fbpx
LEGO Signore degli Anelli Tech Princess

LEGO: Il Signore degli Anelli ora è di nuovo su Steam
Anche se non ha fatto l'upgrade come Gandalf dopo il Balrog, è ancora uno spasso da giocare


LEGO: Il Signore degli Anelli e LEGO: Lo Hobbit sono tornati su Steam. I videogiochi basati sui libri di Tolkien (o forse più sui film di Peter Jackson), che ricreavano mondi fantasy virtualmente con le forme squadrate delle costruzioni giocattolo più famose al mondo, erano spariti nel 2019. Ma sono tornati.

LEGO: Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit erano persi nelle tenebre

Cosa ha mai potuto essere così potente da far scomparire due interi videogiochi da Steam? Forse  è colpa del potente Sauron, che ha usato un anello per domarli, trovarli, ghermirli ed incatenarli nella Terra di Mordor, dove l’Ombra cupa scende?

LEGO Signore degli AnelliForse, anche se è più probabile che una disputa sui diritti d’autore legati ai due universi. Infatti, sebbene altri giochi basati sul mondo del Signore degli Anelli, come Terra di Mezzo: L’Ombra di Mordor, non siano stati rimossi, così come altri giochi a marchio LEGO siano rimasti tranquilli su Steam, è possibile che il bilanciamento tra le due si sia complicato. Sono solo speculazioni, ovviamente. Ma i diritti d’autore sono un alchimia complicata, più della convivenza degli elfi e dei nani in battaglia. Speriamo che non succeda nulla di simile per la nuova collaborazione fra LEGO e Super Mario, non so se potrei reggerlo.

Di nuovo su Steam

Ora invece sia LEGO: Il Signore degli Anelli che LEGO: Lo Hobbit sono tornati su Steam, giocabili tranquillamente su PC. Non si sa che cosa abbia riportato i giochi sulla retta via, anche se probabilmente si sono decisi ad usare le aquile, che era la soluzione migliore dall’inizio. Quello che è certo, è che non potevano scegliere momento migliore per tornare. La voglia di Signore degli Anelli si è riaccesa grazie alla nuova serie che arriverà su Prime Video sulla Seconda Era della Terra di Mezzo, oltre che all’annuncio del gioco su Gollum per PlayStation 5.

La voglia di LEGO, invece, non si era mai spenta.


Stefano Regazzi

author-publish-post-icon
Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link