fbpx
Animal-Crossing-Università-Tech-Princess

L’Università di Macerata crea la propria isola di pace in Animal Crossing
Si tratta del primo ateneo a sbarcare su un videogioco


L’Università di Macerata ha deciso di creare la propria isola di pace su Animal Crossing: New Horizons, il gioco per Nintendo Switch. Da quando è uscito, precisamente nel mese di marzo, il gioco è stato oggetto di numerose iniziative che hanno coinvolto vari ambiti, dalla musica all’arte e anche la politica.

Ora, l’Università marchigiana, è il primo ateneo al mondo a sbarcare sul videogioco, stabilendo un primato mondiale.

L’Università di Macerata a lezione su Animal Crossing

Macerata-AC-Tech-princess

Il lockdown ha costretto la maggior parte delle persone a organizzare in maniera differente gli spazi di incontro, scambio e condivisione. Per questo motivo, all’interno del Progetto Inclusione 3.0 dell’Università degli Studi di Macerata, un gruppo di studenti universitari ha deciso di incontrarsi e interagire all’interno del magico mondo di Animal Crossing: New Horizons.

L’iniziativa è davvero interessante ed è frutto della sinergia tra l’Università di Macerata nella persona della professoressa Catia Giaconi, studenti esperti del mondo Nintendo e l’agenzia di comunicazione Promise Group di Vania Bontempi.

Animal Crossing è un gioco life simulator. All’interno di esso i giocatori hanno la possibilità di creare il proprio avatar e costruire ambienti personalizzati in una isola deserta.

Il progetto è nato nel periodo del lockdown ed ora si sta evolvendo. Ad esempio offre la possibilità di incontri virtuali con docenti e studenti di altre nazioni per compensare l’impossibilità di viaggiare e dialogare con i colleghi di altre realtà internazionali.

La Professoressa Giaconi ha rivelato che la parola chiave è stata sinergia, un bell’esempio di rete per una filosofia dell’inclusione. La Professoressa e gli studenti sono riusciti a mettere le competenze scientifiche e una comunità che aveva voglia di creare. Dall’altra parte, Promise Group ha permesso loro di realizzare tutto questo grazie al gioco per Nintendo Switch.

Per concludere la Giaconi afferma che l’isola virtuale non toglie nulla all’incontrarsi in presenza ma è comunque un valore aggiunto per avere più luoghi per fare comunità.

Offerta
Animal Crossing: New Horizons
  • Se il caos e la frenesia della vita di tutti i giorni ti hanno stufato, tom nook ha appena creato una proposta su misura...
  • Preparati a mollare tutto e creare una nuova comunità sulla tua isola deserta personale.; non hai sempre desiderato un...
  • Rimboccati le maniche e inizia a collezionare preziose risorse per costruire tutto ciò che ti potrà servire, dagli...

Veronica Ronnie Lorenzini
Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link