Tech

3Bmeteo compie 20 anni: storia e segreti di un’azienda tutta italiana

PONTE SAN PIETRO – La sede di 3Bmeteo non è il polo tecnologico che vi aspettate. Nel 2014 l’azienda si è infatti trasferita in un’antica villa situata nel comune di Ponte San Pietro (BG). Immersi nel verde e circondati da edifici ora completamente rivalutati, meteorologi, fisici ed esperti di ogni genere lavorano incessantemente per dare a migliaia di utenti le previsioni che cercano.

20 anni di esperienza

Dietro ad uno dei portali più visitati d’Italia e alla relativa app però ci sono tanto lavoro e tanta esperienza. 3Bmeteo infatti non è un player dell’ultima ora. L’azienda gettò le sue basi nell’ormai lontano 1999, anno in cui un gruppo di appassionati di meteorologia decise di unire idee e risorse per iniziare a fare consulenza meteo offline. Qualche mese dopo nacque il sito web, seguito naturalmente dall’arrivo dei primi piccoli clienti.

Facciamo un salto in avanti di 3 anni e arriviamo al 2002. Il motivo? È questo l’anno di costituzione di Meteosolutions, società inizialmente basata sul B2B. Le cose però si sono naturalmente evolute. 3Bmeteo cresce portando con sé i primi introiti pubblicitari e nuovi collaboratori provenienti da tutta Italia. A loro vengono affidate una serie di macro-settori con il compito di validare e correggere i dati automatici.

E oggi? Oggi 3BMeteo è un colosso del settore, annovera tra le sue schiere Paolo Corazzon, noto meteorologo della TV nazionale privata, e ha ottenuto la certificazione ISO 9001:2005 e l’attestazione di azienda operante secondo le linee guida del WMO (World Meteorological Organization). Un primato, quest’ultimo, che elegge 3BMeteo primo brand meteo europeo privato capace di rispettare standard professionali altissimi, normalmente raggiunti solo da società pubbliche.

L’importanza del tocco umano

Il segreto del successo? Secondo Massimo Bettinelli, Amministratore delegato dell’azienda, è il tocco umano. La maggior parte dei servizi analoghi infatti si ferma solo allo sviluppo dei dati: vengono elaborati modelli matematici per poi arrivare subito all’output finale.  3Bmeteo però fa un passo in più: l’analisi. Gli esperti infatti prendono quanto fornito dalle macchine e lo rivedono, validando o eventualmente modificando i dati.

Esiste poi un ultimo step: la diffusione. Le previsioni infatti arrivano al settore Media, che gestisce la pubblicazione su TV e radio, e a quello Digital, che si occupa invece di app e sito web.

A caccia di Tornado

Prendete un meteorologo, unitelo ad altri colleghi amanti dell’avventura e della natura e portateli negli USA. A fare cosa? A caccia di Tornado. Sono gli ingredienti del Tornado Tour, un viaggio mozzafiato che ha permesso agli esperti di 3Bmeteo di andare in missione ed immortalare questo incredibile fenomeno.

Negli USA non abbiamo solo realizzato splendidi live per il nostro pubblico, ma abbiamo anche ripreso, fotografato e registrato molto materiale che dobbiamo ancora diffondere“, ha spiegato Paolo Corazzon.

Insomma, non solo analisi dei dati ma anche un’eccitante esperienza sul campo!

Tags

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker