!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js');
ventilatore dyson

Dyson ha costruito un ventilatore per i pazienti affetti da COVID-19
Ma il Regno Unito ha affermato di non averne più bisogno. Siamo davvero sicuri?


Ventilatore Dyson: l’azienda si è impegnata nello scorso mese nella realizzazione di un ventilatore per il trattamento dei pazienti affetti da COVID-19. Tuttavia venerdì il governo del Regno Unito ha comunicato alla società di non averne più bisogno. Sarà vero?

Ventilatore Dyson per i pazienti con COVID-19

Dyson è stato uno dei vari produttori che hanno cercato di aiutare a far fronte alla carenza di ventilatori nel Regno Unito durante la pandemia da COVID-19. La società, conosciuta per i suoi aspirapolvere wireless ultra potenti, ha creato un prototipo di ventilatore da zero in meno di due settimane. Tuttavia pare che al momento il ventilatore non verrà utilizzato sui pazienti del Regno Unito.

Venerdì è giunta voce da Reuters che il governo UK ha comunicato alla società di non aver più bisogno della sua invenzione, il ventilatore chiamato CoVent. Il CoVent è un ventilatore portatile montato a letto. Una sua particolarità è il poter funzionare anche a batteria, l’ideale se utilizzato negli ospedali da campo. Il governo aveva originariamente emesso un ordine provvisorio per 10.000 ventilatori CoVent con Dyson a condizione che il dispositivo ricevesse l’approvazione normativa.

Il governo britannico ha affermato inizialmente di aver bisogno di 18.000 ventilatori per far fronte alla crisi. Attualmente ne ha 10.800 in suo possesso. I ventilatori vengono utilizzati nei casi più gravi di covid-19, quando i pazienti hanno difficoltà a respirare da soli. I dispositivi forniscono ossigeno in maniera meccanica ai polmoni danneggiati da covid-19 e danno loro il tempo di riprendersi.

ventilatore dyson

Leggi Anche: Il segreto di Mr Dyson

Nessuna spesa per il Regno Unito

Secondo il Johns Hopkins Coronavirus Resource Centre, i dati aggiornati a sabato scorso danno nel Regno Unito  149.559 casi di covid-19 di cui 20.381 deceduti.

In una dichiarazione, James Dyson, il fondatore miliardario della società, ha affermato la società ha speso circa 25 milioni di dollari per il progetto CoVent, ma che non avrebbe chiesto denaro pubblico per coprire i suoi costi.

“Non ci pentiamo del nostro contributo allo sforzo nazionale“, ha dichiarato James Dyson. “Ho qualche speranza che il nostro ventilatore possa ancora aiutare la risposta in altri paesi, ma ciò richiede ulteriore tempo e indagini”.

Oltre ai 10.000 prodotti per il governo britannico, Dyson aveva pianificato di produrre 5.000 unità per donazioni a livello internazionale.


Livio Marino

Sangue siciliano, milanese d'adozione, mi piace essere immerso in tutto ciò che è tech. Passo le giornate dando ordini ad Alexa, Google ed al mio cane, Maverick.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link