Tech

36 proiettori DLP Panasonic invadono gli spazi di Fiera Milano Congressi

In occasione della riqualificazione degli spazi derivati da Fiera MilanoCity, Fiera Milano Congressi ha deciso di mettere mano all'impiantistica audio/video per offrire un servizio in house omnicomprensivo, all'avanguardia e flessibile. Ecco perché ono stati scelti i proiettori Panasonic dotati di tecnologia DLP. In particolare si tratta di 30 PT-RZ770 laser da 7.200 lumen e 6 PT-DZ21K2 a lampada, da 20.000 lumen.

I motivi della scelta

"Fino al dicembre 2016 l’azienda si rivolgeva ad un service esterno per gestire l’impiantistica Audio/Video. Dal 2017 è stato deciso di creare una struttura interna, capace di offrire servizi ancora più evoluti e su misura per il cliente – spiega Francesco Conci, CEO di Fiera Milano Congressi – La decisione di realizzare una struttura autonoma, interna al MiCo, rientrava in
un processo di riorganizzazione e ristrutturazione generale degli spazi di Fiera Milano".

Oggi il MiCo comprende 3 sale plenarie da 2 a 4.000 posti, compreso un Auditorium da 1800 posti e 28 sale congressuali adibite alle conferenze, con allestimento base che provede videoproiettore impianto audio, 3 microfoni a filo e tavolo relatori con podio.

"Quando è stata presa la decisione di organizzare all’interno una struttura specializzata nell’allestimento AV, la prima cosa che abbiamo dovuto affrontare è stata la scelta dei videoproiettori. Definita la luminosità di circa 8 mila lumen, in base alla distanza e alla dimensione dello schermo, abbiamo optato soprattutto per la tecnologia di illuminazione a laser. La scelta dei proiettori rispecchia l’intenzione originale di mantenere una differenziazione merceologica dell’offerta, tra sale plenarie e congressuali", spiega Conci.

Le caratteristiche dei due modelli

Ecco perché i 30 proiettori PT-RZ770 sono stati installati nelle sale congressuali, mentre sei PT-DZ21K2 sono stati dedicati alle sale plenarie. Entrambi adottano la già citata tecnologia DLP, a chip singolo per il primo modello e a 3 chip per il secondo. Il PT-RZ770, inoltre, ha il corpo illuminante composto da due matrici laser accreditato di una vita utile di 20mila ore, nessun cambio di filtro dell’aria, engine ottico resistente alla polvere e la possibilità di accensione e spegnimento istantanei, oltre ad una maggior efficienza energetica.

Il modello PT-DZ21K2 si distingue invece per i suoi 20.000 lumen ma anche per le dimensioni compatte e il peso contenuto di 43 kg.
Daniela Karakaci, Field Marketing Manager Panasonic VSS Italia, ha commento: "Quattro lampade, basso TCO ed elevata affidabilità sono le caratteristiche che hanno reso protagonista questo modello della nostra gamma professionale in numerose installazioni di
successo, in settori diversi. Il PT-DZ21K2 rappresenta un punto di riferimento all’interno della propria categoria, nella quale vanta un market share superiore al 60%”.

Tags

Team di redazione

L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker