fbpx
Tech

Anonymus vs Russia: attivato un portale per combattere la censura del Cremlino

Anonymus continua la sua battaglia digitale contro la Russia, questa volta passando per gli SMS. Il collettivo di hacker ha infatti appena attivato un portale tramite il quale è possibile inviare messaggi ai numeri russi, all’interno dei quali il gruppo ha chiesto di diffondere informazioni su quello che sta succedendo in Ucraina, in modo tale da diffondere consapevolezza tra i cittadini e bypassare la censura.

Anonymus vs Russia: SMS contro la censura

Il portale attivato da Anonymus si chiama 1920.in, e all’interno di esso vengono anche riportati alcuni testi di esempio da inviare ai telefoni russi, come per esempio questo: “Cari russi, i vostri media sono stati censurati. Il Cremlino sta mentendo. Migliaia di vostri soldati e fratelli ucraini stanno morendo in Ucraina. Scopri la verità sul web libero e sull’app Telegram. È ora di rovesciare il dittatore Putin!”.

Il testo ovviamente viene riportato anche in russo, in modo tale che possa essere compreso senza alcun problema da chiunque. Questa iniziativa è stata lanciata dall’account Twitter YourAnonNews, tramite il quale negli scorsi giorni sono state riportate tutte le attività che il collettivo di hacker sta intraprendendo per sabotare il piano di invasione russo. Una vera e proprio guerra all’informazione senza esclusioni di colpi.

Come se non bastasse, Anonymus ha anche pubblicato una pratica guida per fare in modo che il proprio contatto rimanga anonimo, in modo tale da non incorrere in problemi di sorta diffondendo questi messaggi. Il limite che attualmente è stato riscontrato tuttavia è che il portale risulta spesso in down, visto il numero altissimo degli utenti che lo stanno utilizzando in questo momento.

La speranza è che questa iniziativa possa servire a diffondere una consapevolezza maggiore tra la popolazione russa, al momento vittima di censure pesanti da parte del Cremlino. Proprio nelle scorse ore è stata promulgata una legge che vieta di diffondere “fake news” pena fino 15 anni di carcere.

Offerta
Apple AirTag
  • Tieni d’occhio e ritrova le tue cose nell’app Dov’è, la stessa che già usi per localizzare i tuoi dispositivi e...
  • AirTag si configura in un attimo: un tap e si collega all’iPhone o all’iPad
  • Per ritrovare un oggetto, puoi far suonare l’altoparlante integrato o chiedere aiuto a Siri

Da non perdere questa settimana su Techprincess

🎮 Xbox Games Showcase 2024: tantissimi annunci, tra grandi ritorni e novità
💻A Taiwan per toccare con mano i nuovi AI PC di ASUSEd è solo l’inizio
💬Google lancia l’app Gemini in Italia: ecco come provare l’AI su Android e iOS
🧩La strategia di Jansen Huang, il CEO-rockstar: mi ha offerto da bere e chiesto del turismo in Italia
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

 

Autore

  • Francesco Castiglioni

    Incallito videogiocatore, appassionato soprattutto di Souls e Monster Hunter, nonché divoratore di anime e manga. Scrivere di videogiochi è la mia vocazione e la porto avanti sia qui su Tech Princess che sul mio canale YouTube.

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button