fbpx
NewsTech

La Generazione Alpha è più inclusiva e non ha apprezzato il lockdown

Una ricerca analizza il comparto dei nati dal 2010 in poi

La  ricerca “Tecnologica, inclusiva e green: benvenuta Generazione Alpha!” commissionata da BNP Paribas Cardif ha evidenziato il comportamento e le tendenze dei nati dal 2010 in poi, in particolare durante il lockdown. Questa generazione dai primi veri “nativi digitali a 360 gradi” e sono definiti come i primi di una nuova umanità che non sembra conoscere barriere tra reale e virtuale, uomo e donna e etnie.

La Generazione Alpha ed il lockdown

Durante il lockdown, i bambini della Generazione Alpha hanno registrato notevoli cambiamenti per le proprie abitudini. In particolare, è cresciuto del 28% il tempo passato davanti alla TV. Da notare, inoltre, che per l’84% dei bambini si registra la mancanza della scuola. In particolare, le bambine hanno sentito notevolmente il distacco con la scuola. La mancanza delle aule è sentita nel 94% dei casi.

Una generazione con una mentalità aperta

Il distanziamento dovuto al lockdown non ha modificato alcune caratteristiche della Generazione Alpha. Il 33%, infatti, ha amici di diverse etnie e il 44% ha compagni di origine straniera. Solo il 23% ha contatti occasionali con culture diverse. Quest’aspetto permette di ottenere un’apertura mentale diversa.

Da notare che l’85% dei gruppi di amici della Generazione Alpha è formato in egual misura da bambini e bambine. Da notare, inoltre, che alla richiesta di associare alcuni mestieri e attività ad un genere (maschi, femmine o entrambi), l’opzione “entrambi” è prevalsa in maniera netta in quasi tutti i casi esaminati.

Isabella Fumagalli, Head of Territory for Insurance in Italy di BNP Paribas Cardif.  “I nati dal 2010 in poi riescono a rompere completamente gli schemi, regalandoci una vera e propria ‘ri-generazione’ umana che sovverte gli stereotipi di genere, supera le diversità culturali e difende il pianeta. Non sono solo semplici “nativi digitali” ma soprattutto “nativi social”, costantemente immersi tra vita reale e vita virtuale, esattamente la dimensione della nuova normalità

L’infografica qui di sotto riassume i risultati della ricerca.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button