fbpx
FeaturedRecensioniTech

Huawei Nova 5T recensione: un allettante déjà-vu

Le somiglianze con Honor 20 si sprecano ma non date Nova 5T per spacciato

Huawei Nova 5T non stupisce per originalità. Anzi, una volta aperta la confezione vi chiederete se siete di fronte allo smartphone giusto. L’ultimo arrivato del colosso cinese infatti somiglia incredibilmente ad Honor 20: dimensioni analoghe, display identici, lettore d’impronte laterale e persino stesso processore. Huawei Nova 5T però ha un insindacabile vantaggio: il prezzo.

Prima però di svelarvi quanto costa il dispositivo, cerchiamo di analizzarlo e capire che cos’ha da offrire.

Huawei Nova 5T: scheda tecnica

Partiamo come sempre da numeri e specifiche tecniche, non solo di Nova 5T ma anche di Honor 20.

Huawei Nova 5T Honor 20
Dimensioni 154.25 x 73.97 x 7.87 mm  154.25 x 73.97 x 7.87 mm
Peso 174 g 174 g
Display 6,26 pollici – IPS LCD – 1080 x 2340 pixel 6,26 pollici – IPS LCD – 1080 x 2340 pixel
CPU HiSilicon Kirin 980 HiSilicon Kirin 980
GPU Mali-G76 MP10 Mali-G76 MP10
RAM 6 GB 6 GB
Memoria 128 GB 128 GB
Connettività 4G Dual SIM, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0, USB Type-C 3.1, GPS, NFC 4G Dual SIM, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0, USB Type-C 3.1, GPS, NFC
Batteria 3.750 mAh 3.750 mAh
Fotocamera posteriore 48 + 16 + 2 + 2 MP 48 + 16 + 2 + 2 MP
Fotocamera anteriore 32 MP 32 MP
Sistema operativo Android 9.0 con EMUI 9.1 Android 9.0 con Magic UI 2.1.0

Huawei Nova 5T recensione: praticamente gemelli

Huawei Nova 5T recensione display

Non c’è niente da dire su questo Huawei Nova 5T che non abbia già detto nella recensione di Honor 20. Questo perché, come avrete già visto dalle schede tecniche, i due device sono praticamente gemelli, tanto nell’aspetto quanto nelle performance.

Ci troviamo così di fronte ad uno smartphone costruito in modo impeccabile, con una scocca posteriore in vetro, il profilo in metallo ed un display da 6,26 pollici con un piccolo forellino a sinistra, necessario ad ospitare la fotocamera frontale da 32 megapixel. Il pannello è un IPS LCD, si comporta egregiamente anche sotto la luce diretta del sole e può essere tarato accedendo al menù Modalità colore e temperatura.

Sono identici ad Honor 20 anche i profili di questo Nova 5T, con quello destro che ospita il lettore per le impronte digitali, una soluzione che avevamo particolarmente apprezzato anche sul gemello.

A questo punto vi starete chiedendo se c’è effettivamente qualche differenza tra il top di gamma di Honor e il nuovo terminale di Huawei. Sì e no. Forme, dimensioni e pulsanti sono esattamente allo stesso punto. Cambiano però i colori. Da un lato abbiamo il Midnight Black e il Sapphire Blue dello smartphone uscito a maggio, dall’altro invece abbiamo i nuovi Crush Blue, Midsummer Purple e Black di Huawei Nova 5T.

Non cambia nulla

Huawei Nova 5T recensione performance

Non aspettatevi alcun cambiamento a livello di performance. Anche qui i due device si equivalgono. Un male? In realtà no visto che Honor 20 ci era particolarmente piaciuto: il Kirin 980 e i 6 GB di RAM sono più che sufficienti a svolgere qualsiasi genere di attività, dalla navigazione al gaming più spinto, mentre i 128 GB di spazio di archiviazione – purtroppo non espandibile – vi consentono di conservare file, foto, video e app di ogni genere.

Completa la connettività, con WiFi 5, Bluetooth 5.0, GPS ed NFC per i pagamenti digitali. C’è persino la porta ad infrarossi. Quello che manca invece è il jack da 3,5 mm, motivo per cui dovrete procurarvi un buon paio di cuffie Type-C o affidarvi al già citato Bluetooth.

Promossi infine la batteria, che vi garantisce la copertura dell’intera giornata, e il sistema operativo, Android 9.0 Pie con la ben nota EMUI 9.1 di Huawei. Lo so, vi starete chiedendo perché non c’è Android 10, ma di questo parleremo più avanti.

    Quattro fotocamere posteriori bastano?

    Huawei Nova 5T recensione fotocamera

    Anche il comparto fotografico è quello visto sul gemello: Huawei Nova 5T si presenta quindi con 4 sensori posteriori. Tanti? Indubbiamente, ma è anche vero che questo nutrito gruppo vi offre tutta la versatilità di cui avete bisogno. La fotocamera principale da 48 megapixel vi offre scatti piuttosto nitidi e colori vividi, la grandangolare da 16 megapixel è perfetta per i panorami, mentre il sensore di profondità torna utile per i Ritratti. A disposizione anche un sensore da 2 megapixel dedicato alle macro che però non ci ha particolarmente sorpresi.

    Presente anche l‘intelligenza artificiale che tende ad entrare un po’ a gamba tesa, saturando eccessivamente i colori.

    Buona invece la fotocamera frontale così come i video, che però risultano penalizzati dall’assenza della stabilizzazione ottica.

    Huawei Nova 5T recensione: comprarlo oppure no?Huawei Nova 5T recensione conclusione

    Se siete giunti a questo punto della recensione è perché vi aspettate una risposta a quella domanda che, probabilmente, vi siete posti fin dalle prime righe: che senso ha portare sul mercato un clone di Honor 20 che, per altro, è figlio del medesimo genitore?

    La risposta che ci siamo dati – e che non è detto corrisponda al vero – è legata all’attuale situazione di Huawei. Vi ricordiamo infatti che l’azienda è stata inserita dal Presidente americano, Donald Trump, in blacklist, motivo per cui l’ultimo top di gamma, ossia Mate 30 Pro, arriverà nei negozi senza le Google Apps.

    Cosa c’entra tutto questo? Immaginatevi di avere uno smartphone performante e già certificato da Google e di voler dimostrare ai mercati europei di essere il colosso di sempre. Cosa fate? Non “ribrandizzate” il terminale per aggirare il blocco e dire ai consumatori “Ehi! Non dateci per spacciati, abbiamo ancora qualche asso nella manica“?

    Ecco spiegata – almeno secondo noi – l’estrema somiglianza con Honor 20 e la mancanza di Android 10 in un device uscito dopo il lancio ufficiale del nuovo sistema operativo di Big G.

    E per l’utente cosa cambia? In realtà nulla. Al di là delle considerazioni legate all’attuale situazione del gigante asiatico, Huawei Nova 5T rimane uno smartphone indubbiamente interessante e meritevole. Un dispositivo che punta ai giovani e che nella variante Midsummer Purple è incredibilmente appetibile. Il prezzo poi è assolutamente concorrenziale: 429 euro contro i 499 euro di Honor 20. Come dirgli di no?

    Huawei Nova 5T

    • Ottima qualità costruttiva
    • Bel display
    • Buone performance
    • Ottima autonomia
    • Manca il jack da 3,5 mm
    • I due sensori da 2 MP non sono indispensabili
    Tags

    Erika Gherardi

    Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
    Next Article
    Close

    Adblock Rilevato

    Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker