!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js');

Canon: diventare artisti completi grazie alla giusta fusione di stampante e carta


canon

Essere artisti completi non è così facile come si potrebbe pensare: per questo Canon ha interpellato la rinomata fotografa Cheryl Walsh, che ha spiegato come la perfetta fusione di stampante e carta le abbia permesso di completare il proprio percorso dallo scatto alla stampa.

Essere artisti completi

Gli strumenti di oggi permettono a tutti gli artisti di semplificare e migliorare non solo le proprie opere, ma anche tutto il flusso di lavoro dietro alla realizzazione.

I fotografi possono infatti contare su apparecchi fotografici di altissimo livello, lenti e obiettivi costantemente migliorati, software di editing sempre più completi e intuitivi, tutti perfetti per controllare ogni tappa del processo creativo.

Strumenti simili permettono ad ogni professionista di diventare un vero e proprio artista completo e, per capire al meglio come, Canon ha interpellato la nota fotografa Cheryl Walsh.

[amazon_link asins=’B06W2L6QHG,B07B322GL5,B00XKSBMQA’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’5049f838-867d-4732-8b7c-00407d9c93be’]

Canon sostiene gli artisti

Stando alle sue parole di Cheryl Walsh, i fotografi in grado di stampare i loro stessi lavori sarebbero i più interessanti nell’ambito della fotografia digitale, soprattutto grazie alla loro capacità di controllare tutte le tappe del processo fotografico, perfino la stampa.

In questo senso, Walsh ha dichiarato l’importante ruolo rivestito dalla stampante LFP per grandi formati Canon imagePROGRAF PRO-4000, unita in una perfetta combo alla  carta fine art di Canson Infinity, con formato fino a 40×60 pollici (101×152 cm).

La scelta della stampante è, infatti, fondamentale, ma lo è anche quella della carta: Cheryl ha voluto ricordare come ogni carta abbia le sue peculiari caratteristiche e, quindi, possa essere scelta in base all’effetto finale desiderato!

Cosa pensate delle parole della rinomata fotografa Cheryl Walsh? Avete già sperimentato tutti gli strumenti creati appositamente per controllare ogni step del processo creativo?


Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link