fbpx
Dispositivi ricondizionati cosa sono

iPhone ricondizionati: cosa sono e perché comprarli


Nel frenetico mercato della telefonia mobile in cui l’obsolescenza è in agguato già dopo pochi anni, optare per un iPhone ricondizionato o rigenerati è una pratica sempre più diffusa e considerata per rimodernare i propri dispositivi Apple

Nonostante questa crescente diffusione, le domande che gli utenti si fanno sull’argomento sono sempre maggiori: cosa significa “iPhone ricondizionato”? Quali sono i vantaggi? È davvero così conveniente rispetto ad un iPhone usato? Facciamo un po’ di chiarezza.

iPhone ricondizionati: che cosa sono

Iniziamo subito con il precisare che non sono solo gli iphone a poter subire questo processo di ricondizionamento. Anche i computer, i tablet e gli apple watch.

I prodotti apple ricondizionati, dopo l’utilizzo, vengono riportati in condizioni simili a quelle iniziali. Insomma sono quasi le stesse a quelle del primo acquisto. Questo processo avviene attraverso una meticolosa lavorazione e verifica di tutte le caratteristiche tecniche, funzionali e di design. Il processo di ricondizionamento non è effettuato dalla ditta produttrice ma da aziende specializzate in questo tipo di lavorazione che, solitamente, rilasciano una garanzia all’acquirente.

Questa è la principale caratteristica che li differenzia dai dispositivi usati. Questi ultimi, infatti, sono immessi sul mercato nello stato di usura o malfunzionamento in cui si trovava nelle mani del precedente proprietario. L’usato è quindi riproposto sul mercato senza il processo di analisi e le prove tecniche che caratterizzano la rigenerazione. Per superare questo processo, infatti, ogni smartphone usato è sottoposto a oltre 30 test di funzionamento.

iPhone ricondizionato: le fasi della rigenerazione di uno smartphone

iPhone ricondizionati

Il processo di rigenerazione è alquanto complicato e mira a risolvere le criticità del prodotto sia in termini di software che di hardware. Solitamente, il processo si divide in cinque fasi principali:

  • Verifica dei componenti – La prima fase della rigenerazione mira a constatare lo stato attuale del dispositivo. Durante questa fase sono analizzati elementi come le componenti interne, la scocca, il display, la qualità audio, le prestazioni della batteria nelle operazioni di carica e così via
  • Test Hardware e Software – La seconda fase prevede numerosi test, hardware e software, per verificare il corretto funzionamento. Viene testata la capacità dello smartphone di collegarsi a internet, sia tramite Wi-Fi che con la rete dati di varie Sim. Sono testati anche l’alimentatore e il cavo usb, l’ingresso jack e gli auricolari dati in dotazione (qualora presenti)
  • Rigenerazione – A questo punto inizia il processo vero e proprio di rigenerazione: vengono sostituite le componenti danneggiate o usurate e risolti tutti i problemi riscontrati nelle precedenti fasi. In caso di sostituzione della batteria, vengono effettuati alcuni cicli di carica-scarica per controllare eventuali difetti
  • Verifica del procedimento – Dopo la rigenerazione avviene una nuova verifica di tutte le funzioni per accertarsi che i problemi riscontrati nella fase 1 e 2 non siano più presenti
  • Igienizzazione – Nell’ultima fase, lo smartphone è accuratamente pulito (sia all’interno che all’esterno) con prodotti e tecniche specifiche

iPhone ricondizionati:  vantaggi nel comprare i dispositivi rigenerati

iphone ricondizionati

Ora che sappiamo cosa comporta effettivamente la rigenerazione, la domanda a cui vogliamo rispondere è: perché comprare un iPhone ricondizionato?

Il primo vantaggio nel comprare un iPhone ricondizionato è, ovviamente, il prezzo. Il loro costo varia dal grado dato dall’azienda che se n’è occupata. I gradi di rigenerazione sono tendenzialmente tre: A, B e C. Uno smartphone ricondizionato di grado A è considerato alla pari di uno nuovo ma è venduto ad un costo inferiore del 15% rispetto a quello originario. Il grado B riguarda quei dispositivi in buone condizioni ma con qualche imperfezione estetica che ne determina il costo. Gli smartphone di grado C presentano invece grosse imperfezioni visibili e, per questo motivo, sono venduti ad un prezzo fino al 30% inferiore a quello iniziale.

Un vantaggio più esteso si ha in termini di impatto ambientale ed emissioni di CO2. Rigenerare uno smartphone vuol dire infatti risparmiare i materiali, le risorse e le energie che sarebbero altrimenti impiegate nella realizzazione di un nuovo oggetto. La realizzazione di apparecchi elettronici necessita infatti di grandi quantità di risorse e delle cosiddette Terre Rare. Inoltre, negli ultimi anni, i  processi di estrazione mineraria dei metalli, del trasporto e della lavorazione sono moltiplicati. L’impatto ambientale si traduce, in media, in 20kg di CO2 immessi nell’ambiente fino all’apice degli 80kg di CO2 necessari per la costruzione di un iPhone.

[amazon_link asins=’B01N4RM2LQ,B01M0SA4OB,B01L9KXU7O’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ec86ec91-6855-440f-8671-35e390d29542′]

iPhone ricondizionati sono affidabili?

Questa è sicuramente la domanda più gettonata quando si parla di iPhone ricondizionati. Dopo questo roseo scenario, è doveroso specificare che, sebbene un dispositivo ricondizionato presenti condizioni simili ad un oggetto nuovo, non è paragonabile ad uno prodotto appena uscito dalla fabbrica. 

Un elemento utile a capire la durata del ciclo vitale di un prodotto rigenerato è sicuramente la garanzia dell’azienda che si è occupata del processo. Solitamente, infatti, le aziende offrono una copertura che può variare dai due ai 12 mesi (contro i 24 di un dispositivo nuovo). Il numero di mesi di garanzia ci può fornire interessanti informazioni. Un rivenditore che offre un lungo periodo di tutela, si presume sia abbastanza fiducioso del lavoro svolto e delle condizioni del prodotto che potrebbe quindi offrirvi prestazioni eccellenti e lunga durabilità.

Leggi la nostra recensione su Swappie.

Il mercato di iPhone ricondizionati è in costante crescita grazie alla fiducia che questo processo ha saputo dare agli utenti. Affidarsi a questo processo potrebbe essere non solo la soluzione ideale per procurarsi un modello più aggiornato risparmiando sull’acquisto ma e come insegnano le recenti attenzioni per la tutela dell’ambiente, contribuire coscienziosamente alla costruzione di un habitat migliore per ciascuno di noi.


Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.