FeaturedNewsTech

Google Pay arriva in Italia: come funziona, le banche supportate

Da oggi gli utenti italiani possono utilizzare la nuova piattaforma di Google per i pagamenti mobile. Tra le banche supportate troviamo anche N26.

Continua l’espansione dei servizi di mobile payment, le soluzioni che permettono a migliaia di utenti – iOS e Android – di effettuare i propri pagamenti mediante il solo utilizzo del proprio smartphone, in modalità contactless. Così, dopo il più recente Samsung Pay, tocca al colosso di Mountain View proporre la sua piattaforma per gli acquisti istantanei: diamo il benvenuto a Google Pay.

Google Pay: come utilizzarlo

google pay android ios

Il servizio prodotto da Google è disponibile da oggi per tutti gli utenti del Bel Paese, che potranno usufruire di un servizio intuitivo e, soprattutto, sicuro.

Per utilizzare Google Pay basterà scaricare la relativa app sul proprio dispositivo, che si tratti di uno smartphone Android o iOS. Dopo aver avviato l’applicazione, basterà selezionare un metodo di pagamento: carta di credito, di debito o prepagata (Maestro, MasterCard, Visa). Queste devono essere emesse da una delle banche e istituti di credito supportati – e che vi elencheremo a breve.

Il servizio può essere attivato anche direttamente nell’app di mobile banking della propria bianca.

Quando ci recheremo in un negozio per acquistare un prodotto, potremo pagare avvicinando il nostro smartphone al terminale contactless: dopo aver effettuato il pagamento, riceveremo sul telefono tutte le informazioni sull’ultima transazione. Potremo impostare la carta anche sullo smartwatch, su cui sarà possibile visualizzare Google Pay; in tal caso sarà sufficiente avvicinare il polso al terminale.

Potrete pagare con Google Pay in tutti i punti vendita che accettano i pagamenti contactless.

Google Pay: le banche supportate

Come dicevamo, le carte che potremo aggiungere al nostro profilo Google Pay potrà essere emessa solo da una delle banche supportate in Italia dalla piattaforma.

Parliamo allora di Boon, Hype, Banca Mediolanum, N26, Revolut, Widiba, Tim Pay, Nexi. Prossimamente saranno incluse nella lista anche Poste Italiane e Carta BBC.

Google Pay + N26

google pay n26

Fa parte delle banche supportate anche N26, che da oggi permetterà ai suoi clienti di aggiungere la propria carta di debito alla neonata piattaforma di Google Pay.

“Registriamo un’enorme domanda di soluzioni di pagamento mobile in tutti i paesi in cui operiamo”, spiega Alexander Weber, Head of International Markets di N26, “Rendere disponibile Google Pay ai nostri clienti in Italia rappresenta il prossimo passo degli sforzi di N26 nell’offrire ai propri clienti l’esperienza bancaria più digitale e flessibile del mondo”.

“A partire da oggi, gli utenti possono collegare la loro carta N26 a Google Pay e quindi utilizzare Google Pay per fare acquisti sicuri, veloci e piacevoli in milioni di negozi in Italia e in tutto il mondo, anche online sulle loro app e siti preferiti”, ha invece dichiarato Florence Diss, Head of EMEA Commerce Partnerships presso Google.

Fonte
Google
Tags

Pasquale Fusco

A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker