fbpx
NewsTech

GhostWriter: la prima piattaforma italiana di marketing basata su AI

Arriva la prima piattaforma italiana di content marketing strategy basata sull'Intelligenza Artificiale, che aiuterà aziende di ogni tipo a sviluppare i propri contenuti al meglio.

Viviamo in un momento storico di grande avanzamento tecnologico e le opportunità per le aziende di rendere più efficace il proprio operato sono moltissime. Uno degli aspetti più interessanti degli ultimi tempi è sicuramente la crescita dei meccanismi di Intelligenza Artificiale e machine learning. È (anche) su questo che si basa GhostWriter, piattaforma di content marketing strategy tutta italiana, presentata qualche giorno fa a Milano.

GhostWriter è pronta a rivoluzionare l’approccio alla content marketing strategy

Si tratta di uno strumento utilissimo per qualsiasi azienda, che aiuta ad analizzare il proprio pubblico e scoprire come accrescerlo al massimo. Tutto nasce dal lavoro di Ester Liquori e Mauro Bennici, già fondatori della premiatissima start-up You Are My Guide, che hanno costruito questo nuovo servizio che sta già conquistando clienti di alto livello come Moleskine e Dynameet.

Le tecnologie utilizzate da GhostWriter sono estremamente avanzate: alla base c’è un potente motore semantico proprietario, nativo italiano e inglese, affiancato da algoritmi di machine learning, intelligenza artificiale, Natural Language Processing, deep learning analisi di clustering ed elaborazione di Big Data da tante fonti differenti.

Un elenco del genere può forse mettere un po’ di timore per chi non è particolarmente versato nel mondo della tecnologia, ma la verità è che Ghostwriter è davvero semplicissimo da usare. L’interfaccia grafica è semplice e intuitiva e basteranno pochi clic per poter sfruttare tutte le incredibili funzioni offerte dalla piattaforma.

Cosa può offrire GhostWriter?

Come abbiamo anticipato, questo servizio raccoglie tutti gli strumenti necessari per costruire, curare e portare avanti la propria strategia di content marketing. Si parte ovviamente dalla possibilità di analizzare il pubblico in maniera estremamente approfondita nel completo rispetto della privacy dei consumatori. GhostWriter sfrutta infatti la propria Intelligenza Artificiale per estrarre tutti i dati più importanti sul pubblico dell’azienda.

Partendo, per esempio, dai follower social della compagnia, si può facilmente scoprirne la composizione (geografica, di genere, linguistica…). Dopodiché si passa anche alle preferenze e i comportamenti d’acquisto e molto altro ancora. Tutto questo può essere facilmente esteso anche al pubblico potenziale, scoprendo dove e come estendere il proprio target.

Le possibilità offerte da GhostWriter non finiscono qui. Le tecnologie utilizzate suggeriscono automaticamente gli argomenti e i contenuti (come articoli di magazine online) che potrebbero risultare più interessanti per il pubblico di riferimento. Non si tratta semplicemente di un incrocio di interessi: la piattaforma è capace di fornire anche stime di risultati specifici, come grado di attenzione e impatto dei testi.

A proposito dei testi, come non parlare di un’altra straordinaria funzione di Ghost Writer, ovvero il Content Editor. Questo strumento sulla base delle fonti fornite, creerà una bozza di contenuto, estrapolando tutti i contenuti che più possono cogliere l’attenzione del target. Non ci si ritroverà più quindi in crisi davanti al foglio bianco. Qualsiasi testo, che sia il copy di un social, un articolo per il blog o un comunicato stampa, potrà essere realizzato efficientemente.

Questo significa perciò avere velocemente tutti i contenuti più adatti per i propri follower e, grazie alla funzione di SEO Optimizer, vederli già pronti per essere trovati facilmente sui motori di ricerca. Inoltre sarà possibile prevedere come il pubblico (attuale e potenziale) reagirà al testo, se positivamente o negativamente e quanto.

L’importanza del machine learning

C’è un ultimo fattore importante da sottolineare parlando di questa piattaforma ed è l’implementazione del machine learning. Tutte queste funzioni infatti sono infatti destinate a migliorare con l’utilizzo costante della piattaforma, che impara passo passo. I testi, ad esempio, saranno sempre più vicini allo stile di chi andrà a completare la bozza, le analisi del pubblico sempre più approfondite e molto altro ancora.

Giorno dopo giorno, GhostWriter diventerà sempre più simile a quanto suggerito dal suo nome, come se fosse un vero e proprio assistente personale digitale.

Ester Liquori, CEO della start-up e recenetemente selezionata come una delle 15 donne più influenti nel mondo dell’innovazione in Italia, ha dichiarato: “GhostWriter è una piattaforma di facile utilizzo e alla portata di tutti: non serve alcuna competenza specifica per il suo utilizzo e permette di intraprendere un percorso intelligente verso clienti migliori. Realizzare contenuti adatti per il proprio pubblico è la chiave di volta per migliorare il risultato delle campagne e la ROI degli investimenti in marketing e vendite, risparmiando tempo e denaro“.

Per maggiori informazioni su GhostWriter, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale.

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button