fbpx
CulturaNews

Amazon dona 4 milioni di Euro alle scuole italiane

Con la seconda edizione di "Un click per la Scuola", Amazon dona alle scuole italiane 4 milioni di Euro

Con la seconda edizione di “Un click per la Scuola“, Amazon ha donato un credito virtuale di 4 milioni di Euro alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo e di secondo grado del territorio italiano. La donazione si deve agli utenti che hanno effettuato acquisti su Amazon, scegliendo a quale istituto scolastico inviare il supporto economico. Ma l’iniziativa non è stata rivolta soltanto alla scuola. Migliaia di piccole e medie imprese italiane hanno avuto occasione di vendere i propri prodotti tra quelli idonei al sostegno alle scuole. In questo modo l’iniziativa di Amazon ha assicurato un supporto anche a tantissime PMI nazionali.

Amazon: la scuola italiana riceve una donazione virtuale di 4 milioni di Euro

Siamo molto felici che la seconda edizione di ‘Un click per la Scuola’ abbia permesso di superare di più del doppio le donazioni in crediti virtuali effettuate da Amazon.it alle scuole rispetto allo scorso anno, fornendo così agli istituti un aiuto ulteriore nelle loro attività didattiche, come testimoniano i commenti di alcune delle scuole che hanno partecipato al programma“. Così Giorgio Busnelli, Director Consumer Goods di Amazon, ha commentato l’iniziativa. Come potete immaginare, 4 milioni di Euro sono una cifra importante. E le scuole avranno l’opportunità di utilizzare questi crediti virtuali per acquistare tutti i prodotti utili per l’attività di studenti e docenti.

Articoli sportivi e/o di cancelleria, attrezzature elettroniche, strumenti musicali e molto altro ancora. Qualunque prodotto deve essere acquistato entro il 23 Maggio 2021, e sarà poi inviato direttamente presso la sede della scuola. Al momento, tra i prodotti più richiesti ci sono pennarelli e carta da stampare, giochi educativi, accessori e prodotti elettronici, tablet e laptop. Insomma, il contributo di Amazon alla scuola sembra essere più che sostanzioso. D’altronde, in un anno in cui la didattica digitale ha visto un boom tanto notevole la piattaforma di e-commerce ha voluto dare il suo sostegno. E di questo le scuole italiane la ringrazieranno ssenza dubbio.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button