fbpx
AutoHotMotoriNews

BMW Serie 2 Coupé, il lancio della nuova generazione sarà quest’estate

In un periodo storico dove ormai tutti vedono con diffidenza le sportive termiche e puntano sulle economie di scala, BMW continua a spingere sull’emozionalità. Arriverà in estate BMW Serie 2 Coupè, la seconda generazione della sportiva compatta di Monaco. Non più basata sulla compatta Serie 1, ora “poggia” sulla piattaforma CLAR, usata, tra le altre, da Serie 3. L’amata trazione posteriore rimane al suo posto, insieme a tanta potenza e ad un’estetica meno estrema della più grande Serie 4.

La nuova BMW Serie 2 Coupé: ufficiale l’inedita erede della sportiva d’accesso bavarese a trazione posteriore

Per diverso tempo, sembrava che l’erede dell’attuale BMW Serie 2, conosciuta tra gli appassionati come F22, non dovesse arrivare. L’attuale Serie 2, infatti, è sul mercato dal 2013, e in questi 8 anni partendo dalla base della Serie 1 di precedente generazione, la F20, aveva offerto a chi l’avesse scelta sportività, cura e una bella dose di praticità.

BMW Serie 2 Coupé 2013

Dopo il lancio della nuova Serie 1 a trazione anteriore, al F40, diverse voci si sono rincorse. Si diceva che a rappresentare l’accesso delle coupé BMW sarebbe rimasta l’attuale Serie 2 rimaneggiata, altri che la vedevano ormai fuori moda, e persino qualche fonte piuttosto autorevole che la voleva addirittura a trazione anteriore. BMW però ha ora sciolto ogni riserva: la nuova BMW Serie 2 Coupé si farà, e sarà tutta nuova.

Non si riutilizzerà la piattaforma delle precedenti Serie 1 e Serie 3, né il pianale UKL a trazione anteriore. La “base” prescelta è invece la piattaforma CLAR, moderna e modulare, la stessa delle nuove BMW Serie 3 e Serie 4 e di altri modelli del brand bavarese, e non solo. Rimane quindi la trazione posteriore, marchio di fabbrica della Casa di Monaco, e anzi Serie 2 Coupé diventa la BMW a trazione posteriore d’accesso della gamma.

BMW Serie 2 COupè M2 CS

D’altro canto, l’attuale Serie 2 Coupé e Cabrio regge ancora bene. Considerata una delle auto moderne con il miglior handling sul mercato, unisce praticità, dimensioni contenute (è soli 11 cm più lunga dell’attuale Serie 1) e un’estetica sportiva e curata. Le versioni ad alte prestazioni M2, M2 Competition e l’ultima M2 CS sono poi diventate delle instant classic, automobili già annoverate tra le più importanti e significative del decennio. Quest’anno infine la BMW M2 CS ha anche debuttato in pista, con la M2 CS Racing Cup Italy, di cui trovate l’articolo dedicato in fondo alla pagina.

La famiglia Serie 2: dal monovolume alla berlina-coupé alla prossima sportiva

Sebbene quindi l’attuale BMW Serie 2 Coupé sia ancora attuale nelle versioni ad alte prestazioni anche ad 8 anni dal lancio, la Casa di Monaco aveva bisogno di un rinnovamento della sua sportiva compatta, rimasta leggermente indietro a livello tecnico e tecnologico. Per questo, la nuova due porte tedesca arriva con un carico ancora maggiore di piacere di guida e sportività. Le rivali? La nemica diretta Audi TT, la nuova Toyota GR86 e la “mezza BMW” GR Supra, soprattutto in versione con motore 2.0.

BMW Serie 2 Active Tourer

Ma come alcuni di voi sapranno, questa Coupé non sarà l’unica componente della famiglia Serie 2. In realtà, sotto questa nomenclatura BMW ha raccolto automobili molto diverse tra loro, quasi agli antipodi, rendendo la “Famiglia 2” la più diversificata e particolare nella sua gamma. Insieme alla nota coupé, infatti, abbiamo altri tre modelli molto diversi tra loro, ma accomunati da una caratteristica che le rende poco amate dagli appassionati: la trazione anteriore.

BMW Serie 2 Gran Coupé

La Coupé è infatti l’unica Serie 2 dotata di trazione posteriore. Le altre Serie 2 sono sviluppate sulla piattaforma UKL condivisa con MINI, con la nuova Serie 1 e con altre BMW come X1 e X2. Ma quali sono queste Serie 2 “diverse”? Da una parte abbiamo le Serie 2 Active Tourer e Gran Tourer, le due prime (e per ora uniche) monovolume della Casa di Monaco, perfette per giovani famiglie o per chi deve trasportare tante cose. La terza è invece l’inedita BMW Serie 2 Gran Coupé. Nonostante il nome, questa berlina a quattro porte ha una linea sportiva e filante, ma è realizzata sulla base della odierna Serie 1, di cui è in pratica la versione a tre volumi. Tutto chiaro?

Le prime immagini di BMW Serie 2 Coupé: elegante, sportiva e indiscutibilmente BMW

In ogni caso, BMW Serie 2 Coupé si distingue da tutte le altre componenti della famiglia 2, a partire dall’estetica. Nonostante la Casa dell’Elica non abbia ancora svelato interamente le linee della nuova Serie 2, i muletti fotografati da BMW lasciano poco spazio all’immaginazione.

BMW Serie 2 Coupé frontale

In questa nuova Serie 2 si ritrovano proporzioni più morbide, più sportive e filanti rispetto alla precedente generazione. Sull’attuale Serie 2 era ben visibile la stretta parentela con la precedente Serie 1 dal parabrezza con la stessa inclinazione, il cofano lungo pressochè lo stesso e la coda, alta e appena accennata. Questa nuova generazione riprende il nuovo linguaggio delle coupè BMW, inaugurato da Serie 8 e ripreso da Serie 4: cofano lunghissimo, abitacolo basso e slanciato e una coda più bassa, più filante, più sostanziosa.

BMW Serie 2 Coupé mascherina

Nonostante siano ancora presenti importanti camuffature, è già possibile studiare lo stile dell’automobile. Sebbene ci siano ancora tanti lati nascosti di questa coupé compatta, subito davanti spicca una caratteristica che farà molto piacere ai detrattori dell’attuale Serie 4. Se gli stilemi generali di coda, cofano e silhouette sono ripresi da lei, infatti, non verrà riportata su Serie 2 la mega-mascherina. Si vede chiaramente come ci sia un classico doppio rene “contenuto”, con le linee solite a cui siamo abituati.

BMW Serie 2 Coupé posteriore

Molto interessante è anche la questione fari, che all’anteriore sembrano riprendere il disegno di quelli del SUV X2. In coda invece guardando i fari si intravede un disegno simile a quello dell’attuale Serie 4, con i fari realizzati in bicolore rosso-grigio scuro. L’insieme racconta di un’auto più matura, forse un po’ meno giovanile ma più trasversale e adatta anche ad un pubblico più maturo. In BMW poi hanno curato moltissimo l’aerodinamica: sulle versioni più potenti di Serie 2, infatti, oltre ad uno splitter anteriore, a prese d’aria dedicate e ad un piccolo spoiler posteriore, l‘intero sottoscocca è carenato. In questo modo, BMW dichiara di aver aumentato del 50% l’efficienza aerodinamica del frontale rispetto al modello precedente.

I motori di BMW Serie 2 Coupé: sicura la M240i con 370 CV, ci saranno anche altri motori benzina. E i diesel?

A livello meccanico, le differenze con l’attuale generazione sono più contenute. A fronte di una meccanica nuova e la piattaforma CLAR di Serie 3 e Serie 4, la nuova BMW Serie 2 Coupé ricomincia dove la precedente si era fermata. La ripartizione dei pesi, infatti, rimane la perfetta 50/50, con il 50% del peso sull’asse anteriore e il 50% su quello posteriore, dove troviamo la trazione.

BMW Serie 2 Coupé laterale

BMW ha poi dichiarato di aver puntato ancora di più sul piacere di guida, massimizzando la risposta dello sterzo, la rigidità del telaio e il focus sull’esperienza di guida tra le curve. Per farlo, i tecnici bavaresi hanno irrigidito del 12% la scocca rispetto a quella della precedente Serie 2 F22. In più, arriva su Serie 2 il nuovo sterzo con assistenza progressiva, per una migliore risposta tra le curve. E ancora, la nuova Serie 2 è più larga della precedente, per migliorare la stabilità e ridurre il rollio in curva.

BMW Serie 2 Coupé derapata

Per quanto riguarda la gamma motori, BMW Serie 2 Coupé è stata “pizzicata” in queste foto nella sua versione “civile” di punta, la M240i. Posta un gradino sotto la sportiva M2, la M240i è derivata direttamente dalla M340i e M440i, dalle quali riprende interamente la meccanica. Sotto il cofano si trova infatti il 3.0 B58 sei cilindri in linea turbo da 370 CV, cambio automatico a 8 marce e la trazione integrale xDrive. Come sulle più grandi Serie 3 e 4, questa trazione integrale sarà sbilanciata sul posteriore, con un differenziale posteriore elettronico e la possibilità di esibirsi ancora in simpatiche derapate, come vedete nelle foto. Ma non ci sarà solo la versione sportiva M240i, ovviamente. Sebbene non ci siano ancora dichiarazioni ufficiali, non dovrebbe mancare il 2.0 turbobenzina B48 da 184 e 258 CV sulle versioni 220i e 230i.

BMW Serie 2 Coupé curva

Potrebbe anche esserci spazio per una versione turbodiesel, magari con la bestseller 220d da 190 CV. Al top della gamma non mancherà poi una nuova M2, che potrebbe riprendere la meccanica delle nuove M3 e M4. Parliamo quindi del 6 cilindri in linea biturbo S58, che sulle sorelle maggiori eroga 490 o 510 CV. Su M2 la potenza sarà sicuramente superiore a 400 CV, con trazione posteriore (o anche integrale?) e la scelta tra cambio manuale ed automatico. Infine, potrebbe anche esserci una entry level a benzina, già presente oggi in gamma con la 218i. Questa versione potrebbe ereditare il 1.5 tre cilindri a benzina da 140 CV dell’attuale e della Serie 2 Gran Coupè, oppure offrire la stessa soluzione della Serie 3, che propone il 2.0 della 320i depotenziato a 156 CV.

Quando arriverà sul mercato? Il debutto è atteso per l’estate

In ogni caso, con tutte le motorizzazioni BMW Serie 2 Coupé promette di regalare emozioni di guida, un’estetica sportiva e la giusta dose di praticità. Ma quando la vedremo senza veli? Da Monaco di Baviera fanno sapere che il debutto ufficiale di Serie 2 è previsto per l’estate. Non manca molto quindi per l’ultima erede delle piccole coupé 2 porte di BMW, nata più di 50 anni fa con la 2002 e ancora forte e destinata ad altri successi. Non dovrebbe però esserci la versione scoperta di Serie 2 Coupé. La Cabriolet infatti ha avuto numeri di vendita inferiori, e il segmento delle cabrio è in costante calo. L’offerta compatta nel segmento delle scoperte di BMW rimarrà quindi Z4, realizzata sulla stessa piattaforma CLAR, con dimensioni simili ma due soli posti.

In conclusione, non conosciamo ancora i prezzi della nuova BMW Serie 2. Avendo idealmente più tecnologia, più spazio e dimensioni leggermente superiori, ci aspettiamo un prezzo di partenza di qualche migliaio di euro superiore a quello di oggi. La BMW 218i parte infatti da circa 31.000 euro, mentre la prossima Serie 2 dovrebbe partire da 33/34.000 euro. Un prezzo in linea con le rivali, che ne fa la porta d’accesso alla sportività by BMW. Siamo davvero curiosi di vederla senza camuffature, per scoprire tutti i segreti della nuova Serie 2. Che ne pensate? Vi piace questa nuova Serie 2? Fatecelo sapere nei commenti!

BMW, M Motorsport Design, ombrello tascabile originale
  • Manico morbido al tatto e punta con motivo ispirato ai pneumatici.
  • Apertura rapida e automatica e pulsante di scatto integrato.
  • Asta con logo BMW sul manico.
BMW borsa sportiva originale M Motorsport
  • Borsa sportiva BMW M Motorsport.
  • Spaziosa borsa sportiva con tasca dotata di cerniera e design BMW M Motorsport.
  • Scomparto principale con chiusura a cordoncino.

Non perderti l’articolo sulla BMW M2 CS Racing Cup Italy e la nostra prova su strada di BMW Serie 3 Touring!

Lo sapevi? Abbiamo aperto il canale ufficiale di techprincess su Telegram con le migliori offerte della giornata. Cosa aspetti? Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Commenti

  1. La lunghezza di 4,53 m. è ok, ok anche l’allungamento del passo e l’allargamento delle carreggiate ant. e post., adotterei tuttavia, come segno di novità, il doppio rene sviluppato in verticale, ma non interamente come la nuova serie 4, ma fino a 2/3 come rappresentato vedi link di seguito:
    https://www.youtube.com/watch?v=iJIlsjb5ltk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button