fbpx
CulturaEventiFeaturedNews

Oggi è la giornata mondiale della bicicletta

Si celebra oggi, per il quarto anno, il velocipede più pratico ed ecologico

Oggi, giovedì 3 giugno, si celebra la giornata mondiale della bicicletta.

Scopriamo qualcosa in più sul World Bicycle Day e sul ruolo sempre più importante del mitico velocipede.

La bicicletta: un mezzo di trasporto e un’icona

Se c’è un mezzo di trasporto che ha saputo attraversare con orgoglio e stile il Novecento, diventando un’icona del vivere slow (e oggi anche dell’ecologia), influenzando la cultura e il costume, quello è la bicicletta.

Geniale nella sua tecnologia tutto sommato semplice ma perfetta, economico e green, il più amato velocipede (perché di un velocipede si tratta, come abbiamo scritto in un altro articolo) si meritava di certo una giornata celebrativa a livello globale.

La giornata mondiale della bicicletta: quando nasce

La giornata mondiale della bicicletta, o World Bicycle Day, è stata istituita il 12 aprile 2018 con una risoluzione delle Nazioni Unite. Durante la settantaduesima sessione ordinaria, tutti i 193 Stati membri hanno espresso un voto favorevole.

 L’istituzione della giornata mondiale della bicicletta è anche il risultato di una campagna condotta dalla European Cyclists’ Federation e dalla World Bicycle Alliance. 

giornata mondiale della bicicletta

Motivazioni e finalità della ricorrenza

L’Assemblea Generale ha riconosciuto “l’unicità, la longevità e versatilità della bicicletta, che è in uso da due secoli e che rappresenta un mezzo di trasporto semplice, economico, affidabile e sostenibile, che promuove la preservazione ambientale e la salute.”

Ma le motivazioni non finiscono qui: l’ONU ha anche dichiarato che “la bicicletta stimola la creatività e l’impegno sociale, e offre al suo utilizzatore una coscienza immediate dell’ambiente locale.” Inoltre “la bicicletta può essere uno strumento per lo sviluppo e un mezzo non solo di trasporto ma anche di accesso all’educazione, alla salute e allo sport.”

Non manca un accenno all’ecologia: “un simbolo del trasporto sostenibile e veicola un messaggio che sostiene la sostenibilità dei consumi e della produzione e ha un impatto positivo sul clima.”

 La giornata mondiale della bicicletta vuole dunque promuovere l’utilizzo della due ruote per tutti i benefici fisici, sociali e ambientali che ne derivano.

Pertanto l’ONU incoraggia gli Stati membri “a dedicare particolare attenzione alla bicicletta nei propri piani di sviluppo, e a includere la bicicletta nelle politiche di sviluppo internazionale, regionale, nazionale e locale.”

Non solo: si invita anche ad “aumentare la sicurezza stradale e a integrarla nella pianificazione della mobilità e del trasporto sostenibile, in particolare attraverso misure per proteggere e promuovere attivamente la sicurezza dei pedoni e la mobilità ciclistica, con uno sguardo in particolare agli effetti sulla salute.”

L’importanza della bicicletta oggi

Gli aspetti positivi della bicicletta acquistano ulteriore importanza oggi, dal momento che i numeri e i dati sull’inquinamento sono sempre più inquietanti, soprattutto per quanto riguarda i centri urbani.

Eppure, in Italia, l’automobile è ancora il mezzo largamente più utilizzato anche per i brevi spostamenti in città. Con una serie di intuibili ricadute negative: il congestionamento del traffico, l’aumento dell’inquinamento atmosferico, un acuirsi della sedentarietà, con conseguenze sulla salute dei cittadini e sui costi sanitari.

Bicicletta e Covid

Ancor più cruciale dovrà essere la sensibilizzazione all’uso della bicicletta dopo i pesanti mesi del lockdown.

Stimolare un’attività fisica blanda ma continuativa, all’aria aperta, aiuta non solo a mantenersi in forma fisica ma anche a giovare degli effetti benefici del movimento sull’umore, in un momento in cui molti di noi sono stati messi a dura prova dal punto di vista psicologico.

giornata mondiale della bicicletta

La giornata mondiale della bicicletta: le iniziative in Italia

In Italia, così come in ogni angolo del mondo, amministrazioni ed enti organizzano incontri, dibattiti sul tema della mobilità sostenibile e soprattutto delle belle pedalate di gruppo.

FIAB (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) ha colto l’importanza di un’educazione all’uso della bici in età scolare, istituendo l’iniziativa Bike To School.

Così si è espresso Alessandro Tursi, presidente FIAB: “In Italia purtroppo la grande maggioranza dei bambini non ha oggi il diritto di andare a scuola con le proprie gambe, a differenza dei loro coetanei europei, anche quelli di paesi dai climi particolarmente rigidi. La nuova sensibilità sul tema salute imposta dal Covid può essere occasione per cambiare abitudini sbagliate e dannose per i nostri figli. E sono i medici a affermarlo prima ancora di FIAB”.

Offerta
Storia sociale della bicicletta
  • Pivato, Stefano (Author)

Cresce la vendita di biciclette. E non solo

I numeri sembrano comunque premiare la voglia di pedalare degli italiani. Grazie anche al bonus mobilità, oltre che al desiderio di fare attività fisica nei mesi del confinamento, nel 2020 sono state vendute oltre 2 milioni di biciclette: 400.000 in più rispetto al 2019.

Gli spostamenti a piedi o in bici nei primi dieci mesi del 2020 sono aumentati del 6%,  e diverse città hanno potenziato le loro reti ciclabili. Come Milano (+ 67 km), Roma (+ 33 km), Genova (+ 25 km), Venezia (+18 km) e Bologna (+ 16 km).

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button