fbpx
News

Google non permette più di scaricare immagini, così sembra

Google ha tolto la possibilità di scaricare immagini, a partire dal suo motore di ricerca, tramite il tasto "vedi immagine". Il gigante di Mountain View intensifica la sua lotta alla violazione di copyright. Ma la realtà non è proprio così.

Google elimina il tasto "vedi immagine"

Da ieri – 15 febbraio -  sembra che scaricare un'immagine a partire dal celeberrimo motore di ricerca sia diventato impossibile. Almeno utilizzando i mezzi ufficiali. Infatti, la lotta alla violazione di copyright è una delle priorità dell'azienda.

Gli utenti erano abituati da sempre ad effettuare il libero download di foto trovate sul Web, con la "promessa" di non riutilizzarle per scopi commerciali. Il punto è probabilmente proprio questo.

L'avviso che alcune immagini potessero essere protette da copyright pare non essere stato sufficiente ad arginare il fenomeno di violazione dello stesso. Per questo Google ha deciso di eliminare fra le opzioni la possibilità di scaricare i risultati di ricerca a partire da "vedi immagine".

LEGGI ANCHE: Google aggiunge la funzione storie alle pagine AMP

Google invita a contestualizzare le immagini prima di scaricarle

In realtà non é proprio come sembra. Il gigante di Mountain View non ha come obiettivo principale quello di negare il download delle immagini mostrate fra i risultato. Lo scopo è un altro, ovvero quello di rendere l'utente consapevole dell'origine del materiale del quale vorrebbe effettuare il download.

Infatti, è ancora possibile scegliere l'opzione "visita" che porta direttamente al sito Web nel quale è presente l'immagine. In questo modo, l'utente potrà rendersi conto del contesto in cui è stata pubblicata e decidere dalla fonte principale se scaricare la fotografia oppure no.

Pare che il gigante di Mountain View abbia fatto la mossa giusta, portando anche più visibilità ai siti Web che offrono materiale interessante su Internet, "obbligando" gli utenti a notarne l'esistenza e magari iniziare a citare le fonti. 

 

Tags
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker