fbpx
CulturaNewsTech

Deliveroo in quasi 150 città e con oltre 35 cucine dal mondo

Il colosso del food delivery si attesta in vetta alla classifiche, dopo diverso tempo i risultati

La prima consegna di Deliveroo avvenne quattro anni fa a Milano, oggi la compagnia è in grado di fare una fotografia del mondo del food delivery in Italia.

Deliveroo oggi offre 35 cucine dal mondo

Oggi può essere considerato un gigante del food delivery con quasi 150 città italiane nella sua copertura, e circa 35 cucine disponibili dal mondo. In questo periodo l’azienda ha partecipato a diffondere la conoscenza e la possibilità di mangiare a casa come se fossimo in un viaggio alla Jules Verne. Il fenomeno si è rapidamente diffuso ed è stato recepito con un riscontro molto positivo da parte degli utenti, la richiesta di varietà e capillarità è sempre maggiori ad un ritmo vertiginoso, basti pensare che nel 2015 le tipologie di cucine disponibili erano solo 16.

Deliveroo-poke

Le statistiche di una delle major del food delivery

Secondo Deliveroo gli utenti non solo apprezzano il fattore consegna a domicilio, ma sperimentano e si divertono in un’esperienza culinaria che li porta oltre confine. Nell’ultimo anno gli ordini di avocado toast son cresciuti di 7 volte rispetto al precedente, affermandosi di fatto come nuova tendenza culinaria dei millennials. Non mancano gli incrementi di ordini per alimenti di derivazione orientale come le bowl (ciotole con verdure, cereali, semi, pollo, pesce, etc…) con un incremento del 145% e di noodles con un aumento del 49% sempre rispetto all’anno scorso.

Non mancano i best sellers che con l’aumentare della richiesta di cucina internazionale, seguono il passo affermandosi parallelamente. In un mondo sempre più globalizzato alcune delle attività di ristorazione stanno cavalcando l’onda e investendo sui nuovi servizi di food delivery, gli ordini della pizza sono aumentati di 10 volte, sushi e panini di 4, mentre hamburger classici e gelato registrano un incremento tra il 64% e l’85%. 

Deliveroo non è solo un servizio ma un trend in crescita

Il food delivery è una pratica che si sta piano piano diffondendo a macchia d’olio, inizialmente solo nelle grandi città, meglio predisposte a recepire le innovazioni, ad oggi si sta diffondendo anche nei centri di medie piccole dimensioni e sta coinvolgendo realtà anche più tradizionalistiche in termini culinari. Basti pensare che un assortimento di cibi orientali o dell’america centrale è ordinabile anche in città come Napoli, Palermo, Bari, Bologna, Parma, Trento etc.

Al pari di una crescente richieste di cucina internazionale, l’azienda ha assistito anche ad una maggiore domanda di cucina vegana, con una risposta sorprendente per le attività di ristorazione che si stanno adeguando in modo rapido. Negli ultimi 9 mesi si è registrata una crescita dell’offerta di piatti vegani di 8 volte rispetto all’anno scorso.

Deliveroo-mexican-food

Una realtà che investe anche nelle iniziative solidali

Nonostante cavalchi l’onda del successo, non manca la sensibilità ad iniziative territoriali come ad esempio il sostegno alla Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus per il progetto “Panino Solidale” lanciata da Panini Durini. Dal 4 al 17 Novembre Deliveroo offrirà ai suoi utenti una special delivery ad 1 euro per gli ordini dai negozi Panini Durini di Milano, Bergamo, Pavia e Carugate, donando per ogni ordine ricevuto parte del normale costo di consegna alla Fondazione.

Tags

Alessandro Santucci

Videogiocatore nato, perito informatico, lettore, nerd, imprenditore digitale.. Mi piace definirmi "Apprendista": un apprendista multidisciplinare, essere apprendisti è uno stile di vita, non si smette mai di imparare.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker