non c’è una modalità con cui iniziare prima o dopo, potete fare come meglio credete.

Il mio consiglio però, se siete nuovi e non avete mai provato un titolo di Zombie Army, è quello di iniziare con la modalità campagna. Questo perché all’inizio ci verrà mostrato un piccolo tutorial in cui ci spiegheranno quali tasti usare, come giocare: insomma, le basi.

Per la modalità campagna e orda, possiamo scegliere una delle tre difficoltà che il gioco ci propone: facile, medio, difficile. La differenza tra le tre difficoltà si sente ma con un po’ di allenamento potrete passare dalla più facile alla più difficile senza troppi problemi.

All’inizio di ogni modalità, dopo aver scelto la difficoltà, dovremo scegliere con quale personaggio giocare e quali armi utilizzare. Ne avremo a disposizione tre: fucile di precisione, fucile a pompa o mitra e infine una pistola. Inoltre avremo un’arma da mischia, coltello o machete.

Nel corso della campagna singola potremo sbloccare numerosi potenziamenti che ci permetteranno di modificare le nostre armi, fino ad ottenere dei veri e propri strumenti di morte.

Per quanto riguarda i personaggi, dovremo sceglierne uno tra i quattro disponibili (ve ne saranno altri due in aggiunta, che però dovremo scaricare). Ogni personaggio possiede delle caratteristiche personali, positive e negative: uno è più forte negli incontri corpo a corpo ma possiede un tempo di rigenerazione della vita dimezzato, un altro è più veloce nella fuga ma più debole ai proiettili etc.

Infine, dopo aver scelto il personaggio, potremo attivare delle abilità che si sbloccheranno nel corso delle storie. Si tratta di abilità di difesa, attacco o generali: a seconda delle nostre preferenze potremo decidere quali fanno al caso nostro.

Ad esempio c’è l’abilità “Ultima Speranza” che ci permette di riacquistare vita sparando ad uno zombie quando ci troviamo in bilico verso la morte.

Zombie Army 4 Dead War Collector's Edition -...
  • Una temibile campagna da 1-4 giocatori
  • Include il box esclusivo Collector's Edition, una Steelbook, un modellino di squalo zombi,
  • Un libro illustrato di 60 pagine, pack personaggio pilota non-morto, gioco su disco e una selezione musicale digitale
Offerta
Zombie Army 4: Dead War - PlayStation 4
  • Una temibile campagna da 1-4 giocatori
  • Armi epiche, skills e upgrades
  • La più grande modalità Orda di sempre

Modalità orda e multiplayer: il divertimento è assicurato

Zombie-Army-4-Dead-War-singola-Tech-PrincessSe per la modalità campagna dobbiamo portare a termine delle missioni in scenari prestabiliti, la modalità orda e multiplayer si presentano più caotiche ma divertenti. Qui avremo infatti la possibilità di giocare in singolo o in cooperativa (un massimo di quattro giocatori) in una mappa scelta e dare inizio al divertimento puro.

Una delle principali particolarità della modalità orda, ad esempio, è che più tempo si resiste all’attacco nemico, più la mappa si amplia, sbloccando così nuove zone che potremo esplorare. Questo elemento renderà la nostra esperienza di gioco difficile ma estremamente divertente, ve lo posso assicurare.

Fate però attenzione perché, nonostante il divertimento, non sarà un’esperienza semplice.

Nella modalità multiplayer, invece, il nostro scopo sarà quello di combattere al fianco dei nostri compagni e di far saltare, ovviamente, qualche cervello. Nel corso di questa modalità la nostra bravura verrà messa alla prova: troveremo numerosi esseri sul nostro cammino e dovremo anche tenere d’occhio i nostri compagni, difendendoli nel caso in cui si trovino in difficoltà.

Nonostante le difficoltà, in entrambe le modalità il divertimento è assicurato poiché dovremo affrontare dozzine di zombie e l’esperienza di gioco realizzata da Rebellion è davvero entusiasmante.

Armi, granate e la X-Ray Kill Cam

Zombie-Army-4-Dead-War-recensione-precisione-Tech-Princess

Nel corso delle varie modalità, avremo la possibilità di cambiare armi in safe-places e in ogni zona di guerra, troveremo una o più scatole che ci permetteranno di ricaricare le munizioni. Il lato positivo è che sono infinite, potrete ricaricare un’arma dalla stessa cassa più e più volte.

Inoltre vi saranno delle casse più piccole in cui troveremo granate da lancio o a frammentazione, che se lanciate e poste in modo tattico, faranno saltare in aria gambe, cervelli e braccia.

L’unico lato negativo che ho trovato è che per aprire le casse delle granate dobbiamo tenere premuto il tasto X mentre, per prenderle, dobbiamo cliccarlo e basta. All’inizio questo aspetto mi ha mandata più volte in confusione, costringendomi a non prenderle perché ero circondata da zombie.

Una volta capito il meccanismo, però, sarà tutto più semplice.

Un elemento estremamente divertente e fatto molto bene è la X-Ray Kill Cam. Ogni volta che metteremo a segno un colpo particolare, che può essere considerato eccezionale, il gioco ci premierà con una sequenza totalmente piena di stile.

Il proiettile infatti verrà mostrato in modalità slow-motion mentre penetrerà nella parte del corpo dello zombie che abbiamo colpito: il tutto in modalità raggi X. Che sia un colpo al cervello, alla rotula o in parti più basse, questa modalità ci farà sentire dei cecchini nati.

Ambiente, grafica e nemici

Zombie-Army-4-creature-Tech-Princess

L’ambiente, oltre alle munizioni, sarà il nostro alleato principale. Nel corso del gioco troveremo delle zone di guerra con oggetti che ci permetteranno di facilitare la nostra esperienza di gioco: bombole di gas da far esplodere, torri che attirano gli zombie e poi esplodono oppure torri che elettrificano il terreno, uccidendo i nemici.

Inoltre troveremo delle grandi casse, di tanto in tanto, con dei potenziamenti a tempo per le nostre armi. Utilizzateli con parsimonia ed attenzione perché potrebbero salvarvi da situazioni complicate.

Uno degli elementi principali che salta all’occhio è di sicuro la grafica. Le ambientazioni racchiudono un’atmosfera macabra e oscura, che trasmette fin dai primi minuti di gioco un senso d’angoscia ed ansia. Esse inoltre sono molto fedeli alla realtà, ci sembrerà infatti di essere sbarcati a Milano, in Sardegna o a Venezia, con dei simpatici gondolieri zombie.

Un altro punto a favore va alla realizzazione dei nemici. Ognuno di loro possiede delle caratteristiche particolari, un’attenzione al dettaglio meticolosa e quasi maniacale e, oltretutto, non c’è uno zombie che non trasmetta inquietudine.

Sono stati realizzati così bene, che sembrano reali. Inoltre gli occhi gialli, avvolti dall’oscurità dei corpi putrefatti, aumentano ancora di più l’atmosfera tetra.

Zombie Army 4: Dead War recensione – tiriamo le somme

Zombie-Army-4-nemici-Tech-Princess

Come concludere questa recensione di Zombie Army 4: Dead War? Possiamo sottolineare che il titolo si presenta come un ottimo prodotto, probabilmente uno dei migliori di questo 2020, adatto a tutti coloro che amano gli zombie ed ucciderli come se non ci fosse un domani.

La grafica è eccezionale ed è caratterizzata da personaggi e nemici che sfiorano la realtà. L’atmosfera è varia: si sente l’orrore della guerra e le conseguenze che porta, mischiato ad un pungente odore di zombie. Si tratta di un titolo trash ma nel senso più buono del termine: insomma, Hitler che porta in vita i nazisti per conquistare l’Europa?Molto divertente come concetto ma realizzato divinamente.

Gli unici punti a sfavore sono l’eccessiva lentezza dei personaggi nel ricaricare le armi e il movimento strano degli zombie: il primo potrebbe metterci in seria difficoltà qualora dovessimo trovarci completamente circondati da zombie che vogliono mangiarci.

Il secondo, invece, può essere fastidioso poiché il movimento degli zombie è imprevedibile: essi barcollano e ciò significa che, a volte, i colpi potrebbero non andare a segno proprio per questo motivo. Infine ho trovato anche difficoltà nel trovare kid medici (oltre a ciò potremo trasportarne solamente uno, il che è negativo).

Nonostante questi piccoli difetti, Rebellion ha realizzato un prodotto in grado di accontentare quasi ogni tipologia di giocatore, rendendo l’esperienza di gioco inquietante ma allo stesso tempo divertente e particolare.

Zombie Army 4: Dead War

Pro Pros Icon
  • Grafica eccezionale
  • Modalità orda e multiplayer divertenti
  • Storia interessante
  • Varietà di nemici
  • Atmosfera inquietante ma divertente
Contro Cons Icon
  • Lentezza nel ricaricare le armi
  • Kit medici introvabili
  • Zombie che barcollano troppo

Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
4
Rabbia
Confusione Confusione
3
Confusione
Felicità Felicità
1
Felicità
Amore Amore
1
Amore
Paura Paura
5
Paura
Tristezza Tristezza
1
Tristezza
Wow Wow
10
Wow
WTF WTF
3
WTF
Veronica Ronnie Lorenzini

author-publish-post-icon
Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.