fbpx
tinder domande

Tutto quello che avreste voluto sapere su Tinder (ma non avete mai osato chiedere)
È una delle app di dating più note e utilizzate, ma sappiamo esattamente come funziona?


Nel mondo delle app d’incontri, Tinder è senza dubbio una delle più famose. Lanciata nel 2012 si è diffusa sempre di più grazie alla sua semplicità. Tuttavia, spesso nascono dubbi e curiosità in merito a questo servizio. A volte gli utenti (soprattutto agli inizi) possono trovare difficoltà a comprendere le funzionalità più specifiche. Viceversa, ci sono persone che non usano Tinder, ma vorrebbero saperne di più, che sia per iscriversi o solo per curiosità. Per tutti questi motivi, abbiamo raccolto un elenco di domande frequenti per cercare di risolvere i dubbi più comuni sul re delle app di incontri.

App incontri e il misterioso mondo di Tinder

Tinder Come funziona di preciso Tinder?

Partiamo dalle basi. Tinder è una app di incontri che permette di conoscere nuove persone nei dintorni. Il suo funzionamento è piuttosto semplice e basilare. Appena avviata avrete a disposizione un lungo elenco di profili corrispondenti ai parametri indicati in termini di sesso, distanza massima e fascia d’età. Uno dopo l’altro potrete passarli in rassegna scegliendo se vi piacciono (cliccando  sul cuore verde o spostando il profilo verso destra da cui il termine swipe a destra) o meno (clic sulla croce rossa o swipe a sinistra).

Tutti gli altri utenti dell’app faranno lo stesso. Una volta che due persone si mettono un Like a vicenda (in gergo un match), Tinder invierà loro una notifica e aprirà una chat privata tra loro. Da lì si potrà iniziare a parlare, conoscersi, incontrarsi dal vivo e poi chissà!

Tinder non ti convince? Scopri altri servizi nella nostra guida  dedicata al mondo delle app incontri

Ma funziona davvero?

Questa domanda di solito è accompagnata da una gomitata, un occhiolino e un sogghigno. La risposta semplice è che sì, Tinder permette davvero di conoscere tante persone nuove (anche e non solo per relazioni amorose). Come le altre app di incontri però, nonostante i pregiudizi, non è la bacchetta magica che renderà tutti immediatamente circondati da montagne di partner.

Il meccanismo funziona bene nel mettere in contatto persone alla ricerca di nuove conoscenze, tuttavia ci sono altri fattori da tenere in conto, fra cui anche il luogo in cui lo utilizzate. Chiaramente Tinder da il suo meglio in aree ad alta densità di popolazione, dove è più probabile sia diffuso capillarmente. Al di là di questo poi, ovviamente moltissimo sta all’utente: Tinder può aiutarvi a entrare in contatto con nuove persone, ma poi toccherà a voi portare avanti la relazione.

Ho avuto un match! Cosa posso scrivere?

A questa domanda non può esistere una risposta definitiva. Molto dipende da chi si trova dall’altra parte della chat, che può preferire o meno approcci scherzosi, seri, semplici o altro ancora. Ancora di più dipende da voi: anche se siete ‘protetti’ dalla barriera dello schermo, non è una buona idea mentire presentandovi completamente diversi dalla realtà.

Cercate quindi di essere molto naturali, sia nel primo approccio che nel proseguo della chiacchierata. Come linee guida per il primo messaggio in assoluto, può essere una buona idea agganciarsi a qualche dettaglio della bio o delle foto dell’interlocutore. Ma vi renderete conto che l’importante è semplicemente rompere il ghiaccio e quasi ogni messaggio (con educazione, ovviamente!) può essere adatto allo scopo. Eventualmente potete trovare qualche suggerimento extra su Swipe Life, il blog ufficiale di Tinder.

Cosa devo mettere nel profilo?

Nel profilo di Tinder si possono inserire diverse informazioni. Più ne metterete, più avrete la possibilità di catturare l’attenzione di potenziali nuove conoscenze. Tuttavia i dati veramente fondamentali sono due: la bio e le foto. La prima è un breve testo che racconti chi siete in poche parole. Cercate di essere creativi con questo spazio e di chiudere con una battuta simpatica (ma come per i messaggi, vale un po’ tutto).

L’importante è la sincerità e questo vale ancora di più per le foto. Cercate di mostrare sempre la parte migliore di voi, ma senza esagerare. L’ideale è inserirne qualcuna che mostri le vostre passioni. Ed evitate le foto di gruppo.

Chi può vedere che sono su Tinder?

Tutti e nessuno. O, detto più chiaramente, “chiunque sia iscritto a Tinder“. Una volta creato il profilo questo entrerà in rotazione per tutti gli utenti nei tuoi dintorni (se rientra nelle loro preferenze di sesso, età e distanza). Gli altri quindi potranno vedere che siete iscritti al servizio se e quando gli comparirete come possibili nuove conoscenze. Al di fuori di questo tuttavia, nessuno può effettivamente controllare se siete iscritti, né fare una ricerca specifica.

app incontri domande

Cos’è un Super Like?

Tra le funzioni che Tinder ha aggiunto nel corso del tempo ci sono i cosiddetti Super Like. Invece che fare un semplice swipe a destra un numero limitato di volte al giorno è possibile mandare un Like speciale. Questo manderà una notifica alla persona che lo riceve, comunicandole che ha ricevuto un Super Like ma non chi lo abbia mandato. Stando ai dati di Tinder questo permette di aumentare di tre volte la possibilità di un match. Scegliete quindi con cautela quando utilizzarlo!

Come si fa a riconoscere un profilo falso?

Può capitare di incrociare la strada di un account fake. I bot veri e propri sono piuttosto rari su Tinder, ma esiste la possibilità che qualcuno utilizzi fotografie non sue. Per questo l’applicazione sta introducendo una spunta blu che certifichi che il soggetto delle immagini è effettivamente il proprietario dell’account. Questo avverrà tramite una serie di foto in una posa specifica da inviare al team di Tinder dedicato al controllo. Al momento questa funzione è in fase di test e non è ancora disponibile in Italia, ma dovrebbe arrivare presto.

Gli altri utenti vedono se gli metti un Like? E io posso vedere i miei?

Di base no, almeno non del tutto. Da qualche tempo infatti Tinder ha aggiunto la possibilità di scoprire questa informazione, ma per gli utenti con il profilo gratuito sono disponibili solo alcuni dettagli. Nella sezione dedicata ci sarà l’elenco completo di chi vi ha messo un Like, ma solo con una versione oscurata delle foto.

È spesso possibile riuscire a capire di chi si tratta, ma sarà comunque necessario ritrovarlo nella sezione principale per poter rispondere al Like. Viceversa per i profili Tinder Gold, sono disponibili tutti i dettagli.

Come funzionano i profili premium?

Di base Tinder è gratuito, ma ci sono delle funzionalità extra che si possono ottenere con profili a pagamento. Ci sono due tipi di account premium: Plus e Gold. Il primo offre la possibilità di mettere tutti i Like che volete al giorno oltre a cinque Super Like invece che solo uno. A questo si aggiunge la possibilità di annullare le scelte in caso di errore, la rimozione degli annunci pubblicitari, un’opportunità mensile di avere un Boost di visibilità sugli altri account e la funzione Passport per spostarsi in giro per il mondo.

Tinder Gold aggiunge a tutto ciò una selezione di profili migliori scelti in base ai vostri gusti (le cosiddette Top Picks) e l’opportunità di vedere chi vi ha messo Like di cui sopra. I prezzi per questi due servizi variano a seconda del periodo di abbonamento, partendo da 4,58€/mese per Tinder Plus e 7,08€/mese per la versione Gold.

tinder domande profilo premium

Dovrei fare un profilo premium?

La versione base di Tinder offre di suo tante possibilità di incontrare persone nuove. Tuttavia, avere la possibilità di andare a colpo sicuro con i propri Like sfruttando la feature del profilo Gold può essere comodo. Oltre a questo, la funzionalità Passport può essere molto utile in caso di viaggi. Potreste iniziare a fare conoscenza con le persone che abitano  nel vostro Paese di destinazione e organizzare qualche incontro divertente. E chissà, magari troverete anche la guida pronta a spiegarvi i segreti nascosti della città!

Quanto è diffuso Tinder?

Tinder non rilascia informazioni dettagliate sulla distribuzione dei propri utenti. Alcune stime esterne (come è possibile leggere in uno studio della BBC, risalente tuttavia al 2018) parlano di circa 57 milioni di utenti attivi nel mondo. Dai dati forniti dalla compagnia possiamo invece sapere che più della metà degli utilizzatori ha tra i 18 e i 25 anni. Particolarmente impressionante è il numero di match totali raccolti in questi otto anni di attività (oltre 43 miliardi!) e di appuntamenti nati settimanalmente grazie a Tinder, circa un milione e mezzo.

È solo per eterosessuali?

Il mondo delle app di incontri è vasto e comprende varie alternative, spesso orientate a un pubblico specifico. Esistono quindi dei servizi specificatamente dedicati al mondo LGBTQ. Uno dei più noti è Grindr rivolto principalmente agli omosessuali o bisessuali uomini, nato peraltro alcuni anni prima di Tinder. Tuttavia, quest’ultima non è utilizzata solamente da eterosessuali, né è progettata per questo. Nelle impostazioni potrete segnalare se siete interessati a conoscere persone di genere maschile e/o femminile e l’applicazione vi mostrerà profili in base alle vostre preferenze.

tinder pubblico

Che pubblico c’è su Tinder?

È il momento di sfatare un mito su Tinder (e sul mondo delle app di incontri): no, non sono popolate solo da maniaci. Il pubblico di questo servizio in particolare è decisamente variegato, con tanti tipi di utenti differenti. Grazie alla sua diffusione ha potuto raggiungere tanti utenti diversi e a volte l’interesse non è necessariamente sessuale. Ci sono persone che vogliono fare nuove amicizie in generale, altri che sono alla ricerca di impegni stabili, altri ancora addirittura che lo sfruttano per fare conversazioni in lingua straniera e impratichirsi. Insomma il mondo è bello perché è vario. E anche quello di Tinder lo è.

Ci si può cancellare da Tinder? E come si fa?

Si, eliminare il proprio profilo da questa app di incontri è piuttosto semplice. È sufficiente entrare nell’applicazione, cliccare sull’icona in alto a sinistra e scendere fino all’ultima voce “Elimina account“. Vi verrà chiesto se preferite mettere in pausa il profilo (sostanzialmente togliendo la possibilità di comparire a chi sta cercando persone nei dintorni). Una volta confermato basta procedere con i dettagli e avrete eliminato il vostro account.

Mettere solo Like è una buona tattica?

Assolutamente no. A livello teorico sarebbe sicuramente l’approccio migliore: accettare ogni profilo proposto per non perdere neanche un’occasione. Tuttavia non è un comportamento che Tinder approva e se procedete in questo modo rischiate di minare seriamente la vostra visibilità nelle ricerche degli altri. Meglio essere quindi più selettivi, cercando di tenere il rapporto tra Like e profili visti di poco sotto al 50%.

È possibile annullare una compatibilità?

Che abbiate messo un Like per errore o abbiate scoperto che non c’è feeling con la persona con cui avete matchato o per qualunque altro motivo vogliate farlo, avete sempre l’opportunità di annullare una compatibilità. Per farlo, vi basta andare nella chat dedicata e cliccare in alto a destra e poi proseguire seguendo le indicazioni.

Se faccio uno screenshot arriva una notifica?

No, non succede nulla, né nel caso di uno screenshot di un profilo, né di una chat. L’utente ‘fotografato’ non riceverà alcuna notifica che lo avviserà della cosa. Ricordate però di non abusarne e di farlo sempre nel rispetto degli altri!

E con questa completiamo la nostra lista. Se però avete altri dubbi su Tinder o il mondo delle app di incontri, non esitate a scriverci: faremo il possibile per rispondere a tutti i vostri dubbi!


Team di redazione

L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.