fbpx
NewsTech

Glovo investe 150 milioni di euro per espandere la sua offerta

Glovo, leader nel delivery multi categoria, ha annunciato oggi il finanziamento di 150 milioni di euro per supportare la crescita del team tecnologico ed espandere l’offerta dei supermercati.

LEGGI ANCHE Glovo: continua l’espansione in Italia

La start-up spagnola si focalizzerà sullo sviluppo del suo team di ingegneri per incrementare le innovazioni on demand. Questo riguarda anche i nuovi progetti sui supermercati, per diventare la prima app che consegna qualsiasi cosa nelle città.

Glovo

Fondata 2015 da Oscar Pierre e Sacha Michaud, la crescita di Glovo è stata possibile grazie a numerosi investimenti da parte di venture capital internazionali. Nel 2018 Glovo contava oltre 1.000 dipendenti approdando con i suoi servisi in una nuova città ogni quattro giorni. L’obbiettivo dell’app è quello di diventare il player con la crescita più rapida nel mercato del delivery in America Latina ed EMEA.

I nuovi investimenti sono stati guidati da Lakestar, la società di venture capital internazionale focalizzata sugli investimenti in società tecnologiche. Ha partecipato anche Drake, proprietario del franchising globale di pizza Papa John’s, nonché nuovi investitori come Idinvest Partners, private equity europeo e venture capital e Korelya Capital, venture capital specializzata nella crescita di start-up tecnologiche europee.

I progetti futuri

Oltre alla sua espansione, Glovo è impegnata anche nel suo percorso di innovazione tecnologica. Lo scopo è quello di portare i propri sistemi e funzionalità a un livello superiore. In quest’ottica, a fine 2018, Mustafa Sezgin, ex-leader di Uber e SoundCloud, è stato nominato VP del dipartimento di engineering.  Glovo farà leva proprio sulla crescita del team composto da esperti del settore tech che crescere di 300 nuovi ingegneri. Il tutto per sviluppare un’esperienza più smart ed efficiente per i propri clienti, ridurre i tempi di attesa per i glovers e supportare l’azienda sia nell’espansione in nuovi mercati sia nel consolidamento di quelli già presidiati.

Non mancano anche gli obiettivi sulla crescita. Glovo desidera infatti diventare l’app in grado di consegnare tutto nelle città. Non solo cibo ma anche servizi di lavanderia, consegna di prodotti farmaceutici e altri generi alimentari e non. Per accelerare ulteriormente la crescita di queste categorie, la startup sta investendo in generi alimentari verticali, costruendo i cosiddetti dark stores; rendendo possibile la consegna della spesa ai clienti entro 20 minuti dall’ordine.

Oscar Pierre, Co-fondatore e CEO di Glovo ha commentato: “Glovo continua a crescere rapidamente e abbiamo progetti ambiziosi che metteremo in atto anche grazie a questo round di finanziamento. La nostra priorità è investire sulle persone, fondamentali per tutti i successi raggiunti fino ad ora; per portare avanti il progetto di crescita, abbiamo bisogno di ampliare ulteriormente il nostro team tecnico e poter ottimizzare la piattaforma, la base per far fronte alla sempre crescente domanda da parte degli utenti”.

Tags

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker