fbpx
NewsTech

Avira: gli stalkerware sono la minaccia del 2021

Le previsioni del 2021 di Avira confermano il pericolo rappresentato dagli stalkerware

Avira, leader mondiale nel settore degli antivirus, fa luce su quella che può essere considerata come la minaccia informatica del momento, lo stalkerware. Si tratta di un software dannoso che viene sviluppato con l’obiettivo di avviare un vero e proprio spionaggio della vittima. Tale software riesce a mimetizzarsi ed è destinato a diventare sempre più presente nel corso del 2021 secondo Avira.

Avira mette in guardia contro gli stalkerware

Le previsioni per il 2021 di Avira anticipano una crescita degli attacchi informatici che violano la privacy. Gli stalkerware rappresenteranno, nel corso del prossimo futuro, una delle principali minacce informatiche con cui gli utenti del web dovranno fare i conti. Il periodo di incertezza, anche a livello di informazioni, legato al COVID-19 potrebbe facilitare la vita agli hacker che puntano a violare la privacy degli utenti.

Gli stalkerware rappresentano una minaccia concreta come sottolinea Avira. Si tratta di software in grado di registrare chiamate, tracciare la posizione del dispositivo scattare foto e registrare video condividendo tutti i dati con terzi non autorizzati. Solitamente, questi software possono contare su di una modalità stealth in grado di mimetizzare l’app.

Il commento di Avira

Il periodo di incertezza che stiamo vivendo lascia ampio spazio agli attacchi informatici. Avira, oltre alla minaccia rappresentata dagli stalkerware, ha evidenziato un aumento della diffusione dei trojan bancari. I malware utilizzano il COVID-19 come esca per violare i sistemi di sicurezza degli utenti ed accedere a dati in mood non autorizzato.

Alexander Vukcevic, responsabile di Avira Protection Labs, descrive in questo modo la situazione: “Da molto tempo ormai i criminali informatici usano trucchi psicologici per attirare gli utenti più inconsapevoli. Attualmente ci troviamo in una situazione in cui molte persone sono alla ricerca di risposte e sono preoccupate a causa del COVID-19. Un contesto di grande incertezza sfruttabile in modo mirato.”

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button