fbpx
CulturaNews

BMW SciAbile torna per il 17° anniversario e con ospiti d’eccezione

Nato in collaborazione tra BMW Group Italia e la scuola di sci Sauze d’Oulx Project, SciAbile è un progetto d’inclusione con lo scopo di erogare ore di lezioni di sci gratuite ad allievi con disabilità.

Bmw SciAbile: ospiti d’eccezione per il 2020

SciAbileL’edizione 2020 vede ospiti di eccezione: il pilota di motociclismo Emiliano Malagoli, lo chef stellato Gianfranco Pascucci ed il bassista Saturnino Celani.

L’evento di presentazione del progetto ha visto anche la partecipazione del brand ambassador BMW Alex Zanardi, campione che non ha bisogno di presentazioni e che è impegnato nella preparazione dei giochi Paralimpici di Tokyo 2020.

SciAbile è un progetto di SpecialMente, un programma complesso ideato da Corporate Social Responsibility (CSR) da BMW Group Italia.

Si fonda su cinque pilastri: cultura, dialogo interculturale, inclusione sociale, sicurezza stradale e sostenibilità.

Più di 13.000 sono le ore di sci erogate e 1.370 gli allievi che ne hanno beneficiato.

Massimiliano Di Silvestre, Presidente e AD di BMW, ha dichiarato: “Il desiderio di agire in maniera responsabile e avere un impatto positivo sulla società in cui l’azienda opera, attraverso la restituzione alla collettività di una parte del proprio successo, si concretizza nelle numerose iniziative di responsabilità sociale del programma SpecialMente“.

Gli ospiti di questa edizione

SciAbileAlex Zanardi è presente ogni anno all’evento di apertura, fin dal 2003, anno in cui SciAbile ha iniziato la sua attività.

Zanardi è pilota, campione paralimpico ed ironman, esempio encomiabile di come sia possibile superare i propri limiti anche quando si pensa che siano troppo grandi per essere sormontati.

Emiliano Malagoli corre con una BMW S 1000 RR ed è fondatore dell’associazione Di.Di. Diversamente Disabili grazie alla quale i ragazzi con disabilità possono tornare in sella ad una moto.

Lo chef Gianfranco Pascucci, chef stellato del ristorante Pascucci al Porticciolo di Fiumicino, parteciperà dando un contributo culinario all’evento e Saturnino, new entry del 2020, sarà a Sauze per conoscere più da vicino il progetto.

I commenti degli ospiti “VIP”

Alex Zanardi :”La Scuola di Sauze d’Oulx è un luogo magico dove avvengono cose straordinarie. Qui le ragazze e i ragazzi che imparano a sciare con i fantastici maestri della scuola di Sauze Project imparano una lezione fondamentale della vita: che quello che conta è lavorare sul talento residuo, che non bisogna fermarsi, pensando che i propri limiti costituiscano un muro invalicabile.

Mi piace ricordare che Carlotta Visconti, la nostra Cocca, ha iniziato proprio qui a Sauze un percorso che l’ha portata alla laurea e a cimentarsi con la boccia, diventando atleta paralimpica. “.

Emiliano Malagoli :”Sono molto felice di partecipare per la quarta volta a SciAbile, perché per me è un momento davvero importante.

La possibilità di ritornare sulla tavola da snowboard, che mi è stata data grazie alla passione e alla professionalità dei maestri della scuola di sci di Sauze d’Oulx, ha un doppio valore per me.

Infatti non solo sono riuscito a riprendermi una mia passione, che inizialmente sembrava irrimediabilmente compromessa, ma ha contribuito a maturare quella convinzione e quella tenacia che mi hanno permesso nel mio percorso sportivo ed umano di superare ostacoli apparentemente invalicabili e che oggi mi spingono a pormi nuovi obiettivi sempre più sfidanti“.

Gianfranco Pascucci :”Sono onorato ed estremamente felice di aver potuto dare anche quest’anno il mio contributo a SciAbile, un progetto che parla di inclusione, di superamento dei propri limiti e che regala sempre grandi emozioni.

Spero di essere riuscito con i miei piatti a trasmettere a tutti la felicità che questo progetto meraviglioso mi regala ormai da tre anni“.

Saturnino :”Una sensazione incredibile, non mi sono mai sentito così libero pur in una situazione di totale immobilità, completamente imbragato e affidato ad un altro.

Quello che fanno i maestri della scuola di sci Sauze Project è davvero straordinario“.

Come funziona la scuola

SciAbileLa scuola offre corsi specifici per tutti i tipi di disabilità; gli allievi ne presentano fino a 50 tipologie diverse, ma sono state raggruppate in 3 macro categorie:

  1. Fisica e Motoria (lesioni spinali, amputazioni, emiplegici, paralisi cerebrale ecc.) per il 28%
  2. Sensoriale (non vedenti, ipovedenti, sordi) per il 15%
  3. Intellettivo Relazionale (sindrome di Down, autismo, sindromi genetiche ecc.) per il 57%

Dal 2003 si contano già più di 13.000 ore di lezioni gratuite effettuate a 1.370 allievi. Erano 33 il primo anno e sono arrivati a più di 200 nelle ultime edizioni ed il numero continua a crescere.

C’è anche la preparazione alle competizioni grazie all’attività Special Olympic in collaborazione con la Sci Club Sportinia.

Ad oggi, per la stagione 2020, si contano già 205 allievi per un totale di 750 ore di lezione ed entro fine aprile si conta di poter far sciare ancora 80 allievi per arrivare ad un totale di 1.200/.1300 ore di lezione.

L’età degli allievi è compresa tra 4 e 70 anni e gli allievi stranieri, specie quelli inglesi, sono in costante crescita.

Già 15 tra scuole ed istituti hanno partecipato al progetto ed il numero aumenta di volta in volta.

Il dato è positivo non tanto per il numero di partecipazioni, quanto per il fatto che dimostra che la sensibilità verso lo sport come attività educativa aumenta.

Inoltre aumentano i partecipanti giovani e questo tipo di esperienza è fondamentale dal punto di vista fisico, sociale e psicologico.

Aumentano gli allievi e anche i maestri!

Anche il team dei maestri è aumentato, passando da 10 a 25.

Di conseguenza è aumentato il numero delle attrezzature disponibili nella scuola:

dieci ausili tra “mono-sci“, “bi-sci“, “tandem-ski” e, da quest’anno il “go to ski“, un doppio sci con manubrio che permette di sciare in piedi.

Tra poco sarà disponibile il “kart ski” che completerà la dotazione della scuola e che permetterà un’offerta sempre più personalizzata.

Direttore della scuola è Alberto Bergoin che ha dichiarato :”L’organico della Scuola di Sci Sauze d’Oulx Project è ricco di diverse figure professionali e competenze che, lavorando in un’ottica d’integrazione d’équipe, sono messe a disposizione dei nostri allievi.

Abbiamo quattro formatori per l’insegnamento a persone disabili – accreditati presso il Collegio Maestri di Sci del Piemonte, maestri con competenze trasversali: una psicologa psicoterapeuta, una dottoressa in Scienze dell’Educazione, laureati SUISM e fisioterapisti e/o osteopati.

Inoltre Davide Gros, uno dei nostri maestri, è l’allenatore della Squadra Nazionale Paralimpica di Sci Alpino che ha partecipato alle Paralimpiadi Invernali 2018“.

I maestri sono poi in formazione continua per essere sempre aggiornati sulle differenti tipologie di disabilità e sulle nuove tecnologie legate ai nuovi strumenti, per esempio per il “go to ski” di cui si è fatto menzione prima.

Matteo Bonanni

Musicista di professione e malato di tecnologia per indole, mischio sempre musica e tecnologia senza soluzione di continuità perché mi piace circondarmi di cianfrusaglie tecnologiche mentre faccio tutto il resto!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button