fbpx
CulturaFeatured

Credenze: eccone alcune errate sul mondo del tech

Da sempre le credenze hanno costellato la vita dell'uomo. Ne esistono alcune in ambito tecnologico, pronte per essere sconfessate

Fin dall’antichità esistono miti e credenze difficili da estirpare. Alcune di queste credenze coinvolgono anche il mondo dell’hi-tech. Scopriamole insieme.

Le credenze che sono dure a morire in ambito tecnologico

La batteria del cellulare

credenzeÈ credenza comune pensare che non si deve mai, per nessun motivo, ricaricare la batteria del cellulare prima che questa sia completamente scarica. In realtà questo non è vero, in quanto le batterie di ultima generazione possono essere caricate tranquillamente in qualunque momento.

Altra credenza di questo tipo è legata alla carica notturna. Una volta, le batterie potevano rompersi a causa di un eccessivo surriscaldamento. Oggi questo problema è totalmente superato.

Più megapixel=foto migliori

Sbagliato! I megapixel sono certamente una parte importante per scattare delle foto di qualità ma non di sicuro quella essenziale. Molti smartphone hanno fotocamere di pochi megapixel che riescono a scattare foto di ottima qualità. Questo è dovuto principalmente alle lenti, alla dimensione del sensore e alle ottiche.

La navigazione in incognito ci rende invisibili?

google chrome

È pensiero comune credere che la navigazione in incognito ci renda invisibili. In realtà non è così, affatto! I risultati delle nostre ricerche non vengono salvati nella cronologia del browser ma restano comunque nel provider di rete o nel centro di controllo di rete. In realtà questa credenza è facilmente ribaltabile nella pagina iniziale della navigazione in incognito, dove ci vene spiegato che, anche se le ricerche non si troveranno nella cronologia, potrebbero comunque essere messe a disposizione del gestore internet, del datore di lavoro e via discorrendo.

Scaricare materiale tramite torrent è illegale?

Per quanto nel corso degli anni siano aumentati i canali per poter scaricare materiale da internet, in molti ritengono ancora questa pratica del tutto illegale. In realtà non è affatto così. Chiariamoci: scaricare film, musica e quant’altro con copyright appartenente a terzi e senza il loro consenso è illegale, ma non lo è quando il creatore di quel materiale lo mette consapevolmente online, a disposizione di download.

I virus non colpiranno mai un Mac

credenzeNulla di più errato! È credenza comune pensare che i Mac siano immuni ai virus ma, in realtà, non è così. Anche i Mac possono essere infettati, anche se con una percentuale inferiore ai Windows. Questi ultimi sono più diffusi dei primi e, a differenza dei Mac, non hanno un sistema di defender tale da non permettere a virus e trojan di insidiarsi nel computer. Tuttavia è possibile che le infezioni riescano a scavalcare il defender dei Mac, quindi è consigliabile installare sempre un buon antivirus.

Il computer: spegnerlo o lasciarlo in stand-by?

È uno dei grandi dilemmi delle credenze tecnologiche. Il computer, una volta finito di usare, va spento sempre o può essere lasciato in stand-by? Per rispondere a questa domanda dobbiamo tener presente che una volta i computer erano più delicati di quelli attuali. Lasciali quindi accesi, senza utilizzarli, ne comportava un’usura maggiore. Oggi non è più così, potendoli tenere tranquillamente anche in modalità stand-by.

Conclusioni

Queste sono solo alcune delle credenze diffuse nel mondo del tech. Ce ne sono davvero a centinaia ma riportarle tutte è davvero impossibile. E voi a quali credenze avete sempre dato credito?

Maria Stella Rossi

Mangiatrice seriale di biscotti e ghiotta di pizza, adoro scrivere da sempre, ancor prima di imparare a tenere per bene una penna fra le dita. Sono una grande appassionata di libri, telefilm, film, videogiochi e cucina, mentre il mio sogno nel cassetto è quello di riuscire a catturare ed addomesticare una Furia Buia. Ma anche continuare a scrivere non è poi così male come desiderio.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button