fbpx
GuideTech

Creare un sito web: tutti gli strumenti per farlo

Volete creare un sito web gratis? Questa è la mini guida che fa per voi. Vediamo insieme in che modo è possibile aprire un sito senza costi

State pensando di creare un sito web, magari gratis? Se vi sembra impossibile, sappiate che non è così. Per molti in questo periodo storico avere un sito è diventato essenziale, sia per comunicare che per poter lavorare. Abbiamo pensato quindi di raccogliere in una piccola guida i consigli per poter aprire un sito web. Affidarsi ad un professionista è ovviamente la strada più indicata a chi ha un maggior capitale da investire, il lavoro realizzato da un esperto è sempre più completo e personalizzato, ma è anche costoso. Quindi se siete alle prime armi e volete aprirvi un sito in autonomia prendete appunti.

creare sito web gratis

Creare un sito web gratis: le risorse utili

Per aprire un sito internet potete fare ricorso ad alcune piattaforme Web che permettono di realizzare siti gratuitamente attraverso l’utilizzo di CMS (content management system). Si tratta di portali che mettono a disposizioni modelli predefiniti di siti tra cui scegliere e personalizzare. Non vi servono particolari competenze tecniche o conoscenze informatiche. Una volta aperto il sito avrete bisogno anche di contenuti da inserire e progettare, li verrà davvero il momento di mettere alla prova le vostra abilità.

Creare un sito web gratis con WordPress

Una delle risorse più utili per realizzare un sito è WordPress.com. Molto famosa, questa piattaforma permette di realizzare siti Web in modo molto semplice. Esiste una versione WordPress.com che consente di realizzare aprire il vostro sito o blog, in maniera gratuita con spazio di archiviazione da 3GB. Questa opzione non consente di inserire banner pubblicitari e ha un range limitato di temi e layout personalizzabili. Però WordPress offre anche la possibilità di scegliere piani premium – ma a costi ridotti – per migliorare il proprio sito. Il prezzo parte dai 4€ al mese, con fatturazione annuale. L’abbonamento serve per aggirare le limitazioni elencante e soprattutto per avere un dominio personalizzato. Questo fa la differenza tra un sito che si chiama tuttiifrutti.wordpress.com e tuttiifrutti.it.

wordpress

Come fare a realizzare un sito su WordPress?

Dovete accedere al sito WordPress.com, e cliccare su “Crea il tuo sito“. Vi apparirà una pagina con dei campi da compilare, come ad esempio il nome del sito e il vostro indirizzo mail. Una volta completato il form, cliccate su “Continua” e inserito il nome di dominio e scegliete l’opzione gratuita e proseguite nell’inserimento dei dati. Alla fine del processo riceverete una mail di conferma che vi permetterà di concludere la configurazione.

creare sito web gratis

A questo punto non vi resta altro che mettere le mani in pasta. WordPress ha un’interfaccia intuitiva e semplice da utilizzare che consente personalizzare il proprio sito. Se non avete difficoltà non preoccupatevi, WordPress.com vi mostrerà i tutorial relativi all’utilizzo delle varie funzionalità scelte.

Un mondo di temi

Sul fronte personalizzazione Wordpress è praticamente imbattibile. Questo perché esistono migliaia di temi diversi.

Facciamo un passo indietro. Il tema è ciò che definisce l’aspetto di un sito web creato con Wordpress, ossia la parte grafica e l’interfaccia con cui interagiscono gli utenti. Di default la piattaforma più famosa al mondo offre un tema base, molto essenziale, ma esistono migliaia di varianti, sia gratuite che a pagamento. Fate molta attenzione perché non sono tutti uguali. Non sono esteticamente, ma anche nelle funzionalità. Ci sono temi più adatti ad un blog, altri pensati per essere una sorta di curriculum digitali e altri ancora che si sposano meglio con gli e-commerce.

Se non sapete da dove cominciare, il nostro suggerimento è di andare su Envato. Si tratta di un portale enorme per l’acquisto e la vendita di risorse creative di qualsiasi genere.

Due le opzioni in questo caso. Potete acquistare una singola risorsa – che sia un tema, un’animazione o un logo – oppure fare l’abbonamento a Envato Elements che prevede download illimitati a partire da soli 14,50 € al mese. Avrete a disposizione 54 milioni di risorse creative ad un prezzo piccolo. Se volete approfondire potete visitare il sito ufficiale.

Il top per i contenuti

Wordpress, a nostro avviso, ha diversi pregi. E’ gratuito nella versione base, è semplice da utilizzare, è molto personalizzabile ed è così famoso da avere guide per ogni singola cosa. Potete trovare ovunque davvero facilmente, sia sul forum ufficiale che altrove.

Ricordatevi però che Wordpress nasce in primis per la condivisione di contenuti quindi il suo punto forte è proprio questo. Scrivere post è facilissimo e l’editor è estremamente versatile, così potete aggiungere risorse esterne – foto, video, audio, ecc – o impaginare al meglio il testo.

Per aprire un e-commerce è meglio puntare su Shopify

Se il vostro obiettivo è vendere merce online e quindi aprire un e-commerce, la mossa più furba è affidarsi a Shopify, anche se non è del tutto gratuito. Infatti, il portale offre un periodo di prova iniziale gratis, senza obbligo di rinnovo e include tutte le funzionalità utili per gestire ordini, prodotti, clienti, pagamenti, spedizioni e inventario.

Altro punto a favore di Shopify è la possibilità di avviare campagne marketing sui social network, email o SMS e di sincronizzare i propri prodotti con il catalogo su Facebook e usufruire della funzione Instagram Shopping. Dopo la prova gratuita, è possibile scegliere uno dei piani Shopify, a partire da 29$ al mese (circa 25 euro).

creare un sito web gratis

Per aprire un e-commerce su Shopify, basta collegarsi al sito ufficiale, inserire l’indirizzo email, il nome del negozio e la password e poi cliccare su “Crea il tuo store“. Vi appariranno dei moduli da compilare, relativi al settore di vendita, ai pagamenti, eccetera. Una volta conclusa questa fase vi basterà accedere per allestire l’ e-commerce. Ci sono diverse categoria nel menù laterale: Ordini, Prodotti e Clienti per gestire la merce e i consumatori. La funzione Analisi per visualizzare i dati sulle vendite; quella Marketing per impostare le campagne pubblicitarie. La categoria Sconti per aggiungere promozioni codici sconto nello store e App per collegare al negozio delle applicazioni. Infine, alla voce Negozio online potrete personalizzare l’aspetto del vostro shop.

Creare un sito web gratis o pagamento: gli strumenti per arricchire il sito

Per sviluppare un sito internet avrete bisogno anche risorse grafiche e creative, non sempre facili da reperire. Fortunatamente ci sono sempre più siti web che permettono di attingere a un database di elementi creativi, come ad esempio: immagini, foto, templates grafici, musiche per il vostro sito web, grafiche vettoriali, eccetera.

Shutterstock

Shutterstock è invece un sito che raccoglie e rivende immagini in alta definizione. Questo portale offre una prova gratuita e poi richiede l’utilizzo di un abbonamento mensile, senza obblighi di rinnovo. L’abbonamento parte da 49 euro al mese e consente di scaricare 10 immagini in HD, rispettando i copyright e quindi senza rischiare problemi. Cliccando qua, potrete visualizzare un codice sconto del 10% valido per la vostra iscrizione a Shutterstock.

creare un sito web gratis

Attingere da Depositphotos

Una libreria di circa 65 mila file gratis tra immagini HD, video royalty-free, illustrazioni vettoriali. Con Depositphotos potete scegliere tra un piano a pagamento e un gratis che vi consentono di accedere ad un grande repertorio di contenuti visivi, divisi per tema, utili per arricchire il vostro sito. Il piano a pagamento parte da circa 4 euro e permette di accedere ad un repertorio ancora più ricco.

creare un sito web gratis

Unspalsh: tantissimi contenuti visivi gratis

Unsplash è un portale completamente gratuito in cui è possibile scaricare però solo fotografie. Non ci sono video, grafiche o immagini vettoriali ma è comunque ottimo se state cercando fotografie per il vostro sito web. Vi basta fare una ricerca per tematiche e scaricare la foto che preferite.

Google Immagini, quali contenuti si possono usare?

Il motore di ricerca Google è uno degli strumenti più utili e semplici per reperire contenuti. Quando si tratta di immagini però, bisogna assicurarsi che non siano protette da copyright, altrimenti si rischia di incorrere in problemi. Per questo motivo esiste la funzione che permette di filtrare i risultati per trovare le immagini che offrono licenze per il riutilizzo. Una volta impostato il filtro “Diritti di utilizzo” e trovata l’immagine che stavate cercando, dovete verificare che la relativa licenza sia legittima e consultare poi i termini esatti di riutilizzo. Ad esempio, la licenza potrebbe richiedere che venga menzionato il nome del creatore di un’immagine quando questa viene utilizzata.

google immagini copyright

Creare un sito web gratis: Freepik per foto, template e vettoriali

Ok le foto ma a volte abbiamo bisogno anche di un template per la copertina di Facebook o un biglietto già pronto per gli auguri di Natale. In questi casi potete appoggiarvi a Freepik che include migliaia di risorse gratuite. Fate solo attenzione all’attribuzione. Potete infatti usare i contenuti gratuitamente a patto che indichiate sempre i credits. Dovete quindi attribuire correttamente la paternità dell’opera. Se invece preferite non farlo, potete acquistare l’abbonamento mensile a 9,99€ al mese o 7,49€ al mese con pagamento annuale anticipato.

Vi siete convinti? Aprire un sito web non è difficile come sembra, l’importante è saperlo gestire e curare. Se siete alle prime armi potreste ricorrere a brevi corsi tipo quelli offerti da Udemy che costano pochissimo e insegnano come aprire siti web, gestire e-commerce o ideare campagne marketing. Se il vostro problema è approcciarvi alla parte tecnica, potete sempre fare ricorso ai tutorial di WordPress.

Voi conoscete altre risorse utili per aprire e gestire un sito web?

Martina Ferri

Laureata in filosofia, gattara, vegetariana e vesto sempre di nero. Ora che vi ho elencato i motivi per cui potrei sembrare noiosa, posso dirvi che amo la musica, i libri, la fotografia, la pizza, accamparmi in tenda vicino al main stage di qualche festival! Che dite, ho recuperato?

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button