fbpx
AttualitàCulturaNews

Il Congresso interroga Facebook sull’effetto di Instagram sui minori

All'udienza a Washington i senatori hanno fatto domande sulla ricerca svelata dal Wall Street Journal

Il Congresso degli Stati Uniti ha messo sulla graticola Antigone Davis, capo della sicurezza a Facebook, interrogandola sull’impatto di Instagram sulla salute mentale dei minori. Durante l’udienza, i senatori sono partiti dallo studio commissionato da Facebook svelato nelle scorse settimane dal Wall Street Journal.

Il Congresso interroga Facebook sull’impatto di Instagram sui minori

Nelle scorse settimane il Wall Street Journal ha pubblicato una ricerca interna a Facebook, mai pubblicata, sull’impatto dei social sui più piccoli. Nello studio si legge come Instagram aumenti “le patologie riguardo l’aspetto fisicoe che molti adolescenti “incolpano Instagram per l’aumento del tasso di ansia e depressione”. Da questo studio sono partiti i senatori interrogando Antigone Davis, che ha dovuto rendere conto dello studio (e della mancata pubblicazione dei risultati) per conto dell’azienda.

Il capo della commissione senatoria, Richard Blumenthal (democratico, Conneticut) ha aperto la sessione dicendo: “Facebook conosce le conseguenze deleterie del design e degli algoritmi di Instagram sui più giovani della nostra società. Ma ha continuamente dato priorità alla propria crescita invece che alla sicurezza dei nostri bambini“.

Poche ore prima dell’udienza, Facebook ha rilasciato al pubblico due presentazioni riguardo la ricerca esposta dal Wall Street Journal. Che dicono abbiamo “fuorviato” la percezione dello studio. Il Journal ha risposto pubblicando l’intera ricerca di Facebook.

instagram l'app per bambini ferma facebook-min

Durante l’udienza, Davis non ha voluto rispondere riguardo al progetto Instagram Kids, che il social ha messo in pausa non si sa per quanto. Ha commentato dicendo “Sappiamo che i bambini sotto i 12 anni sono già online con app che non sono pensate per loro. Vogliamo dare ai genitori gli strumenti per regolare il tempo che spendono online“. Più di un senatore ha commentato dicendo che sembra una tattica da industria del tabacco.

Il senatore Ted Cruz (repubblicano, Texas) ha chiesto che Facebook rilasci tutti gli studi riguardo il legame fra social e suicidi fra i minori. Davis ha rifiutato di accettare a termini tanto ampi, citando problemi di privacy nei dati della ricerca.

Più che rivelare nuove informazioni da parte di Facebook, l’udienza ha mostrato che l’intero senato vuole vederci chiaro, senza distinzioni di partito. Nelle prossime settimane sentiranno altri dirigenti di Facebook per chiarire la vicenda.

OffertaBestseller No. 1
Apple iPhone 12 (128GB) - Azzurro
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Ceramic Shield, più duro di qualsiasi vetro per smartphone
  • 5G per download velocissimi e streaming ad alta qualità

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button