fbpx
mir music inside rimini pioneer dj claudio coccoluto

Al Music Inside Rimini, con Pioneer DJ e Claudio Coccoluto


Qualche giorno fa sono stato a Music Inside Rimini, evento unico dedicato al mondo dell’innovazione nel campo musicale. Una giornata completamente immerso nell’ambiente della musica, in particolare della tecnologia che permette di portare in scena grandi spettacoli live. Dalle luci, agli impianti audio, agli effetti scenici e ai palchi, passando ovviamente per le console, che grandi artisti come Claudio Coccoluto (uno dei principali ospiti dell’evento) utilizzano per creare show indimenticabili. In questo articolo voglio raccontarvi com’è andata e cos’ho scoperto su questo affascinante mondo.

Pioneer DJ, la storia dell’elettronica italiana (e non solo)

mir music inside rimini pioneer dj
Ph Raoul Grandolfo

MiR, acronimo di Music Inside Rimini, è un evento giunto ormai alla sua quarta edizione, che si sta affermando come un vero punto di riferimento per tutta l’industria della musica live. In questa manifestazione si può trovare tutto ciò che serve per un grande spettacolo dal vivo. Tante grandi aziende dell’ambiente portano i propri prodotti più innovativi, che si tratti di strumenti musicali, impianti audio, sistemi video o molto altro ancora.

Non poteva ovviamente mancare Pioneer DJ. Questa azienda da decenni vive uno strettissimo rapporto con il mondo della musica live. I suoi prodotti sono stati e sono tuttora protagonisti assoluti della scena clubbing italiana e non solo e hanno aiutato la nascita e l’affermarsi di generazioni e generazioni di deejay in tutto il mondo. Una vera leader di mercato, che all’interno dello spazio espositivo di Frenexport a MiR, ha come sempre portato grande spettacolo.

Questo grazie alla presenza delle quattro incredibili deejay belga Iris Menza, DJ Kobalt, Anna Kail e TACH, ma soprattutto di un’icona della scena italiana come Claudio Coccoluto. Questi artisti hanno animato il palco di Pioneer DJ, offrendo uno spettacolo unico agli appassionati che hanno preso parte all’evento.

L’azienda ha presentato la propria linea Pro Audio, una serie di prodotti professionali per la diffusione del suono, ma soprattutto tanti nuovi strumenti per live set e per i Producer. Tra questi ultimi spicca SQUID, nuovo sequencer multi-traccia, che Claudio Coccoluto ha utilizzato per uno specialissimo show, primo deejay in Europa a farlo.

Un viaggio nel mondo della musica elettronica con Claudio Coccoluto

mir music inside rimini pioneer dj claudio coccoluto
Ph Raoul Grandolfo

Durante la giornata che ho passato a MiR ho avuto modo di assistere a due incontri nello specifico dedicati alla scena italiana. Il primo riguardava l’aspetto più organizzativo e vedeva al centro i curatori di diversi festival nazionali, dall’Ortigia Sound System Festival al Club To Club di Torino, fino al Robot di Bologna e al Nameless Music Festival.

Realtà che, pur animate da una passione simile, sono molto diverse tra loro ed è stato appassionante scoprire come queste differenze siano fondamentali per caratterizzare i diversi eventi. Ognuno di loro ha una sua anima, che li identifica e li rende unici. Conoscere i processi che portano alla nascita di manifestazioni di questo tipo, tra passaggi organizzativi e scelte di direzione artistica, è stato affascinante.

Ancora più incredibile è stato però forse il secondo panel a cui ho potuto partecipare. Al centro dell’incontro c’era il confronto tra due generazioni della scena elettronica. Sul palco, moderati da Damir Ivic, si sono incontrati e raccontati Alex Neri, Fabio Florido, Parisi, Fabio B e il sopracitato Claudio Coccoluto.

I relatori hanno sviscerato l’evoluzione della scena italiana, dal punto di vista tecnologico ma non solo. Il cambiamento degli ultimi anni è stato a 360 gradi, dando vita a una trasformazione non solo degli ambienti in cui si sviluppa e prospera, ma anche nel ruolo del performer e della sua vita. Sentirlo raccontare da vere e proprie leggende di questo ambiente è stato incredibile.

Claudio Coccoluto, dal vinile allo SQUID

mir music inside rimini pioneer dj claudio coccoluto
Ph Raoul Grandolfo

Uno degli eventi principali della giornata è stato un esclusivo live show di Claudio Coccoluto, a cui ho avuto la possibilità di assistere dalla prima fila. Il deejay, considerato il Maestro del vinile, ha messo da parte per l’occasione i giradischi classici per cimentarsi in uno spettacolo a base di sintetizzatori e drum machine. Tra questi anche il sopracitato SQUID, nuovo prodotto Pioneer DJ, usato per la prima volta in Europa per un live.

Questo strumento, parte della gamma TORAIZ dell’azienda, offre una possibilità unica per creare sequenze musicali in studio, ma allo stesso tempo lasciare spazio all’improvvisazione dal vivo. Funzioni come Running Director, che permette di modificare la direzione di riproduzione dei pattern sui 16 pad disponibili, Groove Bend o Speed Modulation regalano agli artisti nuove strade da percorrere nei propri spettacoli.

Ed è proprio questo che ha fatto Claudio Coccoluto, lanciandosi in una performance eccezionale. La sua esibizione ha raccolto un pubblico enorme, dimostrando non solo le potenzialità dello strumento, ma anche l’estro creativo di questo artista.

A fine esibizione, il deejay ha voluto fare un approfondimento per gli appassionati presenti all’evento. Ha spiegato nel dettaglio il processo con cui ha creato il suo show, mostrando alcune delle incredibili possibilità offerte da SQUID. Un’occasione unica per avere degli insight sulle modalità con cui creare nuova musica tramite questo strumento.

Un’esperienza davvero indimenticabile

mir music inside rimini pioneer dj claudio coccoluto
Ph Raoul Grandolfo

Insomma, come potete intuire, la mia esperienza al Music Inside Rimini al fianco di Pioneer DJ è stata davvero affascinante. Una giornata passata ad approfondire il mondo e la storia della musica live, al fianco dei grandi protagonisti di questo ambiente. Avere l’occasione di sentire i racconti di vere e proprie leggende del settore come Alex Neri e appunto Claudio Coccoluto è stata un’emozione unica, che porterò con me per lungo tempo. Un momento di crescita non solo professionale, ma anche personale.

Ringrazio quindi Pioneer DJ per questa possibilità eccezionale e tutte le persone che ho incontrato durante l’esperienza. Parlare con loro, ma soprattutto ascoltare le loro storie, mi ha permesso di approfondire questo incredibile mondo da una prospettiva unica. Una giornata che, davvero, non dimenticherò mai.

Per maggior informazioni su Pioneer DJ e sui prodotti che offrono, vi invitiamo a visitare il loro sito ufficiale.

[amazon_link asins=’B07F1N77LM,B07B4YYB2R,B07H3W77LY’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’55e7f8cc-13f3-49ca-b5dc-f925df1b7f16′]


Mattia Chiappani

author-publish-post-icon
Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link