fbpx
News

Android è il sistema operativo più vulnerabile degli ultimi 20 anni

Sulla base delle recenti informazioni rilasciate dal National Vulnerability Database degli Stati Uniti , TheBestVPN è ha pubblicata un’analisi in cui sono mostrati i sistemi operativi e le tecnologie più vulnerabili, nella finestra temporale che copre dal 1999 al 2019. La notizia, che forse per molti appare scontata, è che Android occupa una posizione di rilievo all’interno dell’elenco, qualcosa che riapre il dibattito su quanto sia sicuro usare questo sistema operativo. Bisogna però chiarire che tutte le versioni di Android sono raggruppate sotto un’unica voce, mentre altre tecnologie o sistemi operativi, come Windows, sono suddivisi. Nonostante ciò, è interessante conoscere i dati del rapporto poiché offre una buona visione globale a livello di sicurezza su tutte le tecnologie più utilizzate nel mondo negli ultimi 20 anni.

Android, al primo e secondo posto nell’elenco

Nell’elenco dei 20 prodotti con più vulnerabilità dal 1999 al 2019 Android è al secondo posto in questa finestra temporanea, sotto Debian e sale al primo posto se ci concentriamo solo sull’anno 2019.

AndroidI sistemi operativi aperti, come al solito, sono al centro delle vulnerabilità. Proposte come macOS o iOS non compaiono nemmeno nell’elenco del 2019, Nello specifico caso di Debian Linux l’elenco mostra un totale di 3.067 vulnerabilità dal 1999 al 2019, mentre Android segue con 2.563. Se parliamo dell’anno 2019, Android è in testa alla lista con un totale di 414 vulnerabilità. Fatto curioso, è che con il 2019 è la terza volta che Android è in cima alla lista di questo poco entusiasmante elenco, dal momento che anche nel 2016 e nel 2017 è al primo posto.

AndroidÈ importante evidenziare, come abbiamo fatto all’inizio dell’articolo, che nel caso di Android tutte le versioni del sistema operativo sono accorpate mentre, ad esempio, le versioni di Windows sono suddivise (Windows 10, Windows 7, Windows Server ecc.). Tuttavia, nonostante questo relativo svantaggio, è ancora sorprendente che il sistema operativo di Google continui a guidare l’elenco a livello di vulnerabilità mentre i rivali diretti, come iOS, non compaiono nemmeno nell’elenco del 2019. Nonostante  Google sia sempre attivo a rendere più sicuro possibile il proprio app store, il rapporto sembra indicare che su Android sono ancora necessari notevoli sforzi al livello di sicurezza .

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button