fbpx
AutoMotoriNews

BMW M4 Competition Cabrio, 510 CV e tetto in tela per la sportiva tedesca

BMW M4 Competition Cabrio, 510 CV e tetto in tela per la sportiva tedesca

Dopo la berlina e la coupé, e in attesa della inedita versione Touring, la famiglia M della media BMW Serie 3 ha ora una nuova componente. È stata infatti presentata in queste ore BMW M4 Competition Cabrio, la nuova sportiva cabriolet della Casa di Monaco. Rispetto al passato, la scoperta media dell’Elica è disponibile solo nella versione più estrema, la Competition dotata di 510 CV, ed è solo offerta con la trazione integrale M xDrive. Il tetto poi non è più metallico, ma in tela. Cos’altro nasconderà la nuova cabrio ad alte prestazioni BMW? Scopriamolo insieme!

BMW M4 Competition Cabrio: addio tetto retrattile, e benvenuta tela: aggressiva ma con un tocco di eleganza

Basata interamente, come la BMW Serie 4 Cabrio di partenza, sulla Coupè media di BMW, Serie 4, ci sono due novità principali a livello estetico rispetto alla precedente generazione. Parliamo ovviamente della mascherina anteriore, ancora a dir poco discussa tra gli appassionati dopo mesi dalla presentazione, e del tetto in tela, novità della Serie 4 Cabrio.

BMW M4 Competition Cabrio frontale

Partiamo però con ordine ad analizzare l’estetica di BMW M4 Competition Cabrio. Sia dentro che fuori le differenze con la M4 Coupé non sono molte. Il frontale è pressoché invariato, con il doppio rene XXL che domina l’intero anteriore. Se sulle normali Serie 4 ancora non convince a pieno, su M4 grazie alle imponenti nervature sul cofano che riprendono il disegno delle due mascherine l’aspetto è più armonizzato, meno pacchiano.

BMW M4 Competition Cabrio posteriore

Per il resto, ritroviamo il paraurti sportivo e pieno di prese d’aria, necessarie per il raffreddamento della meccanica, e lateralmente si fanno notare i paraurti posteriori allargati, che danno un look acquattato e minaccioso a M4 Cabrio. Lateralmente e al posteriore abbiamo le stesse linee di M4 Coupé con una fondamentale differenza: il tetto. BMW M4 Competition Cabrio non ha più infatti il tetto retrattile in metallo della precedente generazione, ma un più tradizionale ed elegante tetto in tela, che non si vedeva su una M3 scoperta da tre generazioni, con la M3 E46 ultima M media con tetto morbido.

Perchè questa scelta? Secondo BMW, oltre al look più elegante e curato i difetti del tetto retrattile, ovvero l’ingombro una volta ripiegato, l’estetica un po’ incerta e il peso maggiore, non sono più giustificati dall’isolamento termico e acustico, ottenibile oggi anche da un tetto in tela. Non pensate infatti alla tela della M4 Cabrio come alle vecchie capote sottili e poco isolanti. La capote in tela BMW è infatti dotata di un rivestimento rigido interno, come quello di un tetto fisso, che ne massimizza l’isolamento termico e acustico, addirittura migliore di quello della precedente generazione “rigida”.

BMW M4 Competition Cabrio interni

Inoltre, il peso è calato, e parecchio. BMW parla infatti di un 40% in meno a favore del tetto in tela, che abbassa anche il baricentro dell’auto, rendendolo più basso anche della M4 Coupé. Infine, gli interni sono rimasti invariati rispetto alla M4 Coupé, e nel bagagliaio grazie al minor ingombro sono stati guadagnati 80 litri di capacità.

BMW M4 Cabrio ora è solo Competition: la meccanica tra 510 CV e trazione integrale M xDrive

Sotto l’estetica rinnovata, il doppio rene XXL e il tetto in tela però c’è una meccanica che non scende a nessun compromesso. Al contrario di M3 ed M4 Coupé, infatti, la versione scoperta della sportiva tedesca è disponibile solo nella versione più sportiva, la Competition.

Ma non solo. BMW M4 Cabrio Competition è inoltre offerta solamente con la trazione integrale intelligente M xDrive. Di cosa si tratta? Questo è un sistema di quattro ruote motrici con differenziale posteriore autobloccante elettronico M, dotato di diverse modalità di distribuzione della potenza. Alla classica 4WD, che ripartisce la potenza sulle 4 ruote, con prevalenza al retrotreno come su ogni BMW, si aggiungono la più sportiva 4WD Sport, che manda ancora più coppia alle ruote posteriori e infine la modalità 2WD. Questa in pratica “scollega” le ruote anteriori, rendendo l’automobile una vera e propria trazione posteriore. Perfetta per sbizzarrirsi in simpatici traversi.

BMW M4 Competition Cabrio targhetta

E la potenza per farlo non manca di certo. La meccanica è invariata rispetto alle M3 e M4 Competition, e questa è un’ottima notizia. Il motore anteriore longitudinale è infatti il nuovo BMW S58 3.0 6 cilindri in linea biturbo, e offre 510 CV e 650 Nm di coppia. Il cambio è solo automatico, uno Steptronic con convertitore di coppia a 8 rapporti, e le prestazioni sono ovviamente elevatissime. L’accelerazione 0-100 km/h è coperta in soli 3,7 secondi, mentre per raggiungere i 200 km/h bastano 11,7 secondi. La velocità massima è autolimitata a 250 km/h come da tradizione, ma scegliendo il pacchetto M Driver il limite viene alzato a 280 km/h.

BMW M4 Competition Cabrio interni dall'alto

E non è l’unico pacchetto intrigante. A disposizione dei clienti c’è infatti il Pack M Carbon, che aggiunge particolari in fibra di carbonio all’interno e all’esterno della vettura, enfatizzandone la cattiveria. Infine, molto interessante per chi ha il piede molto pesante l’M Race Track Package. Questa opzione riduce il peso della vettura di 25 kg, aggiunge i sedili con guscio in fibra di carbonio, cerchi in lega specifici ma soprattutto i freni carboceramici, perfetti per chi va in pista o non disdegna una bella guidata tra le curve.

Quanto costa BMW M4 Competition Cabrio? E quando comincerà la commercializzazione?

BMW M4 Competition Cabrio è quindi una sportiva con tetto in tela che non scende ad alcun compromesso rispetto alle versioni chiuse. L’accelerazione 0-100 km/h è più bassa della M4 Coupé con sola trazione posteriore, e l’estetica è allo stesso tempo aggressiva ed elegante grazie alla tela del tetto retrattile. Le consegne inizieranno a luglio, subito dopo l’inizio della produzione di M4 Cabrio, ma è già configurabile ed ordinabile.

Il prezzo è infatti già stato fissato, e come potete immaginare non è proprio contenuto. Parliamo infatti di una base di partenza di 113.000 euro e, se volete acquistarla o semplicemente sognarla, a questo link arriverete al configuratore ufficiale BMW, dove poter costruire la vostra M4 Competition Cabrio perfetta. Un prezzo di certo salato, ma giustificato dal livello di prestazioni e di cura raggiunto da quest’auto. A noi questa BMW M4 Competition Cabrio piace molto, è bella da vedere al netto del doppio rene a cui in realtà ci stiamo abituando, e ha una meccanica eccellente. Non vediamo l’ora di poterla vedere dal vivo e provarla… E voi? Cosa ne pensate? Fatecelo sapere qui sotto nei commenti, vi aspettiamo!

Bmw M - Cover rigida in PU a doppia cucitura per Apple...
  • Edizione con licenza BMW
  • Tutti i comandi e gli ingressi sono facilmente accessibili
  • Spedizione veloce dalla Germania
PUMA BMW MMS Future Kart Cat, Scarpe da Ginnastica...
  • Silhouette motorsport
  • Suola in gomma
  • Tomaia sintetica con dettagli cuciti

Qui puoi trovare il nostro approfondimento su BMW M3 ed M4 2021, e l’ultimo articolo sul mondo dell’Elica!

Lo sapevi? Abbiamo aperto il canale ufficiale di techprincess su Telegram con le migliori offerte della giornata. Cosa aspetti? Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button