fbpx
Motori

Fiat 124 Spider: siamo al capolinea?

La Fiat non può rinnovare la sua 124 Spider, a causa delle difficoltà logistiche legate alla sua partnership con Mazda.

Stiamo per assistere alla fine della Fiat 124 Spider ? Così sembrerebbe, almeno da quanto dichiarato da Olivier François, CEO del marchio italiano al sito britannico Autocar. Lanciata nel 2015 e prodotta in collaborazione con Mazda con cui ha condiviso la sua piattaforma con la MX-5, il piccolo roadster potrebbe davvero essere tolto dal mercato nel prossimo futuro, come suggerito dal CEO “Bisogna accettare il fatto che tale macchina non fa parte del nostro futuro. Non è ciò che definirei una Fiat pura e assoluta, ma per ora la 124 Spider rimane un’opportunità interessante”.

4_MX5_7283_R_7365_150_F88_39L_300.tif

Ma allora, quali sono le ragioni che hanno portato alla fine della produzione, nonostante la 124 porta ancora qualche profitto al marchio? Per una volta, non sono le vendite ad essere coinvolte, ma le difficoltà logistiche dovute all’assemblaggio effettuato da Mazda in Giappone. In effetti, la Fiat deve inviare i motori della sua cabriolet nel paese del Sol Levante, operazioni rese vincolanti dal cambio di valute tra Europa e Giappone, per non parlare dei costi di trasporto. Tuttavia, Olivier François sembra rimanere attaccato a questo modello: “La Fiat 124 Spider ha un mercato di nicchia. Per noi è un’attività redditizia ma solo grazie alla partnership. È stata un’opportunità e l’abbiamo afferrata. Questo ci porta denaro e avvantaggia l’immagine del marchio”.

Fiat punta alle city-car

Anche se il CEO di Fiat ha dichiarato alcuni mesi fa che la 124 attiravano ancora l’interesse per i clienti, non è tuttavia vitale per il futuro del marchio. In effetti, Olivier François ha annunciato alcune settimane fa un grande rimpasto all’interno della gamma, dicendo che “non ci saranno auto di grandi dimensioni, né modelli premium, né sport, ma nuovi modelli per lo più nel segmento C”. Un’altra prova che il futuro della roadster è più che compromesso. Anche se non dovesse essere immediatamente arrestata la produzione, probabilmente non si vedrà un’evoluzione e quindi anche un successore. E per una buona ragione: il marchio torinese ora vuole concentrarsi su veicoli di piccole dimensioni, tra cui la famiglia 500. Una strategia sorprendente, mentre molti costruttori non credono più nelle city car, come Opel e Ford con la sua Ka+ .

Addio anche Tipo e 500X?

Oltre alla Panda, che dovrebbe essere rinnovata con una versione elettrica ispirata al concetto Centoventi, la gamma dovrebbe subire un vero cambiamento, con la 500X che non verrà rinnovata e sarà sostituita da un modello tutto nuovo. Da parte sua, anche la Tipo dovrebbe scomparire dal catalogo, questa volta lasciando il posto a un piccolo SUV, che dovrebbe adottare la piattaforma della Jeep Renegade e godere di un motore ibrido. Ulteriori dettagli dovrebbero essere rivelati nel corso dell’anno.

Tags
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker