fbpx

           Iscriviti alla nostra                Newsletter!

Mi iscrivo!

L’industria dei videogiochi cerca ormai da anni di contrastare il nefasto mondo della pirateria, ritrovandosi così coinvolta in una crociata senza fine. Per opporsi all’assalto, le case produttrici hanno tentato centinaia di artifici, rivelatisi quasi tutti vani.

Videogiochi: la pirateria aiuta o danneggia?

Tra l’altro, al di fuori dell’etica morale, le teorie di marketing in questo campo sono infinite e si diramano in più direzioni: c’è chi dice che la pirateria influisce poco e niente sull’economia dell’industria videoludica (in quanto la maggior parte delle persone in possesso di copie abusive, non avrebbero mai comprato il videogioco originale); chi afferma che il gioco va esclusivamente acquistato in copia originale; chi invece sostiene che più gente giochi (in un modo o nell’altro) più il nome si diffonde; e chi addirittura invece di farne un nemico ne ha fatto un divertente punto di forza, contrastando la pirateria con… la pirateria.

Leggenda narra che persino Playstation avesse reso molto semplice la modifica della propria console per far girare i giochi piratati e abituare così un’intera generazione di utenti ad utilizzarla.

Ecco a voi 10 esempi fantasiosi di sistemi anti-pirateria applicati all’interno dei videogiochi grazie a programmatori che hanno dato sfogo all’originalità, non solo per difendersi da questa piaga, ma anche per poterla sfruttare a proprio vantaggio.

#1 – Game Dev Tycoon (2012)

videogiochi pirateria

In questo gioiellino in pixelart nato nel 2012 il protagonista dovrà fare i big money inventando e producendo videogiochi, partendo dunque dal classico garage fino ad arrivare a possedere uffici sempre più grandi ed uno staff sempre più numeroso.

Il videogioco è stato reso celebre da una particolare misura anti-pirateria. Gli sviluppatori stessi hanno messo online una versione pirata del gioco con una piccola aggiunta. Quale? Il giocatore riceve il seguente messaggio «Capo, sembra che molti dei giocatori che stanno giocano al nostro nuovo gioco, abbiano preferito rubarlo scaricando una versione pirata invece di compralo legalmente. Se i giocatori non acquistano i giochi che apprezzano, primo o poi finiremo in bancarotta.». Conseguentemente all’arrivo del messaggio, il gioco termina inevitabilmente, con il protagonista che finisce in bancarotta a causa della pirateria.

#2 –The Sims 4 (2014)

The Sims ci tiene all’etica morale, basti notare con quanta educazione vengono messi dei pixel censuranti ogni volta che uno dei personaggi va in bagno o si spoglia. Bene, vi farà piacere sapere che chiunque abbia scaricato il gioco in versione pirata, si ritroverebbe a giocare ad un videogioco con uno schermo completamente ricoperto con pixel simili alla censura sopracitata, rendendolo qualitativamente più scadente.

#3– Batman: Arkham Asylum (2009)

Videogame pirateria

Anche questo videogioco con protagonista il Cavaliere Oscuro ha avuto una versione pirata creata direttamente dai suoi programmatori; sembra infatti che ad un certo punto il protagonista si ritrovi impossibilitato a planare e, di conseguenza non potrà andare avanti nella storia.

Le lamentele all’interno dei server ufficiali si sono sprecate, e la risposta di Eidos è stata leggendaria: “Il problema che hai riscontrato riguarda la protezione anti-pirateria, ed è pensato per colpire chi scarica le versioni del gioco piratate senza pagare. Non è un bug nel codice del gioco, è un bug nel tuo codice morale”.

#4 –Mirror’s Edge (2008)

Chi non si è appassionato a Mirror’s Edge, il gioco che fonde parkour e azione (il tutto in prima persona)? Bene, la bellezza di questo gioco sta proprio nelle acrobazie della protagonista Faith Connors, che si cimenta in mirabolanti salti da un palazzo ad un altro. E se i creatori del gioco avessero creato una versione pirata in cui la protagonista rallenta drasticamente la sua corsa prima dei salti importanti? Non resta altro che schiantarsi al suolo rendendo il gioco decisamente meno interessante.

#5 –Day of the tentacle (1993)

Videogame pirateria

Un’ avventura grafica punta e clicca che ha fatto la storia (un po’ come tutti i giochi della Lucas Arts). Lo scopo è salvare il mondo dal tentacolo viola che, dopo aver bevuto dei rifiuti radioattivi, diventa intelligente e gli crescono non una, bensì due braccia! Il tutto in un’intrecciata collaborazione tra i tre protagonisti persi in tre epoche temporali differenti.

Per fare questo però, poco dopo l’inizio del gioco Bernard dovrà aiutare il Dr Fred a costruire un macchinario per avviare il Cron-O-Binetto… peccato che per farlo, bisognava essere provvisti di un codice consultabile solo all’interno delle pagine del manuale ufficiale, presente esclusivamente all’interno della scatola d’acquisto.

In realtà un po’ tutti i giochi della Lucas (da Monkey Island a Indiana Jones) hanno utilizzato questo tipo di codici per rendere difficoltosa la pirateria.

#6 –Serious Sam 3: BFE (2011)

Sparatutto croato in prima persona, Samuel “Serious Sam” Stone ha solo un obbiettivo: sconfiggere i cattivi venuti dallo spazio e salvare la terra. Anche in questo gioco gli sviluppatori non hanno dato freno alla fantasia; infatti se il gioco fosse risultato non originale, il programma avrebbe sguinzagliato Adult Arachnoid, un mostro immortale simile ad uno scorpione gigante intento ad uccidervi. L’unica cosa che rimaneva da fare era scagliargli addosso tutto l’armamentario a vostra disposizione per poi soccombere inevitabilmente ad una brutta fine.

#7 – GTA IV (2008)

Nel quarto capitolo di GTA, il protagonista Niko Bellic si ritrova invischiato con la Mafia Russa, il tutto condito da una buona dose di rapimenti, estorsioni, omicidi, risse, sparatorie. Insomma, il solito tran tran che contraddistingue la ridente cittadina di Liberty City.

Oltre a richiedere l’autenticazione online al momento dell’installazione, i programmatori hanno creato un bug con il quale, se il gioco non viene riconosciuto come originale, la telecamera oscillerà in un perenne ‘effetto ubriachezza’ che disturberà molto la giocabilità sino a renderla praticamente impossibile.

#8 – Far Cry 4 (2014)

Videogame Pirateria

Sparatutto in prima persona che troviamo sia scenograficamente meraviglioso. Ambientato nel Kyrat, una fertile regione dell’Himalaya, il gioco è costellato di montagne innevate, pianure fiorite e grotte enormi. Gli sviluppatori hanno reso impossibile la regolazione del campo visivo per chiunque abbia scaricato una versione pirata del videogioco, rendendo il videogame fastidioso nel gameplay. D’altronde, quando ti abituano a certe comodità, è difficile tornare indietro.

#9– Dark Souls (2011)

Videogame pirateria

Oltre a voler castigare tutti coloro che avevano scaricato illegalmente il gioco, i creatori di Dark Souls hanno voluto dare una lezione anche ad alcuni rivenditori giapponesi che avevano distribuito copie del gioco prima del lancio ufficiale: chiunque avesse acquistato il videogioco in maniera non consona, si sarebbe ritrovato nei primi momenti della storia a dover combattere con un Black Phantom al massimo della forza (un po’ come quando chiami tuo cugino più grande per dare una lezione al compagno di scuola che ti ha fatto lo sgambetto).

#10– The Witcher 2 (2011)

Sono stati inseriti differenti bug per poter difendere questo gioco dalla pirateria. Infatti le copie pirata commercializzate dalla stessa casa di produzione hanno differenti modi per farti passare la voglia di giocare. Nel momento in cui vestirai i panni di Gerald all’interno di una versione piratata, potrai essere ucciso nelle prime ore del gioco, o ti ritroverai innamorato di tua nonna, con tanto di intensa scena d’amore (no, non stiamo scherzando)!

E voi quanti videogame conoscete con un sistema anti-pirateria simpatico e originale?

OffertaBestseller No. 1
ETPARK Console di Gioco Portatile, Console...
  • ▲ 400 giochi Super Classic integrati --- Tutti i giochi retrò incorporati nei giochi 400 FC, tra cui Super Mario,...
  • ▲ Supporto per giocare in TV e gioco a due giocatori --- C'è un cavo di uscita AV e un delizioso gamepad in modo da...
  • ▲ Batteria ricaricabile al litio di grande capacità da 800 mAh --- Batteria al litio ricaricabile integrata 800mAh...
Bestseller No. 2
Sony Playstation Classic - Console + 2...
  • Contiene Console, 2 controller e cavi di connessione
  • Nella console saranno pre-caricati 20 titoli classici: Battle Arena Toshinden, Cool Boarders 2, Destruction Derby,...
  • La mini console è circa 45% più piccola rispetto alla PlayStation originale, della quale emula l’aspetto generale,...
OffertaBestseller No. 3
SeeKool Pandora's 9D Console per videogiochi...
  • 🕹️ 2700 Arcade Game Console: sia per portare nostalgici ricordi d'infanzia di adulti, può portare ai bambini una...
  • 🕹️ Giochi incorporati 2700: Pandora's 9D è l'ultima versione della console di gioco per console interattiva per 4...
  • 🕹️ Materiale: pannello in acrilico, altoparlanti incorporati, nessun dispositivo di riproduzione audio aggiuntivo,...

Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
8
Rabbia
Confusione Confusione
1
Confusione
Felicità Felicità
6
Felicità
Amore Amore
1
Amore
Paura Paura
2
Paura
Tristezza Tristezza
10
Tristezza
Wow Wow
1
Wow
WTF WTF
13
WTF
Enrico Natalini

author-publish-post-icon
il suo DNA è composto al 100% di cultura trash e underground. Che siano libri, film, fumetti, serie tv, spettacoli teatrali, mostre o televendite è un segugio per tutte quelle chicche che sopravvivono all'insaputa del mainstream. Di lui dicono che è come un cartone animato, non ha capito bene se sia un complimento o meno, ma a lui piace.
                   Vuoi rimanere sempre aggiornato?

           Iscriviti alla nostra                     Newsletter!

                                   Tranquillo, ti disturberemo solo
                                      una volta al mese...per ora! 👹
Mi iscrivo!
close-link

           Iscriviti alla nostra                Newsletter!

Mi iscrivo!
close-link