fbpx
NewsTech

Le 5 regole di CybeRefund per difendersi dalle truffe estive

I rischi durante l'estate si moltiplicano. Ecco come difendersi

CybeRefund, startup e società di benefit specializzata nella difesa contro i cyber attacchi, evidenzia che i rischi di truffe, in particolare di tipo informatico, durante l’estate si moltiplicano. Per questo motivo, è importante conoscere i rischi e tutelarsi nel modo giusto. In particolare, CybeRefund ha individuato cinque regole d’oro da seguire per difendersi e vivere l’estate sereni.

Le regole d’oro per difendersi dalle truffe estive secondo CybeRefund

La prima regola d’oro per difendersi dalle truffe estive riguarda il Green pass, sempre più indispensabile per spostarsi. CybeRefund raccomanda di non condividere mai il proprio Green pass in forma di QR Code sui social network e di mostrarlo solo alle Autorità. Bisognerà, inoltre, accertarsi di scaricare il Green pass solo da fonti istituzionali e attendibili.

Per quanto riguarda gli acquisti online, invece, è importante aguzzare gli occhi per individuare subito eventuali truffe. Sia per quanto riguarda lo shopping online che la prenotazione di un biglietto, infatti, la truffa può essere dietro l’angolo. Gianluca Mandotti, CEO di CybeRefund sottolinea:

bisogna essere certi che nella URL compaiano “https” e l’icona di un lucchetto chiuso, che il nome del sito sia corretto e non contenga errori di battitura. La Partita IVA deve sempre essere indicata (è rintracciabile nel menu in basso sul sito o sulla scheda del negozio), ed è bene verificare che siano chiare le condizioni d’acquisto, i metodi di pagamento, le modalità di spedizione e i termini di rimborso

Wi-Fi pubblici, offerte last minuti e prelievi al bancomat: ecco come evitare i rischi

CybeRefund mette in guardia gli utenti dai Wi-Fi pubblici. Gli hotspot, molto comodi in estate, devono essere utilizzati esclusivamente per operazioni semplici e senza l’utilizzo di dati privati. Ad esempio, non bisogna mai collegarsi al proprio home banking tramite rete pubblica. Bisogna prestare molta attenzione ai last minute e, in particolare ai siti falsi che possono tentare di riprodurre dei siti legittimi.

Durante le vacanze, inoltre, aumentano le occasioni di prelievo di contante al bancomat. Il pericolo, in questo caso, è lo skimming. Sul tema, Mandotti sottolinea: “I dispositivi di skimming possono essere inseriti anche nei terminali POS dei punti vendita o nelle pompe di benzina. Una forma ancora più aggiornata di skimming è lo shimming, il cui obiettivo è registrare o rubare i dati sensibili presenti nei chip incorporati nelle carte bancarie“. Per evitare rischi è buona norma verificare che lo sportello sia perfettamente integro e privo di dispositivi attacchi. Bisognerà, inoltre, digitale il PIN senza essere visti.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button