fbpx

Google Pixel 4 presentazione ufficiale: caratteristiche, prezzo e disponibilità


Finalmente ci siamo: oggi Google Pixel 4 e Pixel 4 XL sono stati presentati ufficialmente alla stampa e al grande pubblico. Dopo settimane di rumor e leak – più o meno voluti – il colosso di Mountain View ha quindi mostrato i suoi due nuovi smartphone. Cerchiamo quindi di capire quali sono le principali novità e caratteristiche di entrambi i terminali.

La scheda tecnica

Google Pixel 4Google Pixel 4 XL
Dimensioni68.8 x 147.1 x 8.2 mm75.1 x 160.4 x 8.2 mm
Peso162 g193 g
DisplayOLED 5,7″ (Smooth Display) da 90 HzOLED 6,3″ (Smooth Display) da 90 Hz
CPUQualcomm Snapdragon 855Qualcomm Snapdragon 855
GPUAdreno 640Adreno 640
RAM6 GB6 GB
Spazio d’archiviazione64 GB – 128 GB64 GB – 128 GB
Connettività4G LTE, Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 5.0, NFC, GPS4G LTE, Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 5.0, NFC, GPS
Batteria2.800 mAh3.700 mAh
Fotocamera anteriore8 MP8 MP
Fotocamera posteriore12 + 16 MP12 + 16 MP
Video4K @30 fps4K @30 fps
Sistema operativoAndroid 10Android 10
ColorazioniJust Black, Clearly White e Oh So OrangeJust Black, Clearly White e Oh So Orange

Le principali caratteristiche

Google Pixel 4 presentazione

Nessuna sorpresa sul fronte del design visto che i render sono trapelati già settimane fa. Non stupisce quindi l’assenza dell’odiato notch – davvero ingombrante sul Pixel 3 XL -, quella di un display OLED da 90 Hz e nemmeno ìi modulo quadrato presente sul retro, modulo che ospita le due fotocamere posteriori. Ebbene sì, anche Big G ha ceduto al trend del momento proponendo due sensori: uno principale da 12 megapixel e uno da 16 megapixel dedicato allo zoom 2x con stabilizzazione ottica. Una scelta che ritroviamo anche frontalmente con due fotocamere da 8 megapixel.

Come sempre il colosso americano ha lavorato intensamente per migliorare il software del comparto fotografico, punto forte dei device di Big G dalla scorsa generazione. I risultati sembrano davvero incredibili: le fotografie al buio paiono spettacolari, i selfie sono naturali e con un effetto bokeh sorprendente e la nuova funzionalità, battezzata Live HDR+, sembra destinata a regalarci scatti davvero eccellenti in qualsiasi condizioni di luminosità.

Google Pixel 4 design

I due sensori frontali però non serviranno solo a catturare ottimi selfie. La doppia fotocamera infatti, lavorerà insieme ad una serie di sensori per offrire agli utenti lo sblocco dello smartphone tramite il riconoscimento 3D del volto. La vera novità però è rappresentata dal nuovo Motion Sense, un sistema di gesture che vi aiuterà a controllare lo smartphone senza toccare il vostro nuovo Pixel 4 o 4 XL. Potrete usarlo per silenziare la sveglia, cambiare brano musicale o mutare la suoneria quando ricevete una chiamata.

Ad essere nuovo è anche Google Assistant. Ebbene sì, l’assistente virtuale di Mountain View non solo si è rifatto il look, proponendo una barra inferiore colorata, ma è ancora più veloce. Com’è possibile? Semplice: i nuovi Pixel integrano i modelli vocali su cui si basa il servizio, così l’assistente non perde attimi preziosi consultando i server di Google.

A bordo ovviamente Android 10, la nuova versione del sistema operativo proprietario di Big G.

 

    Google Pixel 4 e 4 XL prezzi e disponibilità

    Google Pixel 4 è già preordinabile sul Play Store al prezzo di 759 euro per 64 GB e 859 euro per 128 GB, mentre per il fratello maggiore, Google Pixel 4 XL, dovrete sborsare 899 euro per la variante da 64 GB e 999 euro per quella da 128 GB. Tutte le varianti saranno disponibile a partire dal 24 ottobre.

    Vi ricordiamo che l’acquisto vi regalerà tre mesi gratis di spazio su Google One, il che mette a vostra disposizione per 100 GB di storage.

    Bonus track: Google Pixel Buds

    Non solo smartphone per Google! La società americana ha presentato anche le Pixel Buds, un paio di cuffie true wireless dal design compatto e circolare. A caratterizzarle 5 ore di utilizzo, che arrivano a 24 grazie alla loro custodia, la presenza di Google Assistant e un’ottima qualità audio, capace di esaltare persino i bassi.

    A bordo anche una piccola fessura che vi permette di rimanere in contatto con l’ambiente circostante, adattando il volume a ciò che vi sta intorno, e microfoni beamforming che si focalizzano sulla vostra voce per migliorare la qualità delle chiamate.

    Vi stuzzicano? Sappiate che per acquistarle dovrete attendere la primavera del 2020.


      Condividi la tua reazione

      Rabbia Rabbia
      5
      Rabbia
      Confusione Confusione
      6
      Confusione
      Felicità Felicità
      8
      Felicità
      Amore Amore
      9
      Amore
      Paura Paura
      7
      Paura
      Tristezza Tristezza
      7
      Tristezza
      Wow Wow
      8
      Wow
      WTF WTF
      10
      WTF
      Erika Gherardi

      author-publish-post-icon
      Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
                         










       
      Sì, iscrivimi alla newsletter!
      close-link