fbpx

Doom Eternal recensione: al mio segnale, scatenate lo Slayer


Dopo 3 anni dalla sua presentazione all’E3 2018 e un primo rinvio di 5 mesi, Doom Eternal è a pochi giorni di distanza dalle nostre mani! Il nuovo capitolo della famosissima saga di sparatutto in prima persona (FPS) sarà infatti disponibile su PC e console il prossimo 20 marzo. Ma vale la pena acquistarlo? Per scoprirlo abbiamo passato gli ultimi giorni ad uccidere demoni, e ora vi raccontiamo la nostra esperienza di gioco nel terrificante mondo di Doom Eternal.

Scopriamo che cosa ha da offrirci la furia del Doom Slayer!

Doom Eternal recensione

In Doom Eternal i demoni dell’inferno hanno iniziato una feroce invasione della Terra, da Marte e massacrando oltre il 60% della popolazione ormai in rovina. La Union Aerospace Corporation (UCA), la più grande azienda spaziale del pianeta, sta cercando di fermare la furente invasione ma senza alcun successo. Il futuro degli umani sembra essere destinato a finire, nella cruenta agonia che gli spetta, negli inferi ma in loro soccorso arriva, il misterioso Doom Slayer; un brutale marine capace di sventare e sventrare la minaccia demoniaca.

Con il supporto di VEGA, un’avanzata intelligenza artificiale e di alcuni membri della resistenza terrestre, spetterà proprio al nostro protagonista porre fine all’invasione. Per farlo, dovremmo partire alla ricerca dei sacerdoti di un culto demoniaco che, insieme alla Khan Maykr, la guida spirituale dell’esercito infernale, sono intenzionati a sacrificare le anime degli umani per ricavarne un’arcana energia. Ha inizio quindi una lunga ricerca che, tra gli altri livelli, ci riporterà su Marte, nel cuore degli inferi e persino in “Paradiso“.

La cruenta avventura del Doom Guy si suddivide in una serie di livelli intramezzati, solitamente, da una visita alla base operativa del protagonista situata nello spazio. Da qui si potrà partire per la missione successiva, ripetere quelle già superate ed esplorare liberamente la base, alla ricerca di collezionabili e potenziamenti con cui massacrare orde di demoni.

L’odore di demoni in fiamme la mattina

Doom Eternal Recensione

Doom Eternal rafforza, ancora una volta, tutto ciò che la serie ha da offrire migliorando il gameplay, la varietà di armi e nemici e la resa grafica, il tutto immerso in quel ritmo frenetico che tanto amiamo. L’azione in tutti i livelli, infatti, è caratterizzato da un clima a dir poco scatenato in cui dovremo farci strada tra centinaia e centinaia di nemici che aspettano solo di cadere sotto i nostri colpi. In questo nuovo capitolo di Doom, però, non possiamo più permetterci il lusso di sfoderare la nostra arma e sparare all’impazzata. Il gioco presenta infatti una componente strategica a dir poco interessante che ci costringerà a pensare (in molta fretta) la nostra prossima mossa.

Oltre a varie armi da fuoco principali come lo shotgun, il cannone pesante, il lanciarazzi, il fucile a plasma e così via, il Doom Guy ha a disposizione una serie di armi secondarie indispensabili per la buona riuscita del gioco. Queste armi secondarie sono il lanciafiamme, una sega elettrica per fare a pezzi (letteralmente) i nemici e i potenti pugni del protagonista. Si tratta di veri e propri strumenti di raccolta risorse: dando il colpo di grazia ai nemici con una di queste armi potrete infatti ottenere munizioni, vita o armatura oltre ad una serie di esecuzioni gloriose per soddisfare la vostra sete di sangue digitale.

Dovremo quindi valutare bene la nostra prossima azione e il modo in cui finire l’avversario così da non rimanere senza munizioni o senza scudo protettivo, il tutto nel più breve tempo possibile perché i demoni non aspettano nessuno. Sebbene questa variante possa sembrare troppo macchinosa, vi possiamo assicurare che, già nelle prime fasi di gioco, vi saprete giostrare al meglio sulla tastiera per utilizzare quella determinata mossa al momento giusto. Il risultato è un gameplay più che soddisfacente, rapido e adrenalinico.

Parola d’ordine: adrenalina

Doom Eternal Recensione

Ogni livello in Doom Eternal presenta una sequenza abbastanza lineare e simile per tutte le missioni. La mappa di gioco è caratterizzata da aree di transizione generalmente più tranquille, con alcuni nemici da sconfiggere e luoghi da esplorare alla ricerca di risorse, vite extra e collezionabili. A queste si alternano delle zone-arene più ampie in cui si concentra una quantità di nemici esagerata che metteranno a dura prova le vostre abilità. Le varietà di demoni che tenteranno di fermarvi è più ampia che mai e ben caratterizzata. Ognuno di essi presenta determinati attacchi, punti di forza e di debolezza che dovrete apprendere il più presto possibile se volete sopravvivere. Ad ogni demone, inoltre, sono dedicate diverse esecuzioni gloriose che variano a seconda dell’arma secondaria utilizzata o dalla vostra posizione rispetto al nemico. Vi divertirete a scoprirle tutte!

Come già anticipato, il gioco è tempestato da moltissimi oggetti collezionabili che variano dalle colonne sonore, a simpatici pupazzetti con le fattezze dei demoni del gioco, a documenti che approfondiscono la trama del gioco. A questi si alternano degli oggetti che vanno a modificare attivamente l’arsenale e le abilità del nostro Slayer. Ogni arma che troveremo, infatti, può essere modificata in due varianti le quali, a loro volta, possono essere ulteriormente potenziate. Il vostro Shotgun, per esempio, può diventare all’occorrenza un lanciagranate o un’arma semi-automatica per adattarsi ad ogni situazione.

Allo stesso modo anche l’armatura e le armi secondarie possono essere potenziate e migliorate per ridurre i tempi di ricarica o aggiungere effetti devastanti. Ciò oltre alla possibilità di aumentare lo scudo, la vita e la quantità di munizioni disponibili perciò vi consigliamo di non sottovalutare le aree segrete e i collezionabili, non sono così inutili. A dare maggior varietà al gioco troviamo delle mini sfide all’interno di molti livelli in cui uccidere determinati nemici in pochissimo tempo o varcare i mitici Cancelli Slayer per uno scontro davvero estremo.

Offerta
Doom Eternal - Esclusiva Amazon.It (con Poster in Metallo) -...
  • Disintegra intere armate di demoni, ognuno dotato di specifici attacchi e abilità
  • Prenota DOOM eternal e ricevi l'esclusivo poster in metallo!

Il Doom Guy non è mai stato così bello

Doom Eternal RecensioneChe Doom sia una serie piena di adrenalina non è certo una novità ma con Doom Eternal questa caratteristica raggiunge un nuovo livello. Ogni elemento del gioco, dal gameplay alla grafica, dalle animazioni fino ai vibranti colori, crea uno stato di costante e appagante tensione tipica della serie. La resa grafica di questo capitolo è a dir poco spettacolare. Il gioco utilizza infatti la versione più recente dell’id Tech 7, il motore grafico di id Software che da il meglio di se sia negli spazi chiusi che in quelli aperti in situazioni di grande movimento. Il risultato è un gioco fluido e graficamente piacevole in cui non abbiamo riscontrato nessun tipo di problema tecnico con un Nvidia GeForce RTX 2060.

Allo stesso modo anche la colonna sonora, ormai un marchio di fabbrica della serie, aiuta ad alimentare il clima frenetico che tanto amiamo. Torna infatti Mick Gordon, il musicista australiano dietro la colonna di Doom, il remake del 2016 del primo capitolo. Ogni canzone della colonna sonora è pregna di quell’essenza metal senza la quale Doom semplicemente non sarebbe Doom. I riff di chitarra e le drum machine martellano costantemente adattandosi anche all’azione di gioco o al nemico che ci ritroviamo di fronte per un’esperienza più che immersiva e ricca di energia.

Oltre Doom

Oltre alla campagna principale, della durata di circa 15-20 ore (a seconda del vostro amore per le aree segrete), il gioco offre anche una modalità in multiplayer chiamata Battlemode. Purtroppo non possiamo darvi un parere poiché  la modalità online di Doom Eternal sarà disponibile solo con il lancio ufficiale del gioco previsto per il 20 marzo.

Il gioco, come ogni Doom che si rispetti, vanta anche 4 livelli di difficoltà differenti che metteranno a dura prova i più tenaci a favore di una alta rigiocabilità. Durante il gioco verranno anche sbloccate nuove arene in cui lottare e secondo quanto detto da Bethesda e Zenimax, altre mappe e update verranno rilasciate successivamente.

Doom Eternal recensione: acquistarlo oppure no?

Se non fosse ancora chiaro, Doom Eternal è un gioco da giocare e assaporare fino all’ultimo livello e oltre. Tutti gli elementi che abbiamo amato nei precedenti capitoli si ripresentano qui più carichi e cattivi che mai. Preparatevi ad una lotta con gli inferi che non dimenticherete così facilmente!

Doom Eternal

Pro Pros Icon
  • La quintessenza di Doom
  • Novità di gameplay più che azzeccate
  • Grande varietà di armi e nemici
  • Grafica e audio spettacolari
Contro Cons Icon
  • Qualche bug qua e là
  • Peccato non aver potuto provare la modalità online


Condividi la tua reazione

Confusione Confusione
1
Confusione
Felicità Felicità
1
Felicità
Amore Amore
8
Amore
Tristezza Tristezza
8
Tristezza
Wow Wow
8
Wow
WTF WTF
10
WTF
Daniele Cicarelli

author-publish-post-icon
Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link