fbpx
CulturaNewsSpettacoli

Censurato un episodio dei Simpson su Disney+ in Cina

L'episodio dei Simpson di Piazza Tiananmen non è disponibile sulla piattaforma streaming

Disney+ ha finalmente debuttato a Hong Kong, in Cina: alla serie TV de I Simpson, però, manca un episodio. Molti utenti hanno segnalato l’assenza dell’episodio Piazza Tienanmen, in cui la famiglia visita la Cina. Ecco i dettagli.

I Simpson sbarcano in Cina con Disney+: un episodio però manca all’appello

I Simpsons

La versione di Hong Kong di Disney+ ha debuttato questo mese e i clienti hanno subito notato l’assenza di un episodio dei Simpson. Ci riferiamo all’episodio 12 della stagione 16, andato in onda per la prima volta nel 2005. L’episodio mostra la famiglia che va in Cina per cercare di adottare un bambino. I Simpson visitano anche Piazza Tienanmen a Pechino, luogo di mortale repressione del 1989 contro i manifestanti per la democrazia.

Nel cartone animato è presente un cartello nella piazza che recita: “In questo luogo, nel 1989, non è successo niente”, un cenno satirico alla campagna cinese per cancellare i ricordi di ciò che è successo. Al momento non è chiaro se Disney+ abbia rimosso l’episodio di sua spontanea volontà o se gli sia stato ordinato dalle autorità.

Il gigante dell’intrattenimento e il Governo di Hong Kong non hanno risposto alle richieste di commento.

Fino a poco tempo fa Hong Kong vantava significative libertà artistiche e politiche. Tuttavia le autorità stanno trasformando la città in seguito alle enormi, e spesso violente, proteste democratiche di due anni fa. Tra le numerose misure di precauzione ci sono nuove leggi di censura introdotte nel corso di questa estate e che proibiscono qualsiasi trasmissione che possa violare le leggi sulla sicurezza nazionale imposte, lo scorso anno, dalla Cina.

I censori hanno ordinato ai registi di fare dei tagli e hanno proibito loro di mostrare al pubblico alcuni film.

La settimana scorsa il leader di Hong Kong nominato da Pechino, Carrie Lam, ha giurato di “tappare proattivamente le falle” in internet della città e di introdurre regolamenti sulle “fake news”. I suoi commenti si sono aggiunti alle preoccupazioni che il “Grande Firewall” cinese – un regime tentacolare di censura di internet e delle notizie – potrebbe essere esteso a Hong Kong.

I contenuti che fanno satira sulla Cina, tuttavia, sono ancora disponibili su altre piattaforme di streaming a Hong Kong.

Il canale Hong Kong di Netflix, ad esempio, sta ancora mostrando Band in China, un episodio di South Park. In quell’episodio, uno dei personaggi finisce in un campo di lavoro cinese e gran parte dello spettacolo ironizza sulla volontà dei marchi americani di aderire alle regole della censura cinese per fare soldi.

Egan PTS83/2V Bicchierini caffè, Modello Homer, Porcellana,...
  • Confezione da 2 pezzi bicchierino caffè
  • Materiale: porcellana
  • Design Made in Italy
Source
The Guardian

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button