fbpx
CulturaNewsPersonaggi

Contrordine: Elon Musk ha deciso di non vendere la sua canzone NFT

Il magnate rimanda la sua carriera musicale a un altro giorno

Elon Musk ha cambiato idea: ha deciso di non vendere la sua canzone in NFT, che parla di NFT. La decisione è stata giustificata in modo piuttosto spiccio: “In realtà, non mi sembra giusto venderla. Passo”. In due giorni, il CEO di Tesla ha lanciato e chiuso la sua carriera discografica.

Elon Musk ha deciso di non vendere la sua canzone in NFT

Lunedì Musk ha lanciato la sua carriera nel mondo della musica. O meglio, ha dimostrato ancora una volta di sapere diventare di tendenza su Twitter come nessun altro. Infatti ha deciso di sfruttare l’interesse del web per gli NFT: i “non-fungible tokens”. Questo sistema permette di certificare l’origine di un contenuto digitale utilizzando la blockchain. Di recente, il fondatore di Twitter Jack Dorsey ha venduto all’asta il suo primo tweet, pubblicato quando la piattaforma social era solamente in fase di test. Ma ci sono stati anche altri eventi: il creatore di Nyan Cat ha venduto la prima versione del suo meme.

Musk è salito su questo “carro del successo digitale” lanciando una canzone elettronica che parla di NFT, con l’idea di venderla come NFT. La traccia è disponibile a tutti dall’account Twitter di Musk, ma solo chi compra la versione NFT può dire di avere l’originale. Ma il magnate ha cambiato idea.

Carriera discografica conclusa. O forse no?

La canzone NFT di Elon Musk ha suscitato moltissime reazioni online, non tutte positive. Diciamo che non avrebbe avuto lo stesso successo se si fosse dedicato alla musica invece che alle auto elettriche. Ma l’aver rinunciato a vendere questa canzone non significa aver chiuso la carriera musicale. Qualcuno nei commenti sotto il suo post specula già su un possibile ritorno della canzone, quando il valore sarà salito ancora.

elon musk nft

In realtà, questo cambio di direzione permette a Musk di diventare di nuovo di tendenza su Twitter, facendo per sé e per le proprie aziende molta pubblicità gratuita. Ma se avete intenzione di acquistare la traccia, provate a contattare direttamente il magnate e fargli un’offerta. Tutti i musicisti aspettano di poter fare successo. Anche se sarà difficile quantificare quanto possa valere il successo per il multimiliardario.

Source
Twitter

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button