fbpx
Guida Nissan copertina

Guida intergalattica per autostoppisti… a zero emissioni
La guida Nissan sui buoni costumi da tenere con un'auto elettrica sensibilizza gli utenti su 9 buone abitudini


Le auto elettriche, lo diciamo spessissimo ormai, sono sempre più diffuse.
Sempre più persone poi decidono di puntare sulla mobilità a zero emissioni, ampliando quindi il bacino di utenza di questo tipo di vetture.
Questo però porta ad un problema nascosto, ma non per questo non importante.
Con l’auto elettrica infatti nasce la necessità di una nuova educazione, che tenga conto sia delle necessità di questo tipo di mobilità sia di quelle dei guidatori elettrici, entrambe molto diverse dalle “classiche” auto termiche.
Sempre più persone sono attente a questo argomento, e infatti nasce una guida Nissan che funge da vero e proprio vademecum per l’utilizzo responsabile e rispettoso dell’auto elettrica.

Dall’alto della sua grande esperienza nella mobilità elettrica, Nissan con la sua guida da 9 consigli utili a tutti i guidatori elettrici, per vivere l’esperienza elettrica con più rispetto e collaborazione.

La guida Nissan per l’utente elettrico: “la necessità di aiutarsi a vicenda”

Secondo i dati della Casa giapponese il primo trimestre del 2020 ha segnato un’incremento di vendite totale di veicoli elettrici del 68,4% rispetto all’anno scorso.
E in questo periodo di crescita del mercato sia il multispazio e-NV200 che soprattutto la bestseller Leaf giocano un ruolo di riferimento per il mercato a zero emissioni.

Guida Nissan modelli elettrici

La guida Nissan, “manuale di consigli utili e buone pratiche per i proprietari dei veicoli elettrici”, non nasce per spingere le vendite dei modelli della Casa, bensì per diffondere una nuova sensibilità e consapevolezza.
Con questa guida infatti Nissan vuole consigliare comportamenti virtuosi in diverse situazioni comuni di vita “elettrica” quotidiana.
In questo modo, l’idea è di instaurare un rapporto di complicità e aiuto reciproco, indispensabile per superare le difficoltà della transizione all’elettrico di cui Nissan stessa si fa portabandiera.

In questa direzione vanno le parole di Brice Fabry, Zero Emission & Ecosystem Manager di Nissan Europe:
“L’esperienza di guida elettrica è in costante evoluzione, di pari passo con lo sviluppo delle tecnologie.
Perciò in alcuni casi le regole stradali consolidate potrebbero non essere più compatibili con le abitudini dei proprietari di veicoli elettrici.”

“L’atteggiamento nei confronti della mobilità sta cambiando rapidamente. A fronte della crescente diffusione della mobilità elettrica e della necessità di aiutarsi a vicenda, è fondamentale rendere l’esperienza di guida piacevole e confortevole per tutti”.

Vediamo quindi di cosa tratta questa guida Nissan divisa in ben 9 punti per una “vita elettrica” migliore.

1-Commenta e condividi

La mobilità elettrica è ancora agli albori.
Le competenze, le conoscenze e le consapevolezze si costruiscono giorno per giorno, e per moltissimi sono del tutto inedite il giorno di acquisto della propria auto elettrica.

Così come i guidatori di auto termiche conoscono distributori convenienti o,  al contrario, di bassa qualità, posti adatti per manutenzioni ed altre cose del genere, lo stesso vale anche per le auto a zero emissioni.
Per questo è fondamentale la condivisione delle esperienze, delle cose positive e, perchè no, delle disavventure.

Guida Nissan interni leaf

Questo vale particolarmente per la questione punti di ricarica. Con le vetture elettriche, lo stato e la funzionalità delle colonnine non è sempre sicura e garantita.
Il passaparola, il condividere le migliori stazioni di ricarica con familiari, amici e “compagni di ricarica” è fondamentale.
Ed è anche molto importante la condivisione delle informazioni sull’app dedicata di Nissan, Nissan Charge, che grazie alle segnalazioni degli utenti è in grado di segnalare i migliori punti di ricarica, aiutando chi usa l’app a pianificare al meglio un viaggio.

2-Aiuta gli altri clienti EV

Nel corso dei mesi, si è fatto sempre più comune un brutto vizio, quello di staccare le auto in carica per attaccare la propria.
Ovviamente, è un comportamento egoista e meschino da ogni punto di vista, e anche se sembra banale sia Nissan che noi di Tech Princess condanniamo chiunque faccia questo gesto.

guida nissan punto 2

Ma oltre ad osservare un comportamento civile verso gli altri, Nissan consiglia di condividere anche la ricarica domestica, se si ha una presa di ricarica o una wallbox a casa.
L’88% dei clienti Nissan infatti predilige la ricarica a casa, quindi dare la possibilità a vicini o amici di usare la propria colonnina può essere un piccolo gesto davvero utile per gli altri.

3-Non occupare le aree di ricarica

Le colonnine spesso si trovano in città, e a volte vengono usate per parcheggiare e fare le proprie commissioni anche dopo che l’auto si è ricaricata, o peggio, anche se non si deve ricaricare fatto.

Un comportamento del genere è simile a voler parcheggiare la propria auto ad un distributore di benzina senza dover fare rifornimento, impedendo così l’utilizzo a chi ne ha davvero bisogno.

Se quindi non si intende ricaricare o si ha finito di ricaricare, meglio trovare parcheggio altrove e non sfruttare la piazzola di ricarica. Una perdita di una decina di minuti per cercare parcheggio può salvare le giornate altrui.

4-Prenditi cura della batteria

Le batterie delle auto sono come quelle di altri dispositivi elettronici: delicate. Non possono essere maltrattate, sono sensibili agli sbalzi di temperatura e soffrono se usate in malo modo.
Cosa significa “in malo modo”?

guida Nissan e-NV200

Significa, come per telefoni e PC, utilizzare il dispositivo fino alle ultime “gocce” di batteria.
Scendendo sotto un certo livello di carica infatti, la batteria “soffre” il basso livello di carica.
Questo affligge l’autonomia istantanea, che crolla in modo anomalo, e danneggia a medio e lungo termine gli accumulatori.
Buona regola è quindi quella di ricaricare prima di scendere sotto il 15%, eccetto ovviamente casi eccezionali.

Vista poi la sollecitazione fatta alle batterie da parte degli sbalzi di temperatura, la cosa migliore è parcheggiare al coperto, per mantenere il più possibile costante la temperatura del pacco batterie.

5-Pianifica la tua ricarica

Questo è un consiglio validissimo, ed uno dei primi concetti da imparare se si passa ad un veicolo elettrico.
Rispetto ad un’auto tradizionale, infatti, i lunghi viaggi si possono fare, ma non così a cuor leggero.
Bisogna prima definire il percorso, e poi utilizzare servizi di mappatura del territorio per verificare i punti di ricarica disponibili lungo il tragitto.
La pianificazione, quindi, è la chiave, come quando si viaggia in camper.

Guida Nissan charge

Tramite varie app, come Nissan Charge, si possono vedere i punti di ricarica sul percorso, i prezzi in tempo reale e la disponibilità delle colonnine.
In questo modo, si possono fare viaggi anche lunghi, ma senza pianificazione, passare da sogno a incubo è questione di poco.

6-Lascia un biglietto se non devi ricaricare molto

Spesso gli utenti elettrici utilizzano le colonnine, specialmente quelle veloci, per brevi periodi di tempo, magari per ultimare una ricarica o “fare il pieno” per un viaggio.
Altre volte, però, l’autonomia limitatissima può costringere a cercare disperatamente una colonnina vuota, e trovarla piena può significare una marea di problemi, oltre che un’auto a terra.

Nissan EV Driver Etiquette

Il consiglio di Nissan è quindi quello di lasciare un piccolo bigliettino sull’auto o sulla colonnina se non si ha necessità di una lunga ricarica.
In questo modo, se qualcuno dovesse arrivare ed avere estrema necessità di ricaricare, sa che può staccare il cavo di ricarica dell’auto già presente e salvare la sua situazione di emergenza.

Certamente questo punto fa leva sulla responsabilità di ognuno, di decidere quando è davvero necessario staccare le prese dalle altre auto, se per vera necessità o per opportunismo.
In un mondo ideale e molto gentile e collaborativo, però, sarebbe uno scenario perfetto!

7-Controlla pneumatici e impostazioni di guida

L’auto è sempre stata incentrata sull’ottenere la massima efficienza.
Efficienza significa migliori prestazioni, migliori consumi e minor probabilità di problemi.
L’efficienza però passa anche dal guidatore dell’auto, dal suo stile di guida e dalla manutenzione che fa dell’auto. Se su un’auto a benzina minore efficienza vuol dire “solo” più soste dal benzinaio, su un’elettrica vuol dire meno autonomia.

Perciò, è importantissimo massimizzare l’efficienza della propria auto.
Come? tramite soprattutto il controllo della pressione degli pneumatici, che devono sempre essere gonfiati al livello raccomandato dal produttore.
Su diverse auto elettriche, poi, c’è la possibilità di impostare modalità ancora più efficienti, che massimizzano la percorrenza e l’autonomia.
Con queste modalità “Eco” o “Efficiency”, infatti, sfruttano al massimo la frenata rigenerativa che ricarica le batterie, e al tempo stesso riduce la potenza dei motori.

Su Nissan Leaf, poi, è presente l’E-Pedal, ovvero la guida ad un solo pedale.
Questa modalità attua un sistema di recupero dell’energia al rilascio dell’acceleratore così potente da riuscire a fermare l’auto senza toccare il freno, e al tempo stesso di ricaricare in modo massiccio la batteria.

8-Valuta le alternative di ricarica

Le auto sono un bene che passa gran parte del suo tempo fermo.
Solo per poche ore al giorno si “muovono” insieme a noi per portarci in giro per il mondo.

Guida Nissan e-NV200 esterni

Questo porta a ragionare sulle modalità di ricarica.
Se si usa l’auto elettrica per pochi km o per poche ore, utilizzare una colonnina di ricarica rapida “perchè così è al 100%” non ha senso.
Mica facciamo rifornimento all’auto termica ogni volta che la utilizziamo!

Inoltre, l’utilizzo prolungato di ricariche veloci può a lungo andare danneggiare la batteria, limitandone la capacità.
Per questo, se non avete la necessità di ricaricare in fretta durante un viaggio, prediligete la ricarica standard. E non ricaricate sempre!
Non è necessario avere l’auto sempre al 100%, poichè arrivare sempre alla massima carica può rovinare la batteria.

Non siate quindi “voraci” di energia.
Limitatevi a ricaricare in modo continuativo solo fino all’80%, e non ricaricate quando non necessario,
Per le modalità di ricarica, sia quella tramite wallbox domestica che quella attaccando l’auto ad una qualsiasi presa di corrente sono rispettose degli altri utenti di colonnine veloci come della vostra batteria.

9-Proteggi i punti di ricarica

L’ultimo punto della guida Nissan parla di educazione civica.
I punti di ricarica pubblici, infatti, spesso sono maltrattati, imbrattati, mal tenuti e non manutenuti.

Guida Nissan colonnine

Diventa quindi buona regola controllare sempre lo stato delle colonnine pubbliche.
Essere certi che funzionano al meglio, che siano in ottimo stato e che ricarichino alla velocità prevista è fondamentale.

Una guida Nissan virtuosa per automobilisti elettrici

Termina qui la guida Nissan per automobilisti elettrici.
L’impegno ormai decennale di Nissan nella mobilità elettrica, sia con Leaf che con il team di Formula E regala risultati sempre più soddisfacenti.
Se questo da un lato è solo un bene per la Casa giapponese, dall’altro diventa un onere e un onore sensibilizzare i sempre più numerosi clienti che scelgono la mobilità elettrica, non solo targata Nissan.

In questo modo, la Casa nipponica spera di creare una nuova sensibilità e una nuova consapevolezza. In questi primi anni di mobilità elettrica, l’impegno collettivo a creare un’ambiente di utilizzo bello e piacevole è fondamentale.
Con l’aiuto di ognuno, la transizione all’elettrico può essere più veloce e molto, molto migliore.

Wallbox Pulsar Caricatore per Auto Elettriche. Stazione di...
  • MINIMO TEMPO DI RICAICA E RISPARMIO NELLA FATTURA: ricaricare con Wallbox è molto più veloce che con una spina...
  • SERVIZIO DI GESTIONE PERSONALIZZATO: attraverso la piattaforma Online Mywallbox o l' App disponibile per dispositivi...
  • SPECIFICHE ELETTRICHE: potenza massima 7,4 KW (monofasico); corrente massima (per Fase): 32 A; corrente regolabile: da...
Offerta
LEGO Speed Champions Nissan GT-R NISMO con Minifigure,...
  • Un'occasione per possedere una replica LEGO dettagliata della leggendaria Nissan GT-R NISMO
  • Include una Nissan GT-R NISMO costruibile e 1 minifigure collezionabile in tuta da corsa Nissan
  • La mini-versione della Nissan GT-R NISMO può essere costruita ed esposta o utilizzata per partecipare ad avvincenti...
Tamiya 1/24 Sports Car | Model Building Kits | No.210 Nissan...
  • Nissan Skyline Gt-R V-Spec - (R34) Tamiya 1/24 Kit

Giulio Verdiraimo

author-publish-post-icon
Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link