fbpx
CulturaNewsTech

Foodracers, il food delivery made in Italy che pensa anche agli anziani

Le app di food delivery sono sempre più diffuse nel nostro territorio, permettendo ai cittadini di ordinare qualsiasi tipo di pietanza attraverso un paio di tap sul proprio smartphone. Capita, tuttavia, che queste applicazioni non riescano a soddisfare le richieste di tutti i potenziali clienti, come gli anziani, che non hanno molta familiarità con le recenti tecnologie. La soluzione arriva da Foodracers, startup italiana che propone un innovativo servizio di consegna a domicilio, garantito a qualsiasi tipo di clientela.

Foodracers: arrivano i "racers" del food delivery

Foodracers è la startup italiana che, nel gennaio 2016, ha lanciato il proprio sito web e la propria app. Il servizio è già attivo in 20 città del nostro territorio, prevalentemente concentrate nella zona settentrionale. Di recente, la compagnia di food delivery ha introdotto un nuovo servizio rivolto all'utenza più anziana, ovvero quei cittadini che preferiscono effettuare i propri ordini tramite le tradizionali telefonate.

Secondo la procedura classica, ogni ordine ricevuto da Foodracers viene notificato ai cosiddetti "racers", persone che mettono a disposizione il loro tempo libero per effettuare le consegne, trattenendosi il relativo contributo. Ora, con la recente iintroduzione del nuovo servizio, la squadra dei racers potrà essere contattata dai singoli ristoratori, tramite il sito o l'app di Foodracers, per gli ordini ottenuti tramite telefono.

Il fondatore di Foodracers, Andrea Carturan, commenta così la crescita della sua startup:

"La startup funziona, dato che solo nel primo anno abbiamo ampiamente sorpassato il break even point e siamo ormai attivi in 20 città. Abbiamo inoltre deciso di dare un servizio in più ai ristoratori che scelgono di entrare nella nostra rete, perché ci siamo resi conto che nonostante la tecnologia sia ormai alla portata di tutti, c’è una fascia della popolazione che avrebbe difficoltà a utilizzare smartphone o computer. Ecco allora l’idea di mettere a disposizione i nostri racers per far fronte alle chiamate telefoniche che giungono direttamente alla nostra rete di esercenti."

Le città in cui Foodracers è già attivo sono: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Forlì, Lucca, Mestre, Padova, Parma, Pavia, Piacenza, Pordenone, Ravenna, San Donà di Piave, Trento, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Vicenza.

Team di redazione

L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button