fbpx
LifestyleNews

Bayer lavora con le influencer in una campagna sulla contraccezione

Bayer sceglie Instagram per una campagna di sensibilizzazione sulla contraccezione

L’Atlas europeo 2020 ha rivelato che l’89% dei ragazzi e l’84% delle ragazze utilizza Internet per reperire informazioni sulla salute sessuale e riproduttiva. In Italia, infatti, i programmi scolastici sono del tutto privi di qualunque riferimento al settore. E così anche in Polonia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Cipro e Lituania. Proprio per questo Bayer, attiva da oltre 60 anni nella ricerca a favore della salute femminile, ha scelto di utilizzare la Rete per sensibilizzare le donne più giovani sull’argomento. E dopo il successo della campagna informativa My Contraception, la società lancia il nuovo progetto “PuntoGine“, un account Instagram che tratta le tematiche più interessanti relative a sessualità e contraccezione.

Bayer lancia “PuntoGine”, un account Instagram informativo su sessualità e contraccezione

Per sensibilizzare ed educare le donne più giovani sui temi della sessualità e della contraccezione, Bayer ha scelto di utilizzare Instagram. Il social, infatti, è lo strumento più apprezzato e utilizzato dalle giovanissime di oggi. E lì la compagnia ha lanciato l’account @PuntoGine, dove le tematiche femminili vengono trattate in modo semplice e chiaro. Anzi, per fornire alle utenti un supporto adeguato Bayer ha lanciato la campagna “Lettere D’Amore: la contraccezione dalla A alla Z”. Con l’occasione, un gruppo di ginecologhe scelte tratteranno una serie di argomenti utili seguendo le lettere dell’alfabeto. Dalla A di “Amore” alla Z di “Zero rischi”, dalla G di “Gravidanza” alla O di “Ovulazione”, e così via.

Bayer PuntoGine

Una campagna di comunicazione ben mirata, che permetterà alle giovanissime di interagire con l’amica ginecologa comodamente da casa, abbattendo l’imbarazzo del faccia a faccia con una specialista del settore. “Negli ultimi 60 anni Bayer ha costantemente guidato l’innovazione nella contraccezione e, tra gli obiettivi futuri, si è posta quello di favorire l’accesso entro il 2030 alla contraccezione moderna a 100 milioni di donne nei paesi a basso e medio reddito. Quest’anno siamo molto orgogliosi di aver dato vita a PuntoGine, e per la prima volta in questo campo, abbiamo trasformato un pool di giovani ginecologhe in influencer della contraccezione. Un esperimento inedito che con un grande lavoro di squadra e grazie all’approccio innovativo ci rende pionieri anche in questo settore“. Così ha commentato Nordio Sandrin, General Medicine Business Unit Head della società.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button