FeaturedViaggi

Air France e KLM: social e tecnologia per un’esperienza sempre più smart

Numeri impressionanti quelli di Air France – KLM. Nel 2018 la holding francese ha trasportato 100 milioni di passeggeri, collegato 300 destinazioni e raggiunto ben 116 Paesi, incluso ovviamente il nostro. In Italia infatti il gruppo, che include Air France, KLM, Transavia, HOP! e Joon, copre 12 aeroporti offrendo circa 500 voli la settimana. Impressionati? Beh, sappiate che non è finita qui. Quest’anno infatti Air France – KLM aggiungerà ben 3 nuove città situate proprio nel nostro Paese: la compagnia francese coprirà Palermo e Olbia, mentre quella olandese introdurrà la tratta Napoli – Amsterdam.

L’aumento di aeroscali e di posti messi a disposizione dei viaggiatori però è solo parte del grande piano della holding per il 2019. L’altro importante aspetto riguarda l’innovazione tecnologia, l’ormai sempre più centrale utilizzo dei social network e naturalmente il rispetto della tradizione.

Air France – KLM: chat bot, applicazioni e assistenti vocali

A trainare l’evoluzione tecnologica della holding è soprattutto KLM. La compagnia aerea olandese è ormai una vera pioniera nell’introduzione di servizi pensati per aiutare i passeggeri prima, dopo e durante il volo.

Si parte dal sistema che sfrutta Google Assistant per aiutarvi a prenotare il vostro viaggio. A renderlo possibile è BB (Blue Bot), progettato non solo per rispondere ai comandi vocali ma per aiutarvi anche tramite l’utilizzo di Facebook Messenger. Non è finita qui: BB si autoperfeziona, proprio come un compagno di viaggio, ed è dotato di una sua personalità. Lo so, vorreste tanto provare ad usare il vostro smartphone o Google Home per cercare il volo dei vostri sogni, ma purtroppo non è possibile: l’assistente è infatti disponibile solo in inglese e olandese, almeno per ora.

KLM però non pensa solo alle vostre prenotazioni, ma anche al pagamento. Ecco perché è possibile acquistare un biglietto sia con Apple Wallet che con Google Pay, scaricando poi la carta d’imbarco che viene archiviata all’interno di entrambe le applicazioni. Una volta effettuato l’acquisto, dovrete però fare i bagagli. Preoccupati per le dimensioni della valigia? Potete usare l’app di Messenger della società per assicurarvi che il vostro bagaglio a mano venga accettato a bordo. Il tutto grazie alla realtà aumentata.

L’assistenza continua anche in aeroporto. KLM ha recentemente introdotto un nuovo divertente intrattenimento che potete sfruttare grazie a Facebook e alla fotocamera del vostro telefono. Si chiama Tune Into Your Travel, è un passatempo interattivo e vi consente di esplorare varie scenografie virtuali e di seguire simpatici personaggi animati che ballano a ritmo di musica. Questa funzione vi consente poi di scattarvi selfie buffi e originali utilizzando musica, immagini ed effetti sonori di ogni genere.

Per coloro che invece rimangono a casa c’è il servizio Family Updates. A cosa serve? Semplice: potete creare una chat di gruppo su WhatsApp e lasciare che sia KLM ad aggiornare parenti e amici. Qui vengono inviati aggiornamenti sullo stato del volo, inclusi problemi e ritardi. Purtroppo Family Updates è al momento disponibile solo in inglese, ma la compagnia è pronta ad estenderlo in altre lingua e ad altri canali social.

E dopo il viaggio? KLM non vi abbandono. I passeggeri possono usare Milestones, una funziona dell’app che vi permette di visualizzare un’ampia varietà di informazioni personali sulla vostra cronologia dei voli. Qui potete scoprire quanti chilometri avete percorsi, quanto spesso volate, quante destinazioni avete raggiunto e quanto tempo avete passato a bordo di un aereo.

Un vero innovatore

Non solo app e social. Tra le innovazioni introdotte da KLM troviamo anche il Travel Coach, un assistente personale che propone una serie di consigli personalizzati ai clienti basandosi su interessi, passioni e curiosità, e Car-E, un piccolo e sofisticato dispositivo che facilita gli spostamenti in aeroporto.

Da non dimenticare infine la nuova iFly Virtual Reality. Il suo scopo è quello di portarvi in un viaggio virtuale per sperimentare e scoprire il mondo.

Eccellenza e tradizione per Air France

Mentre il lato olandese della holding si concentra sulla tecnologia, Air France ha deciso di puntare su vino e cibo. Un binomio sempre vincente e soprattutto apprezzato. Di cosa sto parlando? Ve lo spiego subito. Il colosso d’oltralpe ha deciso di affidare a 7 chef stellati la proposta gourmet per i passeggeri della classe La Première e Business. I 7 maestri della cucina francese parteciparono quindi alla creazione del menù, alla scelta dei prodotti e all’introduzione di nuove ed esclusive ricette.

La Première:
Da gennaio a marzo: Michel Roth
Da aprile a giugno: Joël Robuchon1
Da luglio a settembre: Régis Marcon
Da ottobre a dicembre: Emmanuel Renaut

Classe Business:
Da gennaio a marzo: Anne-Sophie Pic
Da aprile a giugno: Arnaud Lallement
Da luglio a settembre: Guy Martin
Da ottobre a dicembre: Michel

Air France rinnova poi l’offerta di vini e liquori per offrire varietà ai propri clienti. Tutto questo per tutti i passeggeri, inclusi coloro che viaggiano in Economy.

E i più piccoli? Beh, per loro naturalmente niente alcolici, ma un vassoio speciale dedicato ai piccoli tra i 6 e i 24 mesi e composto da un vasetto di cibo salato, uno di dolci, latte e biscotti. Tutto rigorosamente biologico. Per i più grandicelli invece c’è un pasto equilibrato, divertente e facile da consumare. Insomma, la compagnia francese pensa proprio a tutti.

Tags

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker