News

Huawei OS, il colosso cinese starebbe sviluppando un sistema operativo proprietario

Secondo alcune indiscrezioni, Huawei starebbe lavorando alla creazione di un sistema operativo proprietario come vera alternativa ad Android, l'OS made-by-Google. Per lo meno così riferisce il magazine South China Morning Post.

Perché Huawei lo starebbe facendo?

Facciamo un passo indietro provando a fare un riassunto di ciò che è accaduto negli scorsi giorni. In sostanza il produttore cinese di smartphone ZTE è stato pesantemente sanzionato (per un totale di 1.19 miliardi di dollari) dagli Stati Uniti per aver venduto e spedito illegalmente dispositivi sia in Iran sia in Corea del Nord. Questa mossa pare non essere piaciuta molto agli Stati Uniti che hanno deciso di rinnovare la messa al bando di utilizzo di prodotti e servizi made in USA. Questo significa che ZTE potrebbe rimanere presto senza sistema operativo Android che, per i pochi che non lo sapessero, è un prodotto "americano doc".

Stessa sorte potrebbe toccare a Huawei che sembrerebbe essere finito nel mirino del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti per gli stessi motivi di ZTE, ovvero con l'accusa di aver violato l'embargo USA nei confronti dell'Iran.

Questo fatto probabilmente ha sollecitato il management Huawei: viste le tensioni in atto tra Cina e USA, non è il caso che Huawei sviluppi un sistema operativo proprietario come backup in caso di crisi irreversibile? Giusto per mera precauzione.

Da Huawei nessuna conferma né smentita

Da Huawei nessuna conferma e nessuna smentita. Pare  però che il sistema operativo sia qualcosa di simile a quello proposto da Apple iOS ovvero un ecosistema sviluppato per "dar vita" a smartphone, tablet e anche PC. Non ci sono dettagli su quale possa essere l'aspetto di questo OS nemmeno quale sia il suo funzionamento.

Quali sarebbero le conseguenze per Android

Se a Huawei fosse inibito l'utilizzo di Android, in seguito a sanzioni di questo genere, l'attore maggiormente colpito da questa vicenda sarebbe proprio Google Android.

Huawei infatti è il secondo produttore al mondo di smartphone. Se non avesse più la possibilità di utilizzare Android, ciò avrebbe conseguenze non solo sul mercato statunitense bensì si su quello mondiale. I nuovi smartphone rimarrebbero orfani di un sistema operativo ben funzionante e ben rodato ma anche gli smartphone già in commercio potrebbero non funzionare più.

Sostituire Android non è un'operazione facile soprattutto per il supporto delle app di terze parti. Sarebbe comunque l'unica soluzione in caso di rottura definitiva dei rapporti commerciali tra Cina e Stati Uniti.

Tags

Fjona Cakalli

Amo la tecnologia, adoro guidare auto/camion/trattori, non lasciatemi senza videogiochi e libri. Volete rendermi felice? Mandatemi del cibo :)
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker